Il controllo del flusso di cassa. Come prevedere e gestire il cash flow per la solidità finanziaria dell'impresa
Contributi
Fabio Bolognini
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 96,   1a ristampa 2017,    1a edizione  2014   (Codice editore 564.121)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 13,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 9,49
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 9,49
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Una guida semplice rivolta a tutti coloro che vogliono apprendere RAPIDAMENTE i principi base della gestione finanziaria dell’impresa. Propone un metodo per prevedere i fabbisogni di liquidità e gestirli in modo tempestivo, non in emergenza. Insegnerà a tenere sotto controllo il magazzino, monitorare i tempi di incasso dai clienti e di pagamento dei fornitori, prevedere le uscite periodiche per tredicesime, rate di mutui, e molto altro ancora…
Presentazione del volume

Una guida semplice rivolta a tutti coloro che vogliono apprendere rapidamente i principi base della gestione finanziaria dell'impresa.
Ogni azienda, per continuare nel tempo e avere successo, deve avere un cash flow (flusso di cassa) positivo. In altri termini deve produrre denaro contante (entrate) in misura superiore a quello utilizzato per pagare fornitori, dipendenti, tasse, ecc. (uscite).
In tempi recenti la crisi economica, la difficoltà nell'incasso dei crediti e il cambiamento della propensione delle banche a concedere prestiti e finanziamenti ha reso ancora più importante la gestione della liquidità.
Per questo un imprenditore accorto sa che tenere sotto controllo il livello e l'andamento dei flussi finanziari è determinante per garantire la buona continuazione dell'attività aziendale.
Questo libro è rivolto a tutti coloro che vogliono apprendere i principi base della gestione finanziaria dell'impresa e propone un metodo per prevedere i fabbisogni di liquidità e gestirli in modo tempestivo, non in emergenza. Occorre ad esempio, tenere sotto controllo il magazzino, monitorare i tempi di incasso dai clienti e di pagamento dei fornitori, prevedere le uscite periodiche per tredicesime, rate di mutui, ecc.
Il libro propone inoltre alcuni spunti di riflessione in merito alla gestione degli investimenti e in particolare a quelli immobiliari, che rappresentano spesso una causa del prosciugamento della liquidità aziendale.
Il testo è arricchito da esempi e casi concreti di aziende produttive e commerciali oltre che da tabelle e grafici (disponibili in Excel su richiesta agli autori) per poter mettere in pratica quanto appreso e migliorare la gestione della liquidità in modo semplice ed immediato.

Cristina Mariani, imprenditrice per 15 anni, conduce corsi di formazione in aziende, associazioni di imprese e camere di commercio. È autrice presso gli stessi tipi di Pricing (2012), Marketing low cost (2°ed., 2013) e di Comunicazione low cost (2010).
Alessandro Silva, già dirigente in area marketing e vendite presso primarie aziende e gruppi italiani ed esteri, è da anni impegnato nella consulenza ad imprese di piccole e medie dimensioni in affiancamento alla proprietà, anche su tematiche di budgeting, controllo di gestione e pricing.

Indice
Introduzione
I 7 principi base
(Principio n. 1. Trascurare la cassa è pericoloso; Principio n. 2. I budget sono necessari; Principio n. 3. Per poter fare dei budget e delle previsioni (in questo caso, relativamente alla cassa) bisogna conoscere almeno i principi base di contabilità; Principio n. 4. Una volta fatti i budget, bisogna poi rilevare i dati a consuntivo e confrontarli con i budget stessi; Principio n. 5. Principio di competenza e principio di cassa; Principio n. 6. Differenza tra il concetto economico e il concetto finanziario; Principio n. 7. L'imprenditore non necessariamente è anche un immobiliarista)
Il bilancio riclassificato
(I 9 pilastri del cash flow; Quantità vendute; Prezzi; Costi variabili; Margine di contribuzione; Costi fissi; Margine operativo lordo (MOL o EBITDA); Crediti verso clienti; Magazzino (scorte o rimanenze finali); Debiti verso fornitori)
Il capitale circolante
Il rendiconto finanziario: dove sono finiti i soldi?
Dal budget delle vendite al budget economico e al budget di cassa
(Perché è importante la "previsione"; Gli elementi del sistema previsionale; Il budget delle vendite (fatturato); Il budget di conto economico (ricavi, costi, risultato); Il budget di conto economico: la mensilizzazione; Il budget di conto economico: il timing di budget; Il budget di cassa)
Consuntivi e budget
(Il sistema di reporting e i dati di confronto)
Fabio Bolognini, Il cash flow nella crisi di impresa
Conclusioni
Bibliografia.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Segnalazioni

Pubblicità