Ippodamo di Mileto e gli "inizi" della pianificazione territoriale
Autori e curatori
Contributi
Attilio Belli
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 414,      1a edizione  2017   (Codice editore 1862.202)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 45.50
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 32.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 32.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il volume restituisce la caleidoscopica figura di Ippodamo di Mileto, indagata in tutte le possibili sfaccettature, che affiorano dalle fonti antiche e dalle diverse interpretazioni offerte dagli studiosi nel corso dei secoli. L’indagine si sofferma sulle restituzioni topografiche emerse dalle ricerche archeologiche, sulle molteplici interpretazioni dei piani a lui attribuiti e sulle diverse disamine del suo progetto di costituzione effettuate nei più disparati ambiti disciplinari.
Presentazione del volume

Il volume restituisce la caleidoscopica figura di Ippodamo di Mileto, indagata in tutte le possibili sfaccettature che affiorano dalle fonti antiche e dalle diverse interpretazioni offerte dagli studiosi nel corso dei secoli. L'indagine si sofferma sulle restituzioni topografiche emerse dalle ricerche archeologiche, sulle molteplici interpretazioni dei piani a lui attribuiti (Pireo, Turi e Rodi) e sulle diverse disamine del suo progetto di costituzione effettuate nei più disparati ambiti disciplinari (filosofia, filologia, storia antica, archeologia, storia del diritto, storia della matematica, storia militare, storia dell'economia, storia dell'architettura e dell'urbanistica, urbanistica, sociologia e scienza della politica).
L'autore ha inteso prediligere un approccio multidisciplinare, nel convincimento che lo storico dell'architettura debba innanzitutto ripercorrere i metodi progettuali e operativi che informarono l'ideazione, la progettazione e l'esecuzione delle opere, sia in ambito architettonico che urbanistico. In questo approccio complesso che si muove dentro una prospettiva di ricerca 'genealogica' di ascendenza foucaultiana, ritiene che in ogni piano o progetto vada dipanato il fitto intreccio di saperi sotteso alla formazione culturale degli architetti e degli urbanisti, alle influenze della politica e della società, alla prassi tecnico-progettuale, alla genesi delle forme, all'ideazione delle strutture, alla simbolica delle forme e degli spazi.

Filippo Barbera è Phd in Storia dell'architettura e della città, titolo conseguito presso il Dipartimento di Architettura dell'Università Federico II di Napoli. Ha effettuato studi sull'architettura del tardo barocco, soffermandosi sull'età dell'assolutismo, sul rapporto tra spazio e potere, sull'incidenza del simbolismo massonico nell'architettura del Settecento. Ha svolto ricerche sull'architettura delle ville vesuviane, sui giardini di Versailles e sull'opera dei giardinieri di corte Jacques Boyceau de la Barauderie e André Le Nôtre, operando una disamina delle matrici generative geometriche e simboliche dei progetti, tema che diverrà una costante di tutte le sue ricerche successive, relative ad altre epoche storiche: architettura e urbanistica greca e romana, architettura gotica, architettura moderna.

Indice
Attilio Belli, Prefazione
Introduzione
Ippodamo di Mileto: le fonti biografiche
Ippodamo di Mileto nella Politica di Aristotele
Raffronto tra la "Politeia" di Ippodamo di Mileto con i modelli di governo vigenti nelle città di Sparta e Atene
La forma della città e l'organizzazione del territorio secondo Ippodamo
Il piano urbanistico del Pireo come dispositivo militare
(La città del Pireo nella doppia strategia difensiva e offensiva; La questione della datazione dei porti connessa alla prima fase di urbanizzazione del Pireo; Le ricostruzioni della griglia ippodamea effettuate dagli archeologi; Il piano del Pireo come parte della strategia antiossidionale)
Sulla fondazione di Thurii e sul ruolo ricoperto da Ippodamo di Mileto
(Da Sibari alla fondazione di Thurii; Le vicende politiche di Thurii: dalla fondazione fino al prevalere del partito filospartano; L'Ippodamo di Aristotele e quello di Stobeo: un confronto alla luce delle vicende sociali e politiche turine)
Le leggi di Thurii
(Le diverse attribuzioni delle leggi turine. Una nuova ipotesi di lettura; Le norme sul diritto di famiglia, sull'istruzione e sulla sanità pubblica nella fonte di Diodoro Siculo; Dall'isonomia originaria della divisione ippodamea alla legge sulla compravendita di case e terreni)
Il piano urbanistico di Thurii
(Dimensione ed estensione della città di Thurii dedotta dalle fonti e dalle ricerche archeologiche. Ipotesi a confronto; Ipotesi demografica su Thurii dedotta dalla pianta della città finora scoperta; Ipotesi sull'estensione territoriale della città di Thurii)
Il piano urbanistico di Rodi
La città ordinata e disciplinata di Ippodamo in opposizione alla città democratica istigatrice di discordia
Bibliografia
(Fonti antiche; Libri e articoli)
Indice dei nomi.



Pubblicità