Spostando mattoni a mani nude

A cura di: Francesca Brezzi, Giovanna Providenti

Spostando mattoni a mani nude

Per pensare le differenze

Edizione a stampa

34,50

Pagine: 304

ISBN: 9788846449030

Edizione: 1a edizione 2003

Codice editore: 1520.426

Disponibilità: Discreta

"Ospitalità significa il diritto che uno straniero ha di non essere trattato come un nemico a causa del suo arrivo sulla terra di un altro... non è un diritto di accoglienza a cui lo straniero possa appellarsi, ma un diritto di visita , che spetta a tutti gli uomini, il diritto di offrire la loro società in virtù del diritto della proprietà comune della superficie terrestre, sulla quale, in quanto sferica, gli uomini non possono disperdersi all'infinito, ma alla fine devono sopportare di stare l'uno a fianco dell'altro".

Così Kant in un'opera non sufficientemente letta e meditata, Per la pace perpetua del 1795, da cui prendiamo le mosse per compiere tuttavia un salto temporale fino ai nostri anni, nell'epoca cioè in cui il diritto di visita kantiano si scontra quotidianamente di fronte ai flussi migratori, ai conflitti etnici, a una geografia planetaria continuamente ridisegnata secondo la ricchezza e la povertà degli esseri umani.

Il secolo ventesimo non è stato solo il secolo dei sistemi totalitari, ma anche il tempo della decolonizzazione, cioè di un grande processo di liberazione, di uno straordinario fenomeno di civilizzazione che ha segnato l'inizio di un mondo multiculturale interamente nuovo: le culture non europee hanno raggiunto l'autoconsapevolezza, il valore di sé, la giusta ambizione a giocare un ruolo importante in un mondo rinnovato, democratico e policentrico. È seguito altresì un arricchimento di tematiche, si sono aperte inedite costellazioni concettuali e nuove problematiche, non solo la differenza di genere, ma anche di cultura, di razza, di religione etc., che vengono affrontate in questo testo da varie angolature, con l'impegno di competenze diverse.

Il presente libro non si limita tuttavia ad un'analisi teorica, ma se è vero che la storia del pensiero non si muove lontano dal cammino dell'uomo , ma lungo il suo stesso sentiero, lo scopo e l'urgenza di una riflessione su questi argomenti è necessaria per opporsi a quel vento di intolleranza e di violenza verso il diverso che percorre la società europea, per evitare l'indifferenza di fronte a conflitti che si svolgono alle porte di casa nostra, per superare l'incomprensione di una società, che, frantumata e frammentata nell'incontro con l'altro, lo straniero, mostra cifre di difficoltà nel dialogo e sulla via di una nuova integrazione.

Dai singoli saggi emerge la plurivocità dei concetti qui presi in considerazione, quali multiculturalismo in primis , ma anche diritti umani, globalizzazione, questione femminile nel Sud del mondo, che si offrono alla discussione e al dibattito per comprendere come ancora molte siano le sfide da affrontare.


Francesca Brezzi , Presentazione
Giovanna Providenti , Spostando mattoni a mani nude: una introduzione
Parte I. Spostare il mattone della parità intesa come concessione
Oltre la cittadinanza imperfetta
( Marisa Forcina , Una difficile cittadinanza in una politica indifferente; Gabriella Bonacchi , L'impossibile universalismo delle donne; Sara Cabibbo , Evocando Minerva. Donne, ricerca scientifica, trasmissione didattica; Lorella Cedroni , Rappresentare la differenza)
Dentro i saperi delle donne
( Francesca Brezzi , Donne e religione: sfida e inquietudine; Gabriella Rossetti , Religione, culture e universalità dei diritti; Giacomella Orofino , Le dakini, custodi della sapienza nel buddhismo indo-tibetano)
Parte II. Spostare il mattone della distinzione intesa come opposizione
Le esperienze delle donne
( Maria Immacolata Macioti , Donne immigrate fra più culture; Stefania Alotta , Coppie miste e comunicazione inter-culturale; Anna Maria Tomassini , Donne d'Algeria, "fra desiderio e morte"; Patrizia Pellini , Un'esperienza in mezzo agli zingari; Merchedes Frias , Un'esperienza di intercultura e solidarietà; Shera Lyn Parpia , La realtà delle donne indiane)
Percorsi per una società interculturale
( Francesco Susi , L'educazione interculturale: problemi e prospettive; Massimo Ghirelli , L'intercultura e le molteplici identità; Pauline Ogho Aweto , Le donne africane in una prospettiva interculturale; Ndjock Ngana , Lavorare nella mediazione culturale)
Parte III. Spostare il mattone del "non puoi cambiare le cose"
erso un ethos globale: il difficile dialogo Nord-Sud
( Lidia Cirillo, Problemi, potenzialità, incontri nella globalizzazione; Laura Pennacchi , Il ruolo economico dello Stato in un sistema globalizzato; Alberto Castagnola , Il debito dei paesi poveri)
Bioetica e psicoanalisi
( Luisella Battaglia , Curare e prendersi cura. Bioetica e umanizzazione della medicina; Marianna Gensabella Furnari , La bioetica, le donne e la voce di Cura; Lidia Procesi , Pari e diversi nelle dinamiche psicologiche; Simona Argentieri , Madre/padre, paterno/materno: le trasformazioni della funzione genitoriale nella nostra epoca)
Giovanna Providenti , Bibliografia

Contributi: Stefania Alotta, Simona Argenteri, Pauline Aweto, Luisella Battaglia, Gabriella Bonacchi, Alberto Castagnola, Lorella Cedroni, Stefano Ciccone, Lidia Cirillo, Marco Deriu, Marisa Forcina, Merchedes Frias, Marianna Gensabella Furnari, Massimo Ghirelli, Shera Lyn Parpia, Maria Immacolata Macioti, Ndjock Ngana, Giacomella Orofino, Patrizia Pellini, Laura Pennacchi, Lidia Procesi, Gabriella Rossetti, Francesco Susi

Collana: Sociologia

Argomenti: Filosofia morale - Filosofia politica e sociale - Cooperazione allo sviluppo, rapporti nord-sud, emigrazione - Sociologia delle migrazioni e dello sviluppo

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche