Appunti di semiotica
Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 232,      2a edizione, nuova edizione  2019   (Codice editore 1381.3.4)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27.00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891787156

In breve
Pensato per la didattica dei corsi di Laurea in Scienze della Comunicazione, il volume, che riprende alcune sezioni già sviluppate nel precedente Semiotica e comunicazione (2004), ripercorre i principi di base della semiotica generale e della semiotica del testo, a partire dalle teorie dei padri fondatori, l’europeo de Saussure e l’americano Peirce.
Presentazione del volume

Il volume ripercorre i principi di base della semiotica generale e della semiotica del testo.
A partire dalle teorie dei padri fondatori, l'europeo F. de Saussure e l'americano C.S. Peirce, vengono sviluppate in parallelo le due correnti da questi fondate ovvero quella di matrice strutturalista, che ha difeso l'idea di segno fisso, di codice e di sistema, e quella di matrice cognitivista che, viceversa, ha considerato il segno aperto e instabile perché sottoposto al lavoro interpretativo da parte di un soggetto attivo.
Dunque, se da una parte la semiologia saussuriana si è profilata come una scienza alla ricerca di modelli formali generali, dall'altra la semiotica peirciana è apparsa come una teoria dei processi di significazione rivolti alla scoperta del senso. Gli stessi studi sulla comunicazione e sulla testualità hanno seguito questa svolta, adottando dapprima rigidi metodi descrittivi e deviando poi verso un più imponderabile impianto pragmatico. Numerosi esempi tratti da diversi ambiti e media (social network, televisione, cinema, pubblicità, musica, letteratura, fumetto ecc.) mostrano che la semiotica può abbracciare l'intero universo significante e, pertanto, va pensata non come una disciplina a se stante bensì come una lente che filtra e mette a fuoco fenomeni di vario ordine. Essa offrirebbe, in tal senso, modalità di osservazione che possono aiutare le scienze umane ad acquisire nuove prospettive nell'analisi dei fatti sociali.
Pensato per la didattica dei corsi di laurea in Scienze della Comunicazione, il volume, che in parte riprende il precedente Semiotica e comunicazione (2004), è organizzato in dieci lezioni corredate da schede di approfondimento e da domande di verifica.

Anna Cicalese è professore associato presso il corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell'Università degli Studi di Salerno. È titolare delle cattedre di Semiotica e Semiotica e Comunicazione. Si occupa di semiotica testuale e di linguistica in relazione ai media e agli audiovisivi; in particolare privilegia il linguaggio pubblicitario e cinematografico. Tra le sue pubblicazioni Le parole vendute (Edizioni 10/17, 1995); Imparare a scrivere. Una guida teorico-pratica (Carocci, 2001); Fatti di consumo (Edizioni Gaia, 2010); C'era una volta Storybrooke. Quattro lezioni di semiotica del testo (Edizioni Gaia, 2017); La psicoanalisi in tv. Analisi semiotica della serie "In treatment" (Brunolibri, 2018). Per i nostri tipi ha pubblicato Semiotica e comunicazione (2004); Da dove dgt? Chatlines, testo e società (2007).

Indice
Introduzione
Semiotica o semiologia?
Sviluppi nel Novecento
La svolta e le sue cause
Lezione 1 - La comunicazione
(Un fenomeno complesso; Comunicazione informazionale e relazionale; Il modello di R. Jakobson; La miscommunication; La comunicazione non verbale)
Scheda 1. Le white lies
Lezione 2 - Segno e codice
(Il segno e la semiosi; Il codice)
Scheda 1. Il vocabolario e i neologismi stranieri
Scheda 2. R. Barthes: la connotazione e la pluriplanarità
Lezione 3 - Per introdurre Saussure e Peirce
(Il segno linguistico tra nominalismo e realismo; Sviluppi successivi)
Scheda 1. C. Jung, gli archetipi e le idee ereditate
Lezione 4 - F. de Saussure e la semiologia
(Cenni introduttivi; Primo principio: l'arbitrarietà. La langue e la parole; Secondo principio: linearità del segno, sintagma e paradigma; Terzo principio: tempo e massa parlante; Studi successivi)
Scheda 1. Modalità analogica e digitale
Scheda 2. Semantica a tratti, semantica cognitiva
Scheda 3. Significato e significante, senso e segnale
Lezione 5 - C.S. Peirce e la semiotica cognitiva
(Cenni introduttivi; La semiosi e il segno; Dal codice all'enciclopedia; Studi successivi)
Scheda 1. Processi inferenziali
Scheda 2. Gli Interpretanti al cinema
Lezione 6 - La pragmatica e l'interpretazione
(Dalla semantica alla pragmatica: significato letterale e del parlante; J.L. Austin e gli atti linguistici; P. Grice e le massime conversazionali; Uno sguardo al discorso psicoanalitico)
Scheda 1. L. Wittgenstein: dal Tractatus alle Ricerche
Lezione 7 - Introduzione alla semiotica del testo
(Dal segno al testo; Caratteristiche del tipo narrativo: narrazione e narratività; Gli inizi: V. Propp e il formalismo russo; Studi successivi)
Scheda 1. Tipologie testuali
Lezione 8 - A.J. Greimas e la semiotica generativa
(Cenni introduttivi; Livelli strutturali; Semiotica delle passioni e investimento timico; Esempio di analisi: Amleto; La semiotica visiva)
Scheda 1. Elementi narrativi nell'immagine planare
Scheda 2. Selfie e social
Lezione 9 - U. Eco e la semiotica interpretativa
(Cenni introduttivi; Principi di cooperazione testuale; Interpretazione e sovrainterpretazione; Analisi di uno spot)
Scheda 1. Le attese del lettore
Scheda 2. Pezzi di vetro: un testo aperto
Lezione 10 - Testi e società
(Cenni introduttivi; La pubblicità televisiva e il contesto sociale)
Scheda 1. L'aperitivo ieri e oggi
Riassumendo
Domande di verifica
Bibliografia.