La scure su Davide. Le leggi razziali del 1938
Contributi
Brunetto Salvarani
Collana
Livello
Dati
pp. 176,      1a edizione  2005   (Codice editore 2000.1093)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846463395

Presentazione del volume

1938. Tra la notte del 6 e 7 ottobre il Gran Consiglio del Fascismo promulga la Carta della Razza. Con questo documento i più autorevoli gerarchi fascisti insieme a Mussolini, che presiedeva la riunione, decisero e approvarono le direttive che sarebbero diventate gli articoli della futura legge del 17 novembre: le leggi razziali. La dichiarazione programmatica del Gran Consiglio fu ben presto resa esecutiva malgrado alcune vivaci proteste soprattutto della Santa Sede.

Ma perché furono promulgate? Leggi razziali o razziste? Antigiudaismo o pregiudizio? Certo il pregiudizio arriva da lontano con la necessità di individuare una sorta di 'capro espiatorio' in chiave sociale, così come di istigare a quello che è stato autorevolmente chiamato l'insegnamento del disprezzo. "La scure su Davide" non dimentica tale dato, si concentra sulle Leggi razziali e allo stesso tempo documenta il razzismo antiebraico in Italia lungo l'intero Novecento, muovendosi dagli anni della cosiddetta tolleranza fino agli inizi di una campagna antisemita conseguente alla nascita dell'asse Roma - Berlino che porterà ai primi provvedimenti razziali e sfocerà, di lì a poco, proprio nelle leggi razziali. Per gli ebrei, il lento cammino verso l'uguaglianza giungerà a compimento solo verso la fine degli anni '80 culminata con l'Intesa con lo Stato italiano.

Susanna Miselli , laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Modena. Ha approfondito le tematiche legate al mondo ebraico presso la cattedra di Diritto Ecclesiastico dell'Ateneo Geminiano e ha condotto una ricerca accademica sulle leggi razziali, oggetto anche della tesi di laurea.

Francesco Zarzana , collaboratore della Gazzetta di Modena dove si occupa prevalentemente di inchieste, cronaca, storia locale, cultura. Ha contribuito alla realizzazione del volume " Passaggi e paesaggi " prodotto dall'Assessorato al Turismo della Provincia di Modena e sempre per conto della Provincia si è occupato della definizione di itinerari storici, artistici, museali, naturalistici per il turismo scolastico nel territorio modenese. Ha svolto un'indagine conoscitiva per conto di "Modena formazione" sui percorsi della memoria nelle Comunità Montane Modena Est e Ovest. Ricopre il ruolo di assistente nel Collegio Universitario della Fondazione Collegio San Carlo.

Indice


Brunetto Salvarani , Prefazione
Introduzione. Breve storia degli ebrei dalle origini fino agli inizi del '900 in Italia
Gli anni della tolleranza
(Condizione giuridica degli ebrei in Italia e in Europa dagli inizi del XX sec. Fino al 1920; Rapporti tra Mussolini e gli ebrei dagli inizi della sua carriera politica fino alla Marcia su Roma; I difficili inizi; Verso l'accordo con gli ebrei. 1926-1928; I Patti Lateranensi e la L. 24 giugno 1929, n. 1159, sui "culti ammessi"; Il nuovo assetto delle Comunità israelitiche; I nuovi rapporti con gli Ebrei)
Di nuovo nel ghetto
(L'ascesa di Hitler. Mussolini mediatore; L'antisemitismo minaccia l'Italia; Sempre più vicini alla Germania, Inizia la campagna antisemita; I primi provvedimenti razziali; Le leggi razziali)
Il lento cammino verso l'eguaglianza
(Le reazioni alla promulgazione delle leggi razziali; Scoppia la II Guerra Mondiale; La caccia agli ebrei dopo l'8 settembre 1943; I limiti della sopravvivenza del R.D. 1731/1930; L'intesa con lo Stato italiano)