Lo sviluppo delle società umane tra natura, passioni e politica

Autori e curatori
Contributi
Alberto Giasanti
Livello
Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 168,      1a edizione  2014   (Codice editore 1168.1.54)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Lo sviluppo delle società umane tra natura, passioni e politica
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891707413
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891717634
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Molti diffidano della parola sviluppo, perché vedono anche ciò che essa nasconde: povertà, disuguaglianze, avidità, esclusione, degrado ambientale, conflitti violenti, criminalità. Perché le società umane si sviluppano così? È possibile cambiare rotta? Questo libro vuole incoraggiare gli attori del cambiamento con buoni argomenti e traendo insegnamento dalle tante esperienze innovative in corso dappertutto.

Utili Link

Il Sannio Lo sviluppo delle società tra natura passione e politica (di A.De Lucia)… Vedi...
La Repubblica (ed.Napoli) L'uomo che scelse i matti per amici (di A.Marchitelli)… Vedi...

Presentazione del volume

Le società umane si sviluppano, ma lo fanno spesso senza rispetto per le persone più deboli e tradendo la funzione protettiva per tutti che invece dovrebbero avere. Così molti diffidano della parola sviluppo, perché vedono anche ciò che essa nasconde: povertà, disuguaglianze, avidità, esclusione, degrado ambientale, conflitti violenti, criminalità.
Perché le società umane si sviluppano così? È possibile cambiare rotta?
In questo libro si affronta la questione in modo originale, riflettendo sulla definizione di sviluppo, sui bisogni e i desideri umani che lo animano e sulle dinamiche che lo distorcono, portando la maggior parte delle persone a pensare e ad agire contro il proprio interesse e i politici a mancare regolarmente l'obiettivo del bene comune. Si cerca anche di capire meglio perché gli umani abbiano sopportato per millenni le cattive conseguenze dello sviluppo e siano poi giunti, negli ultimi due secoli, a desiderare sempre più decisamente di liberarsene. Così si è aperto un periodo storico molto incerto, ancora dominato dallo sviluppo diseguale e squilibrato ma in cui sono sempre di più le persone che vogliono costruirne uno di qualità molto diversa.
Questo libro vuole incoraggiare gli attori del cambiamento con buoni argomenti e trarre insegnamento dalle tante esperienze innovative in corso nel mondo. Ma può servire anche a chi, al momento, è solo alla ricerca di un senso alla propria presenza nella società.

Luciano Carrino, psichiatra, è stato a lungo responsabile, al Ministero degli Esteri, dei programmi di cooperazione Italia/Nazioni Unite per lo sviluppo umano in Africa, Mediterraneo, America Latina ed Europa dell'Est. È stato vice presidente della Rete contro la povertà dell'OCSE e consulente della Commissione Europea, del Parlamento Europeo e delle Nazioni Unite. Insegna in diverse università italiane e di altri paesi. Prima di occuparsi di cooperazione è stato uno dei più stretti collaboratori di Franco Basaglia nel lavoro di superamento dei manicomi e direttore del Centro di Medicina Sociale di Giugliano. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Perle e Pirati (2005), tradotto in varie lingue, e il Manuale dell'OMS Le Personnel Local de Santé et la Communauté face aux Catastrophes Naturelles (1989). È autore di diversi documentari televisivi per la Rai.

Indice

Alberto Giasanti, Prefazione
Presentazione dell'autore
Introduzione
Parte I. L'idea di sviluppo
L'idea di sviluppo, tra visioni parziali e slogan
Ripartire da zero
Dallo sviluppo autoritario all'aspirazione all'uguaglianza
A che può servire l'idea di sviluppo?
Le forze dello sviluppo
La razionalità dello sviluppo, tra esclusione e solidarietà
Il filo conduttore della competizione che esclude
Gli strumenti dello sviluppo squilibrato
Il non governo dello sviluppo
L'individuo e l'etica dello sviluppo
Parte II. Le esperienze innovative e le indicazioni per il futuro
Frammenti di futuro
Oltre i luoghi comuni
Strumenti per cambiare lo sviluppo
Una visione comune
Una coscienza comune
Una strategia comune e un terreno d'azione prioritario
Conclusione
Letture consigliate e siti web da visitare
Ringraziamenti.