Gli immigrati, il lavoro, la casa.

A cura di: Francesca Coin

Gli immigrati, il lavoro, la casa.

Tra segregazione e mobilitazione

Edizione a stampa

20,00

Pagine: 208

ISBN: 9788846453723

Edizione: 1a ristampa 2008, 1a edizione 2004

Codice editore: 1144.10

Disponibilità: Discreta

Questo testo analizza le condizioni di discriminazione lavorativa e abitativa e, più in generale, sociale ed umana in cui vivono attualmente gli immigrati in Italia. Tali condizioni non sono né contingenti né casuali, ma rappresentano la continuazione, in altre forme, in altri luoghi e in altri tempi, del secolare processo di assoggettamento delle popolazioni dei paesi "terzi" del mondo da parte dell'Occidente.

La negazione della cittadinanza e dei diritti politici, la "segregazione" in fabbrica in date mansioni lavorative, l'imposizione di condizioni di lavoro speciali, la segregazione residenziale, l'adozione di una logica emergenziale nell'accesso alla casa e di meccanismi istituzionali che ostacolano l'inserimento abitativo stabile: è attraverso questi passaggi concreti gravidi di pesanti conseguenze nella vita quotidiana, che viene tuttora negata agli immigrati la possibilità di un'esistenza sociale e umana degna di questo nome.

Questo processo di inferiorizzazione materiale e simbolica degli immigrati pretenderebbe di cancellarne la soggettività, la visibilità sociale e politica, cioè la loro partecipazione al "discorso pubblico" e alla vita pubblica, lasciandoli comparire in essa solo come un pericolo, una minaccia da cui difendersi con tutti i mezzi possibili.

Che lo scopo dei poteri costituiti sia l'invisibilità delle popolazioni immigrate, tuttavia, non significa che le si possa rendere realmente e stabilmente invisibili. Tutt'altro. Gli immigrati, infatti, stanno dando sempre più luce e voce alle loro rivendicazioni; e nella loro resistenza alle discriminazioni, nelle loro lotte quotidiane per un'esistenza sociale dignitosa, stanno affermando sempre più la loro natura di esseri umani portatori di bisogni di emancipazione sociale.

Francesca Coin è dottoranda di ricerca in Sociologia presso la Georgia State University di Atlanta, Usa, ove insegna Introductory Sociology . Si occupa di lavoro, fenomeni migratori e relazioni interculturali. Fa parte del Laboratorio Immigrazione della Università Ca' Foscari di Venezia e dello staff del Master sull'Immigrazione istituito presso la medesima Università. Per la casa editrice Il Poligrafo è in corso di pubblicazione il suo volume Il produttore consumato .


Francesca Coin, Introduzione. Gli immigrati, il lavoro, la casa: tra segregazione e mobilitazione
(L'oggetto, e il "punto di vista" adottato; Le popolazioni colonizzate: il caso degli Stati Uniti d'America; Le popolazioni immigrate: il caso dell'Italia)
Parte I. Il lavoro
Valter Zanin, Immigrazione e lavoro coatto
(Introduzione; Schengen: un sistema del lavoro vincolato; Schengen: ulteriori aspetti costruttivi e inferiorizzanti il lavoro migrante; Come pensare il lavoro (coatto) immigrato?; Accumulazione primaria, originaria, costitutiva; Schiavo e proletario; Lumpenproletarizzazione e criminalizzazione del lavoro migrante; Differenza dei salari nazionali e lavoro migrante; Capitalismo e razzismo sistemico; la mobilità e autonomia del lavoro moderno; Irreversibilità delle migrazioni contemporanee; Specialità italiane; Conclusione)
Pietro Basso, Politiche migratorie e precarizzazione del lavoro
(Politiche e mercati: chi è sovrano su chi?; I tratti salienti delle politiche europee; Globalizzazione, precarietà generalizzata, immigrazione "clandestina"; La risposta dei lavoratori immigrati)
Claudio Frugoni, La segmentazione del mercato del lavoro: il Patto per il Lavoro di Milano
(Il Patto per il Lavoro di Milano: il testo)
Parte II. La casa
Paola Somma, Casa, integrazione e segregazione
(Introduzione; Il rifiuto all'integrazione; Concentrazione e dispersione delle minoranze; "Cittadini" a tempo determinato; Il marketing sociale; Conclusione)
Simona Tradardi, Casa e politiche abitative
(Il disagio abitativo; Il disagio abitativo degli immigrati; Le contraddizioni delle politiche abitative; Ripensare le politiche abitative; Le innovazioni nel campo dell'abitazione sociale; Conclusione)
Filippo Perazza, Il disagio abitativo degli immigrati negli ultimi anni
Paolo Attanasio, Meccanismi di chiusura istituzionale: il caso di Bolzano
(Introduzione; La prima accoglienza e le case-albergo; Seconda accoglienza ed accesso all'alloggio pubblico; Un nuovo progetto: Temporary Home; Conclusione; Ordinamento dell'edilizia abitativa agevolata)

Contributi: Paolo Attanasio, Pietro Basso, Claudio Frugoni, Filippo Perazza, Paola Somma, Simona Tradardi, Valter Zanin

Collana: Politiche Migratorie

Argomenti: Emigrazione, immigrazione - Sociologia delle migrazioni e dello sviluppo

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche