Grandi a piccole dosi. La parentesi omeopatica di vite famose
Autori e curatori
Collana
Livello
Dati
pp. 184,   figg. 20,     1a edizione  2005   (Codice editore 2000.1098)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846465184

Presentazione del volume

Noti e meno noti raccontano la parentesi omeopatica delle loro vite. Tanti volti escono dalla penombra. Che cosa li unisce? Perché, nei momenti in cui la salute vacilla, si rivolgono all'omeopatia, rimanendone poi strenui sostenitori?

Libertà, magica parola che ha in sé l'idea di fratellanza. La mia libertà è in funzione della tua! Questo rende tutti simili. Simili, ma non uguali. Diversità nell'uguaglianza. Quindi, individuo come presupposto di libertà.

Questo è un testo di "storia minima". I personaggi scelti appartengono al "secolo lungo", l'epoca che va dal 1789 al 1914. Il "secolo breve", il nostro, caratterizzato da ideologie, che hanno utilizzato strumentalmente le masse, è finito! Si incomincia a riparlare di individuo. Riferimento all'"altro". Questa è l'omeopatia. Accettazione di sintomi personali da inserire nella malattia. Incontro. Il dialogo è il vero protagonista! Siamo tutti tessere di un grande mosaico. Chi soffre, in qualunque epoca viva, sente la necessità di raccontare se stesso. Desidera essere considerato dal proprio terapeuta, una singolarità.

Francesco Eugenio Negro (Roma, 1944), medico e pubblicista, autore di diversi testi sull'omeopatia, tra i quali: Introduzione alla medicina omeopatica (Masson, 1979); Il paziente, il medico e l'omeopatia (Palombi, 1989); L'uomo tra salute e malattia (Borla, 1992) con Antonio De Filippo; Ho visitato Chopin (FrancoAngeli, 1994); Dizionario di omeopatia (Sperling e Kupfer, 1995) con Antonio De Filippo; Omeopatia (Newton Compton, 1996); Omeopatia perché. Una risposta a tutte le vostre domande (FrancoAngeli, 1998) con Luciano Ragno; Il medico di Van Gogh. L'importanza del rapporto medico-paziente (FrancoAngeli, 1998); Aspettando Ippocrate. Verso la medicina totale (FrancoAngeli, 2000); Céline. Medico e malato (FrancoAngeli, 2001). Scrive su quotidiani e partecipa a numerose trasmissioni televisive.

Indice


Introduzione
Le origini del pensiero omeopatico
Re e Regine
Una guarigione straordinaria. Joseph Vanceslao Radetzky
All'epoca della Regina Vittoria. Benjamin Disraeli
Omeopatia in rima. Giuseppe Gioacchino Belli
Una vita per la libertà. William Cullen Bryant
L'omeopatia scopre l'America
Una visita a domicilio. Ernest Wilfrid Legouvé
L'"alternativo" per disperazione. Antonin Artaud
Negli anni di Fidelio. Ludwig Van Beethoven
Gelosia? Nicolò Paganini
Una morte misteriosa. Maria Felicita Malibran
Note omeopatiche. Friederich Wieck, Robert Schimann, Klara Josephine Wieck
Una coppia omeopatica. Fryderyk Chopin, George Sand
Sensazioni colorate. Paul Ferdinand Gachet
Tra filosofia e medicina. Antonio Rosmini Serbati
Colera, Papi e Papato
Conclusione.



Pubblicità