La città agìta

Nuovi spazi sociali tra cultura e condivisione

Contributi
Damiano Aliprandi, Lucia Baima, Cristian Cannaos, Nadia Caruso, Daniela Ciaffi, Silvia Crivello, Roberta Franceschinelli, Azzurra Muzzonigro, Roberta Novascone, Ianira Vassallo, Flaviano Zandonai
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 250,      1a edizione  2020   (Codice editore 1740.153)

La città agìta Nuovi spazi sociali tra cultura e condivisione
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 34,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891788191
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835102267
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

I contributi teorici e i casi studio che compongono questo volume mettono in scena un progetto dello spazio che si produce nell’agire, nei processi di riappropriazione e ri-significazione della città da parte delle comunità di prossimità. Un palinsesto eterogeneo, sia dal punto di vista degli obiettivi che dei metodi, che evidenzia la necessità per studiosi e progettisti di oggi di abbandonare gli approcci manualistici, per adottare un pensiero creativo e un agire collaborativo.

Presentazione del volume

La città contemporanea è sempre di più il prodotto di un'interazione dinamica, plurale e imprevista tra spazio e società. Le dicotomie tradizionali su cui si sono costruite politiche e progetti urbanistici risultano oggi superate, al punto da mettere in crisi linguaggi e strumenti disciplinari consolidati, spingendo studiosi e practitioners a creare nuove categorie di significato che raccontino come la città si produce oggi. Il libro parte dell'agire situato degli attori urbani nello spazio della città, quale punto di vista privilegiato. Lo spazio è il naturale dispositivo di espressione di conflitti e di innesco di collaborazioni, attraverso il quale leggere e interpretare le domande sociali del vivere urbano contemporaneo. I contributi teorici e le narrazioni di casi che compongono questo scritto mettono in scena un progetto dello spazio che si produce nell'agire, nei processi di riappropriazione e ri-significazione della città da parte delle comunità di prossimità.
Un palinsesto eterogeneo, sia dal punto di vista degli obiettivi che dei metodi, che evidenzia la necessità per studiosi e progettisti di oggi di abbandonare gli approcci manualistici, per adottare un pensiero creativo e un agire collaborativo.
La prima parte del testo approfondisce il rapporto fra pratiche, processi e città contemporanee, la seconda si sofferma sul ruolo che la cultura assume all'interno del complicato e multiforme panorama della trasformazione di parti di città, mentre la terza presenta 28 casi studio, tra loro volutamente molto eterogenei, approfonditi attraverso immagini, indicatori e sintetiche parti descrittive.
Ne emerge un panorama fortemente differenziato e la necessità di immaginare politiche e azioni di sviluppo declinate a partire dalle caratteristiche specifiche di ciascun bene e del contesto in cui esso è collocato.

Roberto Albano è architetto, Phd in Pianificazione territoriale e sviluppo locale, docente a contratto di urbanistica presso il Politecnico di Torino. È ricercatore presso Fondazione Fitzcarraldo, consigliere presso la Fondazione per l'Architettura di Torino. Ricerche e progetti che ha seguito ruotano intorno al tema degli eventi e degli spazi in disuso in cerca di nuove identità e funzioni.

Alfredo Mela è stato professore ordinario al Politecnico di Torino, dove ha insegnato sociologia dell'ambiente e del territorio presso corsi di Architettura e di Pianificazione Territoriale. È autore di numerosi saggi e libri, in particolare sui temi della città e della dimensione sociale dell'urbanistica.

Emanuela Saporito è architetto, PhD in Spatial Planning and Urban Development e docente a contratto di progettazione urbanistica presso il Politecnico di Torino. È socia fondatrice di OrtiAlti, progetto di innovazione sociale e rigenerazione urbana, e membro attivo di Labsus: laboratorio per la sussidiarietà, con cui si occupa di beni comuni e amministrazione condivisa.

Indice

Roberto Albano, Alfredo Mela, Introduzione: temi, pratiche, ispirazioni
Parte A. Luoghi e opportunità urbane: scenari, processi e occasioni
Nadia Caruso, Dalla rigenerazione al riuso temporaneo: pratiche di trasformazione della città contemporanea
Lucia Baima, INTENCITY. Introduzione ai dispositivi di intensificazione d'uso dello spazio urbano
Emanuela Saporito, Ianira Vassallo, Amministrazione condivisa e rigenerazione urbana: nuovi paradigmi
Roberta Novascone, La riconfigurazione della città attraverso gli spazi residuali: il ruolo dei migranti
Roberto Albano, Un patrimonio pronto a esplodere: un viaggio attraverso luoghi senza funzione
Daniela Ciaffi, Flaviano Zandonai, Beni comuni, innovazione amministrativa e impresa sociale: tanti strumenti, nessun modello?
Parte B. La cultura come fattore propulsivo di cambiamento e rigenerazione degli spazi
Silvia Crivello, Sviluppo urbano e cultura: strategie, retoriche e contraddizioni
Roberta Franceschinelli, Alla ricerca di spazi creatori di futuro: prossimità, integrazione e co-creazione
Azzurra Muzzonigro, Un viaggio attraverso le Nuove Istituzioni Culturali milanesi: spazio, governance e sostenibilità
Damiano Aliprandi, Attivazioni di spazi con il no profit: uno sguardo panoramico su fattori abilitanti e nodi critici
Parte C. Esempi in Europa di trasformazioni, riconversioni e buone pratiche
Emanuela Saporito, Introduzione ai casi: un quadro di buone pratiche
I casi studio
Cristian Cannaos, Postfazione: superare le dicotomie.