Tra modernità e ricerca identitaria

Architettura e città in Colombia, 1920-1970

Autori e curatori
Contributi
Giovanna D'Amia
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 400,   figg. 100,     1a edizione  2021   (Codice editore 330.7)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tra modernità e ricerca identitaria Architettura e città in Colombia, 1920-1970
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 42,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835110590
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 36,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835124078
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume indaga i nessi e i conflitti tra i processi di costruzione di un’identità culturale nazionale e il carattere intrinsecamente internazionale della modernizzazione. L’autore propone una rinnovata storia del ‘campo’ dell’architettura in Colombia, partendo dai primi esperimenti modernisti e dai contemporanei tentativi di elaborare proposte architettoniche ‘nazionali’, fino alla piena affermazione del modernismo internazionale nel secondo dopoguerra.

Presentazione del volume

Il volume indaga i nessi e i conflitti tra i processi di costruzione di un'identità culturale nazionale e il carattere intrinsecamente internazionale della modernizzazione.
L'autore propone una rinnovata storia del 'campo' dell'architettura in Colombia, partendo dai primi esperimenti modernisti e dai contemporanei tentativi di elaborare proposte architettoniche 'nazionali', fino alla piena affermazione del modernismo internazionale nel secondo dopoguerra.
Si tratta di una storia sfaccettata, con uno sguardo aperto a riconoscere la dimensione transnazionale dei fenomeni culturali e la continua presenza di scambi e dialoghi regionali. Essa non si limita a indagare una serie di opere rappresentative o di biografie eccellenti, ma si estende allo studio delle pratiche e dei discorsi relativi all'architettura e alla città, senza dimenticare il contesto politico, economico, sociale e culturale colombiano.

Giaime Botti (Milano, 1987) è Assistant Professor presso il Department of Architecture and Built Environment della University of Nottingham Ningbo China. Laureato in Architettura al Politecnico di Milano, ha conseguito il Dottorato in 'Architettura. Storia e Progetto' al Politecnico di Torino e ha insegnato presso la Pontificia Universidad Javeriana di Bogotá. Le sue ricerche vertono sulla storia dell'architettura del Novecento in America Latina e sulla Cina contemporanea.

Indice

Giovanna D'Amia, Prefazione
Introduzione
Il campo dell'architettura tra stato modernizzatore ed eclettismo professionale (1920-1945)
L'architettura, l'arte e il problema dell'identità nazionale
(Anni Dieci: riforme, crescita e consolidamento di una professione; Gusti d'importazione come espressione di modernità; La riscoperta della tradizione coloniale in Colombia e America Latina; In cerca di uno stile nazionale; La scoperta di altre radici nell'arte e nella letteratura; Un'altra architettura nazionale: la matrice 'indigenista' nella decorazione; Note)
Le istituzioni dell'architettura: associazioni professionali e scuole
(Il riconoscimento della professione: la Sociedad Colombiana de Arquitectos; Formazione dell'architetto e conflitti professionali nella prima parte del Novecento; Le riforme di Alfonso López e la nascita della prima facoltà di Architettura; La Città universitaria: paradigma urbano della modernità latinoamericana; L'evoluzione dei piani di studio della Facoltà di Architettura di Bogotá; Le prime facoltà di Architettura a Medellín; Note)
La prima ricezione del modernismo internazionale
(Le Corbusier e l'architettura dell'epoca della macchina; Saggi di architettura moderna; Alcuni dubbi su 'cubismo' e 'macchinismo'; Non solo Le Corbusier: altri riferimenti, altri dibattiti; Lo stile del tempo e la vita moderna; Le letture degli architetti; Note)
La crescita delle città, il Piano e l'introduzione dell'urbanistica come disciplina
('Piani futuri': imprenditori e tecnici alla guida dei movimenti di riforma urbana; Il city planning americano e l'influenza dell'Institut d'urbanisme de Paris; Karl Brunner, l'introduzione dell'urbanistica come disciplina e il conflitto con gli ingegneri; Interventi pubblici e urbanizzazioni private negli anni Trenta; L'assimilazione del dibattito internazionale; Note)
Un professionismo d'importazione: vent'anni di sperimentazioni
(L'innovazione viene da fuori; Nuove tipologie per una città che cresce; La modernizzazione nelle periferie produttive; La modernizzazione della pratica, l'evoluzione delle forme; Un eclettismo diffuso, tra moda e tradizione; Il rinnovamento negli anni della 'Repubblica liberale'; In fuga dall'Europa: architetti tedeschi, austriaci e spagnoli in Colombia; Note)
Nuove geopolitiche: l'integrazione nella modernità internazionale (1945-1970)
Nuove pratiche, nuove forme: guardando verso nord
(La Colombia nella geopolitica della Guerra fredda; Gli Stati Uniti come nuovo epicentro del modernismo; Nuove tipologie, nuove tecnologie; L'architettura residenziale tra Breuer, Mies e Neutra; Gaitán, Ortega, Solano e la funzione sociale dell'architetto; La committenza nordamericana e i sui interlocutori locali; Tecnologie d'importazione e design colombiano; Note)
L'esplosione delle città e la resa all'informalità: ciam, pianificazione moderna e cinva
(Nuove visioni di città, tra progetto e realtà; Le Corbusier e il Piano di Bogotá; Gli 'esperti' stranieri e i Piani per Medellín e Cali; Politiche di modernizzazione e politiche per la casa tra 'La Violencia' e il regime di Rojas; Il cinva, tra latitanza dello Stato e ideologia del 'self-help'; Le città della costa: tra industria portuale e turismo; Note)
Anni Cinquanta e Sessanta: oltre l''organico' e il 'razionale'
(Fernando Martínez e il dibattito sull'architettura 'organica'; Il ritorno di Rogelio Salmona e i nuovi paradigmi spaziali; Le case 'canoniche' del modernismo colombiano; Rogelio Salmona e i suoi seguaci; Il concorso per la torre Avianca; Superando presunte dicotomie: Borrero, Zamorano & Giovanelli a Cali;
L'influenza del modernismo 'carioca', tra tendenze globali e attori locali; La frammentazione dei codici; Note)
La costruzione in cemento: tecnica e identità
(Il cemento armato negli anni dell'illusione 'desarrollista'; Un'immagine d'eccellenza, una pratica sperimentale; Prefabbricazione e innovazioni produttive, tra istanze sociali e spinte speculative; L'arte del cemento; Non solo cemento: padiglioni, capannoni e ponti; Note)
Libri, riviste e costruzione del 'canone': modernità nazionale e ideologia dello sviluppo
(Costruire il 'canone'; Territorio, nazione e immagine del modernismo colombiano; Un'identità stratificata; Note)
Conclusioni: cortine di fumo e nuove prospettive. Note
Fonti e riferimenti bibliografici
Indice dei nomi
Indice dei luoghi
Ringraziamenti.