Il potere della negatività. Gruppi, lavoro, relazioni: il metodo per trasformare conflitti e malessere e potenziare il benessere organizzativo
Autori e curatori
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 226,      1a edizione  2012   (Codice editore 1065.90)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 18,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 18,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il Metodo Antinegatività (MAN) è uno strumento pensato per riunioni, colloqui, situazioni di lavoro, che può essere azionato da dirigenti, coordinatori, membri di gruppi, al fine di accogliere, contenere e trasformare le negatività nei gruppi.
Utili Link
Gioia Ops, che figura! (di Rossana Campisi)… Vedi...
Presentazione del volume

Siamo soliti considerare le difficoltà come episodi provocati da altri. Siamo costantemente protesi a risoluzioni rapide e spesso superficiali, restando "analfabeti" nelle capacità collettive che schiuderebbero a soluzioni più meditate e durature. Questo è il libro della "capacità negativa", una nuova abilità strategica per i gruppi, per saper accogliere, contenere e trasformare le negatività. Anziché eludere, sentenziare, rincarare, dividere, qui indichiamo come ottimizzare persone e ruoli, trasformando efficacemente problemi in soluzioni, conflitti in negoziazione, malessere in rimotivazione. La negatività è un fenomeno già molto evidente nella realtà. Qui la intendiamo non solo come criticità da debellare, ma anche opportunità e risorsa da rigenerare. È un termine volutamente generico, che sta a indicare la quantità di condotte problematiche, oppositive, disfattiste - ne annoveriamo più di trenta - che ogni giorno vengono prodotte da capi, collaboratori e gruppi, ancor prima di cadere nel mobbing o nel burnout. I fenomeni negativi - problemi, conflitti, malessere, errori - secondo i nuovi studi di area neuropsicologica, vengono prodotti da almeno tre cause: come umani registriamo difetti in particolar modo nelle funzioni emotive (negatività biologica); come persone siamo fortemente inclini a piccinerie e discriminazioni (negatività psicologica); siamo inoltre sospinti nel negativo anche dai contesti, da gerarchie, interessi e contrapposizioni (negatività situazionale).
Il Metodo Antinegatività (MAN) è uno strumento pensato per riunioni, colloqui, situazioni, che può essere azionato da dirigenti, coordinatori, membri di gruppi. Il libro, un valido compendio teorico-pratico, passa in rassegna una serie di dispositivi efficaci, corredati da esempi e applicazioni. Un nuovo metodo per le Risorse umane, con molti spunti importanti per l'organizzazione resiliente.

Pino De Sario psicologo sociale, specialista in facilitazione, insegna all'Università di Pisa "Strumenti di facilitazione nel conflitto"; esperto di gestione delle negatività, aiuta le organizzazioni nei casi di conflitti, malessere, resistenza al cambiamento, applicando il Metodo Antinegatività. È autore per FrancoAngeli dei volumi La riunione che serve (2008), Far funzionare i gruppi (2010).

Indice


Introduzione
Parte I. Un nuovo concetto già evidente nella realtà
La negatività è frequente, è di ognuno, è diffusa
(I bachi innati del cervello, la negatività funzionale; Piccinerie e limiti personali, la negatività disposizionale; I contesti che ci peggiorano, la negatività situazionale; Perché la chiamiamo negatività, tratti e definizioni)
I "negativi similari": le domande per capire...
(Siamo davvero un po' tutti negativi?; I fattori di contagio sono del singolo o del contesto?; La negatività è innata o appresa?; Cosa attiva e cosa motiva la negatività, non dovremmo già essere tutti persone evolute?; I danni dell'ottimismo fisso e senza freni; Ma alla fine della fiera, la positività prevale, o no?)
Parte II. Un metodo innovativo al lavoro
Tre cose buone da fare
(Accogliere la negatività; Contenere la negatività; Trasformare la negatività in nuovi accordi e azioni)
Il Metodo Antinegatività
(Una nuova competenza: la "capacità negativa"; Metodo Antinegatività, coordinate; Dispositivo: esplorare, sostare, agire; Tecniche e allenamento: un manualetto)
Parte III. Le applicazioni concrete del "man"
Un lievito per tutti: strumenti per trasformare la negatività
(Gestire la negatività in riunione; Nel gruppo il "patto di capacità negativa"; L'incontro di rimotivazione, il "circle time"; Il capo deve dotarsi; Guidare i collaboratori, i tre pedali per la "nuova guida"; Se la negatività è media e alta, le due scale di negatività; Gestire sé, tenere a bada il proprio negativo, strumenti; La Facilitazione delle Risorse umane: spunti per l'organizzazione resiliente; Allenamento finale degli strumenti del MAN)
Bibliografia.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità