Commercio, passioni e mercato

Napoli nell'Europa del Settecento

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 228,      1a edizione  2020   (Codice editore 1573.468)

Commercio, passioni e mercato Napoli nell'Europa del Settecento
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891799227
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835102878
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume racconta la genesi di un clamoroso libretto, intitolato Della moneta, pubblicato nella Napoli del Settecento da Ferdinando Galiani, brillante scrittore, diplomatico ed economista destinato a una notevole fortuna in Francia. Geniale nell’impostazione e provocatorio nei contenuti, il libretto offriva una riflessione filosofica sul commercio, i suoi sviluppi e l’eco internazionale, spiegando come le ragioni di questa fortuna vadano rintracciate nell’idea che l’uso della moneta e persino la sua svalutazione fossero di per sé non solo naturali ma persino morali.

Presentazione del volume

Nell'Europa del Settecento, attraversata da guerre e carestie che segnavano la crisi dell'Antico Regime e posta drammaticamente dinanzi alla necessità di profonde riforme economiche e politiche, molti cominciarono a interrogarsi sulle soluzioni migliori per conciliare la nascita di un "mercato globale" con i problemi posti dalla libertà dei commerci, dalle politiche monetarie e dalle nuove disuguaglianze sociali.
A Napoli, una delle capitali europee e centro di importanti dibattiti culturali e politici, Ferdinando Galiani, brillante scrittore, diplomatico ed economista destinato a una notevole fortuna in Francia, pubblicò un clamoroso libretto intitolato Della moneta, tanto geniale nell'impostazione quanto provocatorio nei contenuti. Il libro racconta la genesi della riflessione filosofica sul commercio, i suoi sviluppi e l'eco internazionale, spiegando come le ragioni di questa fortuna vadano rintracciate nell'idea che l'uso della moneta, e persino la sua svalutazione, fossero di per sé non solo naturali ma anche morali, nel quadro di un sistema internazionale basato sulla pace e sullo sviluppo dei commerci al servizio dell'uomo.

Koen Stapelbroek è professore di storia del pensiero politico e di pubblica amministrazione all'Università Erasmus di Rotterdam nei Paesi Bassi. È stato Research fellow all'università di Helsinki e Visiting professor all'Università Ca' Foscari di Venezia. Le sue ricerche si sono concentrate sul pensiero politico ed economico, con particolare attenzione alle radici storiche dell'Europa unita, alla funzione dei piccoli Stati e delle politiche di neutralità nel sistema dell'equilibrio e al fenomeno dei porti franchi in una prospettiva di storia globale.

Indice

Introduzione. Commercio, passioni e mercato
Napoli e il mondo moderno: guerra, politica ed economia
Il piacere del commercio
La vera utilità contro il piacere
Amore, felicità e società
L'invenzione della moneta: dalla natura alla politica
Epilogo. Il pensiero napoletano, la Francia e l'Europa dei Lumi
Indice dei nomi.