Utili invasori

Maurizio Ambrosini

A cura di: Fondazione Ismu

Utili invasori

L'inserimento degli immigrati nel mercato del lavoro italiano

Edizione a stampa

33,00

Pagine: 288

ISBN: 9788846417701

Edizione: 1a edizione 1999

Codice editore: 2000.900

Disponibilità: Nulla

I fenomeni migratori degli ultimi anni non sono direttamente collegabili ai fabbisogni di manodopera delle imprese, come avveniva nell'Europa centro-settentrionale degli anni '50 e '60. A prima vista, gli immigrati non sembrano avere possibilità di inserimento, soprattutto in un paese che conta quasi tre milioni di disoccupati. Eppure molti di loro trovano lavoro, irregolare e precario in molti casi, ma anche regolare e stabile, soprattutto nelle regioni settentrionali.

Il libro intende approfondire questo paradosso, ricorrendo alla letteratura sociologica internazionale, ai dati istituzionali disponibili, alle ricerche empiriche svolte nell'arco di un decennio. L'idea della costruzione sociale dei processi economici, elaborata dalla nuova sociologia economica, fornisce la chiave di lettura del fenomeno.

Gli immigrati acquistano così un nuovo protagonismo: né vittime sballottate, né pericolosi criminali, appaiono in queste pagine come soggetti attivi che, attraverso le reti sociali che riescono con maggiore o minore efficacia a costruire e all'appoggio di diverse agenzie italiane, incontrano i fabbisogni del mercato del lavoro.

Nell'ultimo capitolo l'autore intende inoltre suggerire alcune linee di politica sociale per promuovere e accompagnare l'integrazione degli stranieri nella realtà del nostro paese.

Ricostruendo i processi che producono l'inserimento degli stranieri, questo libro aiuta anche a comprendere da un punto di vista inconsueto una serie di aspetti del mondo del lavoro e della società italiana.

Maurizio Ambrosini , dopo aver lavorato per diversi anni in Università Cattolica, insegna attualmente metodologia e tecnica della ricerca sociale e sociologia del lavoro nell'Università di Genova. Da tempo si interessa dell'immigrazione straniera in Italia. Collabora con la Fondazione Cariplo-Ismu, dove si occupa di immigrazione e lavoro.

La Fondazione Cariplo-I.S.MU. svolge attività di documentazione, formazione e informazione, studio e ricerca sui temi della multietnicità.In questo ambito, il fenomeno migratorio assume un forte rilievo e ad esso è rivolta una serie di interventi su cui finora si è concentrata l'attività della Fondazione.

Il Centro di Documentazione, installato presso la sede operativa della Fondazione (Foro Buonaparte, 22 - 20121 Milano - tel. 02/72023375 - e.mail: ismu@ismu.org), consente la consultazione di un ricco patrimonio di volumi e periodici, oltre che di una base dati costantemente aggiornata, e offre attività di consulenza attraverso una équipe di esperti in varie discipline.

Il Ce.Doc. è aperto al pubblico il martedì, il giovedì e il venerdì dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 17.30. Per ottenere informazioni di carattere statistico, legislativo e bibliografico è possibile anche accedere al sito web della Fondazione: http://www.ismu.org.


Il lavoro degli immigrati: un caso di costruzione sociale dei processi economici
(Dopo la crisi dell'economia fordista: il lavoro immigrato tra politiche di chiusura e nuove modalità di inserimento; La differenziazione delle porte di ingresso e dei percorsi occupazionali; Gli immigrati nei mercati del lavoro: un'azione economica radicata nelle relazioni sociali; Oltre le reti: un approccio micro-macro; Le valenze economiche dell'etnicità; Il contributo degli attori sociali autoctoni alla costruzione del mercato del lavoro immigrato; L'inserimento degli immigrati nel mercato del lavoro italiano: una sfida per l'analisi sociologica)
Declino e trasformazione di un modello: il lavoro straniero in Europa
(L'evoluzione dei flussi migratori; L'inserimento lavorativo; Tre esperienze migratorie a confronto: il caso tedesco; Il caso francese; Il caso britannico; Conclusioni: il lavoro immigrato dopo la crisi del modello di sviluppo post-bellico)
Un mondo sommerso: l'inserimento degli immigrati nell'economia informale
(Tra mercato e società: il posto dell'economia informale negli attuali processi di sviluppo; Gli immigrati nell'economia informale; I tratti caratterizzanti; Un lavoro disfunzionale?)
La creazione di piccole imprese da parte di immigrati stranieri
(Le ragioni di un fenomeno inatteso; Domanda e offerta di lavoro autonomo: L'imprenditoria immigrata nel contesto delle trasformazioni delle economie occidentali; I costi dell'intraprendenza; Verso una tipologia dell'imprenditoria immigrata; Imprenditorialità etnica e sviluppo di piccole imprese)
L'occupazione immigrata in Italia: uno specchio delle differenze territoriali
(L'occupazione nelle imprese: il rapporto con l'industria diffusa; Il settore del lavoro domestico: tra concentrazione metropolitana e diffusione sul territorio; Il settore agricolo: un polo di attrazione per il lavoro straniero; Le tendenze degli avviamenti al lavoro: la relazione con gli andamenti economici e l'effervescenza del Nord-Est; Conclusioni. Lavoro immigrato e disoccupazione italiana)
Luoghi e percorsi dell'occupazione degli immigrati
(Il commercio ambulante; Il lavoro domestico; Il lavoro agricolo; Il lavoro operaio; Il lavoro autonomo; Il caso della prostituzione; Conclusioni: oltre i concetti di complementarietà e concorrenza)
Le politiche possibili
(Politiche sociali per gli immigrati: alcune precisazioni concettuali; Modelli di integrazione degli immigrati; Politiche sociali e del lavoro per gli immigrati: il caso italiano; Frammenti di accoglienza: associazionismo volontario e solidarietà verso gli immigrati; Le politiche sindacali: una solidarietà centrata sui bisogni sociali; Uno sguardo alla nuova legge; Alcune linee di intervento).

Potrebbero interessarti anche