Logistica sostenibile: un'occasione di sviluppo & innovazione

Giulio Aguiari, Renzo Provedel

Logistica sostenibile: un'occasione di sviluppo & innovazione

Diverse esperienze nazionali e internazionali in cui la logistica risulta attenta al riuso e al riciclo dei prodotti e alla riorganizzazione dei sistemi di trasporto.

Edizione a stampa

30,00

Pagine: 272

ISBN: 9788820428181

Edizione: 1a edizione 2013

Codice editore: 100.805

Disponibilità: Discreta

Pagine: 272

ISBN: 9788820460662

Edizione:1a edizione 2013

Codice editore: 100.805

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

I modelli dei più avanzati Paesi UE uniti all'attivismo operativo della Cina, pur con le sue enormi contraddizioni, mostrano come i "Sistemi Paese" più organizzati hanno individuato nella sostenibilità il proprio riferimento di sviluppo e di competizione. Anche la strategia Usa sta orientandosi su questo percorso dopo gli stop and go tattici a livello politico di questi ultimi anni, mentre le sue grandi imprese hanno ormai conquistato una leadership in molti settori chiave dello sviluppo sostenibile.
Questo libro si propone di evidenziare come la logistica sostenibile possa contribuire a risolvere due grandi problemi: il degrado ambientale in atto e la crisi economica. Da un ruolo sostanzialmente operativo la logistica può assumere un ruolo strategico.
Che cosa è la logistica sostenibile? È una logistica capace di ideare nuovi circuiti di riuso e riciclo per trasformare gli "scarti" in materiali produttivi, di migliorare l'efficienza dei trasporti attraverso una mobilità delle merci che sia "optimodale" (scoprirete in questo libro la forza del "bollino blu" per certificare i trasporti sostenibili) e di coinvolgere gli attori della mobilità delle persone in una progettazione partecipata di soluzioni che migliori la qualità della vita.
Le PMI, che sono l'asse portante dell'economia del nostro Paese, spesso considerano la sostenibilità più un costo che un'opportunità vitale. Questo libro, narrando le diverse esperienze nazionali e internazionali dimostra proprio il contrario: i costi di produzione possono scendere grazie all'applicazione di tecnologie e processi sostenibili ed i ricavi possono migliorare grazie all'innovazione di prodotto che rilancia nel mondo il Made in Italy facendogli assumere una nuova qualità, la sostenibilità.
Un testo quindi non solo per i logistici in senso stretto, ma per gli imprenditori e i decision maker di tutte le organizzazioni.

Giulio Aguiari ha operato nel tempo in Olivetti, Montedison e, brevemente, nelle partecipazioni statali, come direttore di Organizzazione Industriale e successivamente direttore Logistica e Acquisti. Nei successivi venti anni, con la propria società di consulenza si è occupato di ristrutturazioni produttive e logistiche, soprattutto presso gruppi di grandi dimensioni. Tra i cofondatori di AILOG (Associazione Italiana di Logistica) ne è stato vicepresidente. È stato anche vice president e presidente designato di ELA (European Logistics Association). Promotore e cofondatore di SOS-LOGistica è stato riconfermato Presidente per tre mandati.
Renzo Provedel ha operato come responsabile della Logistica Ricambi in Iveco. Ha sviluppato competenze tecnologiche e manageriali in grandi gruppi industriali quali Fiat ed Ilva siderurgia, nelle aree ICT, automazione industriale, organizzazione e formazione. Cofondatore di SOS-LOGistica, è impegnato sui fronti della mobilità di persone e merci, dell'intermodalità ottimale treno-gommanave, delle nuove fonti energetiche per il trasporto. Oggi è imprenditore, focalizzato sull'open innovation, come broker di tecnologie e sull'approccio coaching per sviluppare i processi d'innovazione nelle imprese. Nel suo blog www.innovitaly.eu racconta la via italiana all'innovazione.



Introduzione
Ringraziamenti
Che cosa intendiamo per logistica sostenibile?
(Gli obiettivi; Gli indicatori di sostenibilità; Infrastrutture e intermodalità; Innovazione di prodotti e processi; Alcune ulteriori considerazioni; Il budget della terra in rosso)
Sfide e opportunità della logistica sostenibile
(Expo 2015 e infrastrutture; Alcuni scenari di riferimento; Aspetti di intermodalità e contraddizioni; Le sfide da considerare; Le responsabilità; Una situazione da fronteggiare; In cerca di Monsieur Delors...)
Il territorio come risorsa
(Stazione futuro: "qui si rifà l'Italia"; Le politiche regionali; Il Supply Chain Manager di Territorio (SCMT); Il Supply Chain Manager aziendale (SCM))
La complessità irrompe nella vita quotidiana
(La complessità; Forrester applicato a un caso logistico; Le dodici leve di Donella Meadows per governare un sistema complesso; Che cosa cambia per il Supply Chain Manager (SCM))
Urgenze ambientali e strategie in Europa, Stati Uniti e nelle nuove macroeconomie
(Alcuni scenari di riferimento; Il sorpasso dei BRIC?; Alcuni orientamenti dell'Europa in tema di energia; Considerazioni sul Giappone; Alcune indicazioni su come si è finora mossa l'Italia...)
Le nuove modalità della competizione in atto
(Sviluppo di prodotti e processi per la sostenibilità; Competere senza frontiere)
Un modello di logistica sostenibile
(Una vista d'insieme del sistema di logistica sostenibile; Smaltimento e ri-uso; Intelligenza di retroazione; Disegno & produzione; La fabbrica; Intelligenza di distribuzione; Uso consapevole del prodotto; Impatto sui Supply Chain Manager (SCM))
Il fenomeno dell'autoproduzione e del risparmio: tutti produttori
(L'idrogeno come modello di autoproduzione; Le autoproduzioni; Smart grid; Che cosa cambia per il Supply Chain Manager (SCM))
Come realizzare la sostenibilità di prodotti e processi?
(La transizione a una differente economia; Quality Function Deployment (QFD); Alcune regole del gioco)
La progettazione partecipata e l'intelligenza connettiva
(La logistica sostenibile diventa "connessa": un nuovo paradigma?; Il trasporto di merci e di passeggeri: il caso Italia; Conclusioni sulla progettazione partecipata; Che cosa cambia per il Supply Chain Manager (SCM))
Tecnologie abilitanti la logistica sostenibile
(Le tecnologie abilitano la sostenibilità; Info-tech; Bio-tech; Nano-tech; Impatto sui Supply Chain Manager (SCM))
Tutto diventa digitale
(Quali domande ci possiamo porre?; Lo sapevate che?; Le fabbriche digitali; Il mondo digitale abilita la sostenibilità dei "sistemi" del mondo; Il mondo digitale sviluppa nuove forme d'interazione tra le persone)
Alcuni aspetti operativi della sostenibilità logistica
(Certificazione; Le opportunità del riciclo)
Considerazioni e prospettive per l'energia
(Le principali problematiche con cui conviviamo; Mobilità ed energia: alcune esperienze in atto; Il sogno dell'idrogeno; Alcune iniziative per ridurre le emissioni delle auto)
Infrastrutture, le belle addormentate della Logistica italiana
(Il porto di Genova, un caso esemplare di ritardi e di opportunità logistiche; Il ruolo strategico del Piano Nazionale della Logistica)
Utilizzatore innovatore
(Chi è il leader dell'innovazione?; Kaizen e innovazione: i dipendenti come risorsa; Attivare i dipendenti sulla filiera della logistica sostenibile; Attivare i clienti sulla filiera della logistica sostenibile; Che cosa cambia nel ruolo del Supply Chain Manager (SCM))
Open innovation, un nuovo paradigma per la logistica sostenibile
(Le novità nello scenario dell'innovazione; Che cos'è un paradigma?; Il paradigma dell'open innovation; Che cosa cambia per il Supply Chain Manager (SCM))
Aspetti peculiari nella reverse logistics e l'onda del greenwashing
(Il riciclo del paesaggio; Sostenibilità e greenwashing; Una nuova logistica del lavoro avanza...)
Un ripasso delle principali problematiche e opportunità in gioco
(Conferenze sull'ambiente: scenari strategici o passerelle?; Alcune considerazioni sui principali mutamenti che incidono sul nostro sviluppo e in parte sulla logistica stessa; Qualche riflessione finale)
Conclusioni
Bibliografia
Sitografia.

Potrebbero interessarti anche