La principessa degli specchi.

Maria Rita Parsi

La principessa degli specchi.

Tecnica grafico-proiettiva di approccio bioenergetico e psicoanimatorio al corpo

La Principessa degli Specchi è una tecnica grafico-proiettiva di approccio bioenergetico e psicoanimatorio composta da immagini-stimolo da scegliere e completare e fiabe da inventare. Il volume ne propone un inquadramento teorico ed esempi dei possibili ambiti di utilizzo: da quelli individuali a quelli collettivi, da quelli con bambini e adolescenti a quelli con adulti.

Edizione a stampa

27,00

Pagine: 212

ISBN: 9788891751553

Edizione: 1a edizione 2017

Codice editore: 1305.244

Disponibilità: Buona

Pagine: 212

ISBN: 9788891757890

Edizione:1a edizione 2017

Codice editore: 1305.244

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 212

ISBN: 9788891757906

Edizione:1a edizione 2017

Codice editore: 1305.244

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

La Principessa degli Specchi è una tecnica grafico-proiettiva di approccio psicoanimatorio e bioenergetico al corpo, composta da immagini-stimolo da scegliere e completare e fiabe da inventare e agire creativamente. È una tecnica in cui grafismo, narrazione ed espressione corporea si fondono per dare origine ad un processo di consapevolezza che integra mente, corpo, emozioni ed immaginario. E il disegno, la fiabazione e l'azione creativa divengono strumenti di conoscenza di sé e dei propri vissuti.
La tecnica si sviluppa attraverso le cinque fasi che caratterizzano l'operatività psicoanimatoria della prova (ricerca, decodifica, elaborazione creativa, progetto, feedback).
Prende spunto da una fiaba-stimolo che racconta di una giovane principessa che, non riuscendo a specchiarsi pienamente nei 1.100 specchi a mezzo busto del suo castello, chiede aiuto a una serie di personaggi.
Chi utilizza la tecnica viene invitato a prendere consapevolezza della percezione del proprio corpo e a disegnare se stesso. Dovrà scegliere, poi, tra due diversi tipi di grafica ("semplice", cioè con pochi tratti definiti, e "strutturata", ossia con molti particolari che arricchiscono le fi gure), alcuni dei 13 personaggi a mezzo busto, disegnati frontalmente e di spalle, che costituiscono la proposta archetipicamente proiettiva della prova e completarli nelle parti mancanti.
Saranno proprio la scelta dei personaggi, la modalità con cui questi verranno graficamente "completati" e la storia familiare che intorno a loro verrà ideata, a far emergere sia il rapporto con le parti basse e radicanti del corpo (i piedi, le gambe, l'area genitale-sfinterica, l'addome) sia i vissuti e le dinamiche relazionali che costituiscono le proprie "radici" individuali, familiari e sociali.
Il volume offre non solo un inquadramento teorico della tecnica ma propone anche svariati esempi dei possibili ambiti di utilizzo: da quelli individuali a quelli collettivi, da quelli con bambini e adolescenti a quelli con adulti.
Il quaderno della prova è reperibile sul sito www.francoangeli.it/Area_multimediale.

Maria Rita Parsi, psicopedagogista, psicoterapeuta, docente universitaria, editorialista, scrittrice, è membro del Comitato Onu per i diritti dei bambini. Collabora con rubriche fisse, con quotidiani e riviste settimanali e mensili. Opinionista televisiva e presidente della Fondazione Fabbrica della Pace e Movimento Bambino Onlus, ha al suo attivo 78 opere tra testi scientifici, didattici, saggi, romanzi tra i quali: L'amore dannoso (Mondadori, 1999); La mente creativa. Dare anima all'anima in psicoterapia (FrancoAngeli, 2006); Amarli non basta (Mondadori, 2013); Maladolescenza (Piemme, 2014); Le parole dei bambini (Mondadori, 2014); I maschi son così. Penelope s'è stancata (Piemme, 2016).

Introduzione
Parte I. La psicoanimazione e la fiaba
La Principessa degli Specchi, la fiaba analitica
La psicoanimazione
(Il modello psicoanimatorio; Angela Gangeri, Riflessioni sulla metodologia psicoanimatoria; Il percorso psicoanimatorio: dalla fiaba alla fiabazione, alla tecnica La Principessa degli Specchi; Maria Beatrice Toro, I percorsi della psicoanimazione; La psicoanimazione. Perché?)
Parte II. Manuale de La Principessa degli Specchi
Premessa
La Principessa degli Specchi: tecnica di approccio psicoanimatorio al corpo
(Obiettivi dell'approccio psicoanimatorio al corpo; Modalità di somministrazione; Note sui criteri generali d'interpretazione dell'esercitazione psicoanimatoria di approccio al corpo)
Esperienze psicopedagogiche a scuola con la tecnica de La Principessa degli Specchi
(Esperienza nella scuola elementare; Esperienze di laboratorio per la comunicazione globale con ragazzi, insegnanti e psicoanimatori)
La nuova scrittura della fiaba a scuola
(La Principessa degli Specchi riscritta da...; Dialoghi per il nuovo testo teatrale)
Esperienze terapeutiche di gruppo con la tecnica de La Principessa degli Specchi
(Significato dell'esperienza e suoi obiettivi; Sperimentazione allargata della tecnica di psicoanimazione)
Bibliografia.

Contenuti dell'allegato

area multimedia

Contenuti dell'allegato:
Quaderno di prova della tecnica grafico-proiettiva de La Principessa degli Specchi.

Potrebbero interessarti anche