Learning by programming. Secondo rapporto sui fabbisogni professionali delle imprese italiane e la politica di programmazione dei flussi migratori
Contributi
Carlo Sangalli
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,   figg. 140,     1a edizione  2002   (Codice editore 1812.20)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 42,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846434111

Presentazione del volume

Anche quest'anno i dati del Sistema Informativo Excelsior confermano il carattere strutturale del fabbisogno di manodopera immigrata da parte dell'economia italiana, delineando uno scenario in cui la partecipazione degli stranieri al nostro mercato del lavoro crescerà ancora. Il lavoro immigrato è anzi destinato a diffondersi in nuovi settori e attività, ancorché evidente resti il rischio di etnicizzazione di taluni mestieri. L'indagine svolta alimenta quindi il dibattito sempre acceso sul ruolo del lavoro immigrato.

L'autrice, anche sulla scorta dell'esperienza internazionale, evidenzia la necessità di tenere in vita una pluralità di canali di ingresso legale, così da soddisfare i variegati fabbisogni dei sistemi produttivo (le imprese) e riproduttivo (le famiglie) garantendo al contempo un controllo sui flussi e limitando il loro impatto sulle società locali.

La complessità della questione e le sue molteplici implicazioni suggeriscono l'opportunità di un approccio improntato ad una logica di innovazione incrementale, capace di sottrarsi alla facile strumentalizzazione politica che rischia di non riuscire a garantire l'effettivo governo del fenomeno. Di qui il senso del titolo: Learning by programming , proprio per sottolineare come l'attività di programmazione degli ingressi sia fisiologicamente imperfetta e in quanto tale via via migliorabile, purché si costruisca attorno ad essa un sufficiente margine di consenso dell'opinione pubblica. Del resto, anche i più recenti orientamenti dell'Unione europea in materia (analizzati nella prima parte del volume) propongono un approccio flessibile, giustificato dall'idea di una "concorrenza verso modelli di successo", che comporta l'applicazione di regimi diversi nei vari paesi, per poi confrontare i risultati nell'ambito del meccanismo aperto di coordinamento sulla politica dell'immigrazione.

La programmazione non è dunque una decisione una tantum , ma un processo di apprendimento continuo che richiede un'intelligenza prospettica, in grado di riconoscere che il governo dell'immigrazione costituisce una sfida inseparabile dalla progettazione del futuro e dalla definizione di un modello di funzionamento societario che coniughi competitività economica e sostenibilità sociale.

Laura Zanfrini è docente di Sociologia dei processi economici e di Sociologia delle Relazioni Interetniche all'Università Cattolica di Milano, e collabora con la Fondazione I.S.MU. fin dalla sua istituzione. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni sui temi del lavoro, dello sviluppo locale e delle migrazioni internazionali. Per FrancoAngeli ha pubblicato Leggere le migrazioni , 1998 e "Programmare" per competere , 2000.

Indice


Carlo Sangalli , Presentazione
Introduzione
Lo scenario internazionale
(Le principali tendenze nelle politiche migratorie; L'esperienza canadese; Gli orientamenti comunitari: oltre "l'opzione zero"; La lezione dell'Europa Sud)
La partecipazione degli immigrati al mercato del lavoro italiano
(Le dimensioni del fenomeno e i problemi di misurazione; Tesi e opinioni sul ruolo degli immigrati; Un tentativo di bilancio della politica delle quote e il decreto flussi per l'anno 2001; Le questioni aperte)
I fabbisogni professionali delle imprese. Le indicazioni del sistema informativo Excelsior
(Caratteristiche della rilevazione; L'entità del fabbisogno; La distribuzione settoriale; Le figure professionali; I fabbisogni formativi; L'articolazione territoriale; Alcuni approfondimenti regionali; La graduatoria provinciale)
Un approfondimento sul caso lombardo
(La partecipazione degli stranieri al mercato del lavoro lombardo; I fabbisogni delle imprese; Il dettaglio provinciale)
Allegato. Tabelle relative alle assunzioni di extracomunitari nell'anno 2001 nelle regioni italiane.