Tempo della scelta Scelta di tempo
Contributi
Giovanni Costa, Michele Costabile, Paolo Di Paolo, Adriano Fabris, Riccardo Maiolini, Francesco Stoppa
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 116,      1a edizione  2019   (Codice editore 1073.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 10,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 10,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Questo volume intende declinare il rapporto tra tempo della scelta e scelta del tempo. Restituire profondità storica alla libertà e alla rigenerazione dei processi significa riconoscere la capacità, tipicamente umana, di tenere insieme la responsabilità dello scegliere e la fedeltà al senso di un cammino condiviso, accogliere la fragilità e la polifonia delle differenze, imparare a intercettare l’opportunità del kairòs nella linearità insuperabile del cronos. Solo così ne risulterà valorizzata quella tessitura partecipativa senza la quale non si dà costruzione di sé né costruzione sociale.
Presentazione del volume


Formato tascabile

Viviamo un'epoca attraversata da venti di impetuosa rivalsa libertaria e da un'enfasi onnipervasiva sul primato assoluto dell'autonomia della scelta. Accanto a ciò, una velocità fine a se stessa detta i tempi di un'accelerazione progressiva che muove decisioni sempre più votate al mero aumento di possibilità. Decisionismo e presentismo diventano allora come i due lati di una medesima medaglia: mentre gli orizzonti si dilatano vertiginosamente, scardinando le tradizionali coordinate spazio-temporali, e il virtuale appare sempre più come il vero nome del globale, si fa strada il miraggio di una vita slegata, sospesa in un mondo senza storia e senza debiti. Autonomia senza responsabilità, presente senza tempo. A partire da tale orizzonte problematico, questo volume intende declinare il rapporto tra tempo della scelta e scelta del tempo. Restituire profondità storica alla libertà e alla rigenerazione dei processi significa riconoscere la capacità, tipicamente umana, di tenere insieme la responsabilità dello scegliere e la fedeltà al senso di un cammino condiviso, accogliere la fragilità e la polifonia delle differenze, imparare a intercettare l'opportunità del kairòs nella linearità insuperabile del cronos. Solo così ne risulterà valorizzata quella tessitura partecipativa senza la quale non si dà costruzione di sé né costruzione sociale.

Luca Alici è professore associato di Filosofia Politica presso l'Università degli Studi di Perugia. Tra i suoi libri: Fidarsi (2012), Il diritto di punire (2012), Patire e potere (2017), Filosofia politica (con R. Gatti, 2018), Dentro il conflitto, oltre il nemico (a cura di, 2018).

Silvia Pierosara
è ricercatrice di FilosofiaMorale presso l'Università degli Studi di Macerata. Tra i suoi libri: L'orizzonte e le radici. Sul riconoscimento del legame comunitario (2011), Legami privati e relazioni pubbliche. Una rilettura di Axel Honneth (2013), Differenze e narrazione. Per un universale etico condiviso (2018).

Indice
Luca Alici, Silvia Pierosara, Decidere (di sé). Oltre la preferenza dell'io
Paolo Di Paolo, "Non perdere mai di vista la realtà del prossimo"
Adriano Fabris, Etica del tempo, etica delle relazioni
Francesco Stoppa, Senza legami, storia e debiti. Per una clinica della modernità
Giovanni Costa, Tempi e pluralità, per una conciliabilità sostenibile
Michele Costabile, Riccardo Maiolini, AdVenture Economy: elementi di economia dell'innovazione imprenditoriale
Bibliografia
Note.