Categorie e modelli di conoscenza
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,   figg. 42,     1a edizione  2000   (Codice editore 913.20)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € ,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846424242

Presentazione del volume

Il concetto di "categoria" risale alle origini del pensiero filosofico e, secondo la teoria classica, viene utilizzato per generalizzare e organizzare conoscenze che presentano elementi comuni. Origini abbastanza recenti ha invece il concetto di "modello". Inteso come strumento e metodo per la ricerca scientifica, è studiato come schema teorico e applicativo per rappresentare processi e fenomeni. I concetti di modello e di categoria non afferiscono a una specifica disciplina, pur trovando in alcune di esse una particolare utilizzazione, come ad esempio, in ontologia, in logica formale, in scienze cognitive, in biologia. L'uso consolidato in tali scienze è motivato dal ruolo assunto da questi concetti ai fini di una metodologia razionale e sperimentale di rappresentazione delle conoscenze, i cui risultati vengono trasferiti anche ad altre discipline. In realtà nuove procedure che scaturiscono da campi diversi del sapere concorrono a offrire nuove soluzioni ai problemi dell'ordinamento delle conoscenze.

A questi problemi, studiati sotto prospettive diverse, sono rivolti i saggi del volume. Importanti risultati scientifici della biologia, della psicologia, delle scienze cognitive, della fisica e di altri campi del sapere, hanno travolto schemi consolidati per aprire nuovi spazi e nuove relazioni. Gli autori riferiscono sulla difficoltà di individuare paradigmi adatti a rappresentare i fenomeni scoperti, indicano le caratteristiche dei nuovi modelli di riferimento e suggeriscono criteri per conseguirli.

I saggi raccolti rilevano come dall'incessante osservazione dei fenomeni naturali, dall'analisi, dalla sperimentazione, dalla simulazione emergano nuovi principi che regolano il processo del conoscere.

I lavori presentano molti elementi fondamentali comuni. Linguaggi settoriali diversi caratterizzano i singoli saggi. Da questa marcata settorialità affiorano proposte e interessi per obiettivi comuni di ricerca. Lo studio, il confronto, il dibattito suggeriscono procedure innovative volte a offrire soluzioni ai problemi scaturiti.

L' organizzazione delle conoscenze si propone come l'attività diretta a formulare e sperimentare ipotesi, teorie, modelli, elementi essenziali per un ulteriore progresso della scienza. Essa è caratterizzata da "transdisciplinarietà", in quanto i suoi metodi possono essere applicati a ogni campo del sapere.

Giliola Negrini , dell'Istituto di studi sulla ricerca e documentazione scientifica del Consiglio nazionale delle ricerche, Roma.

Indice


Giliola Negrini , Introduzione
Roberto Poli , Spazi di rappresentazione
Liliana Albertazzi , Il campo figurale della lingua: esprimere, indicare, rappresentare
Aldo Gangemi , Categorizzazioni: un'indagine tra semiotica, ontologia e informatica
Carola Catenacci , Il processo di categorizzazione nelle indagini neurobiologiche e psicologiche: la svolta 'emotiva'
Marcello Cini , Modelli di complessità
Piero Pagliari , Conoscenza e gestione della conoscenza
Dahlberg Ingetraut , Strutture concettuali e sistematizzazione
Giliola Negrini, Giovanni Adamo , Osservazioni sulla struttura e l'evoluzione dei sistemi concettuali.