Alberto Corticelli e figli. Editori-librai (con 15 lettere inedite di Rodolfo Morandi)
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  2000   (Codice editore 1615.6)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846419859

Presentazione del volume

Nel Dizionario Rompitascabile di A.F. Formiggini alla voce Corticelli si legge: "Specialista in Kipling e, in genere, in traduzioni da autori stranieri". La definizione è esatta ma limitativa per un editore che, seppur piccolo, si è cimentato nel corso della sua attività in molti generi editoriali.

Fondamentale resta la sua collaborazione con Rodolfo Morandi alla metà degli anni Trenta, quando il giovane intellettuale svolgeva sia la sua generosa azione cospirativa con la costituzione del Centro interno socialista, sia un lavoro "alla luce del sole" con l'intendimento di contribuire a sollevare il mercato editoriale dalla "condizione miserabile" in cui si trovava.

Dopo il distacco da Morandi e nel dopoguerra Corticelli va specializzandosi, nonostante alcuni tentativi nel settore politico-economico (la traduzione del volume secondo, parte I e II de Il Capitale di Karl Marx) nei libri illustrati per ragazzi e, in minor misura, nella divulgazione scientifica.

Assieme al secondogenito Cyril, Alberto Corticelli inizia anche una attività commerciale aprendo la libreria di via S. Tecla a Milano. Il figlio sviluppa a sua volta un proprio percorso intellettuale e lavorativo in campo editoriale, che proseguirà dopo la morte del padre, avvenuta nel 1952 e dopo la vendita della casa editrice a Ugo Mursia nel 1954.

Carlo Carotti (Salsomaggiore Terme, 1938), vive a Milano dove ha lavorato presso la Biblioteca nazionale braidense. Ha pubblicato testi sui periodici, sull'acquisto di materiale librario ed il Catalogo dei periodici politici milanesi 1945-1980 posseduti dalla Nazionale. Ha collaborato alla rivista "Classe" e tuttora collabora a "Biblioteche oggi", il "Giornale della libreria" e "Storia in Lombardia".

Indice


Gli esordi della casa editrice
(Le origini: Riccardo Quintieri e Leonardo Potenza; Le fonti; L'attività della casa editrice negli anni 1922-32)
La collaborazione con Rodolfo Morandi
(Il bisogno di una attività pratica e l'esperienza, come autore, presso la casa editrice Laterza; Una impresa autonoma "di più largo stile"; L'incontro con Alberto Corticelli e la costituzione del Centro Interno Socialista; Lavoro privato "alla luce del sole" e attività cospirativa; Le lettere di Rodolfo Morandi ad Alberto Corticelli durante "i viaggi d'affari"; Le collezioni di Rodolfo Morandi: "Storica" e "Inchieste"; L'"entourage" antifascista della Corticelli: autori e traduttori; Le motivazioni del distacco di Rodolfo Morandi; L'"altra produzione" di Corticelli negli anni 1933-35)
I secondi anni Trenta e la guerra. L'apertura della libreria
(Dopo il distacco di Morandi; Nuovi apporti economici. L'apertura della libreria nel 1940; Gli anni della guerra 1940-1944; La collana "Strenne"; Gli illustratori della Corticelli; Le collane dei primi anni Quaranta; La "bonifica libraria" alla Corticelli. Alcuni esempi)
Il secondo dopoguerra. L'epilogo
(Dal 1945 al 1952. La morte di Alberto Corticelli; Cyril Corticelli; Max e Cyril. La cessione della casa editrice ad Ugo Mursia nel 1954; L'attività autonoma di Cyril Corticelli. La cessione della libreria nel 1954)
Prezzi, tirature, ristampe, diritti e compensi
(Le pubblicazioni della Corticelli dal 1920 al 1932; Le pubblicazioni negli anni della collaborazione di Morandi; Le pubblicazioni della Corticelli dal 1945 al 1953)
Annali della casa editrice Alberto Corticelli 1922-1953
(Avvertenza; Volumi rilevati da Alberto Corticelli da Quintieri/Potenza; Casa editrice Alberto Corticelli)
Volumi pubblicati da Cyril Corticelli sotto altre ragioni sociali dal 1945 al 1968
Collezioni e continuazioni

Appendice
(Le lettere di Rodolfo Morandi ad Alberto Corticelli 1933-1935)