Temporary shop: per vendere e farsi conoscere (in tempo di crisi)
Autori e curatori
Contributi
Luca Pellegrini
Collana
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 144,      1a edizione  2018   (Codice editore 1060.298)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il temporary shop è l’ultima frontiera del retail: una formula innovativa, che ha le sue regole, un contratto ad hoc e un indotto (dal catering agli arredi, dalla comunicazione all’organizzazione di eventi). Il volume descrive le origini e le potenzialità di una nuova professionalità: quella del Temporary retailer, in grado di fornire alle aziende (clienti dei temporary stores) risultati apprezzabili in termini di comunicazione e di vendita.
Presentazione del volume

Il fenomeno del temporary shop, nato in Inghilterra agli albori del nuovo millennio, si è diffuso in Italia a partire dal 2005 per poi intensificarsi negli ultimi anni soprattutto a Milano, dove si è consolidato fino a diventare un'innovativa nicchia di mercato.
Il fatturato dei temporary shop ha ormai superato 80 milioni di euro nell'ultimo anno e a innervarlo non è soltanto l'offerta dei locali ma anche l'indotto: dal catering agli arredi, dalla comunicazione all'organizzazione di eventi. Un mix di servizi, correlati alla location, che richiedono un approccio sempre più professionale nella gestione e nello sviluppo degli spazi temporanei.
Temporary retailer potrebbe essere il nome di una nuova professione, che permetta di coordinare processi organizzativi complessi, in grado di fornire alle aziende, clienti dei temporary stores, risultati apprezzabili in termini di comunicazione e di vendita.
Potremmo dire che "temporary store" è un ossimoro, perché in realtà è uno spazio permanente a disposizione di chi vuole recitare nella scena dello shopping. È anche un'occasione per le strade dove si inseriscono, che acquisiscono un elemento di attrattività e di cambiamento di scena. Ma il temporary shop è, soprattutto, l'ultima frontiera del retail: una formula innovativa, che ha le sue regole, un contratto ad hoc e un'Associazione - Assotemporary - che da dieci anni la studia, la promuove e lavora per la sua definitiva legittimazione.

Massimo Costa
, laureato in giurisprudenza all'Università degli Studi di Milano, è pubblicista e autore di libri sulla moda e il retail. Ha fondato, con alcuni imprenditori, Assotemporary, Associazione aderente a Confcommercio, leader nel settore dei Temporary Spaces, che proprio nel 2018 festeggia il suo decennale.

Indice
Luca Pellegrini Prefazione
Introduzione al temporary shop e cenni storici. Luoghi dello shopping in divenire
(Temporary store; Un po' di storia; Il contesto economico-sociale; Arcipelago temporary shop; Pop up store; L'esperienza di Your Temporary; Temporary shop on line; Street marketing)
Temporary shop: tra vendita e comunicazione
(Digressione sul tempo; Le peculiarità del temporary shop; Altre funzioni del temporary shop; Il pubblico e il temporary shop; Tempi di crisi)
Temporary retailer: una nuova professione
(Andiamo in Sidecar; Perché il temporary shop; L'attività di temporary retailer; La location; Casi di successo; Pionieri ed epigoni - Progetto Bianco; Temporary shop design)
Le prospettive del temporary shop
(Quattro temi)
Le regole del gioco. Aspetti contrattuali
(Introduzione; Un contratto per il temporary shop; Aspetti pubblicistici ed urbanistici)
Una guida per orientarsi
(Introduzione; Presentazione dei modelli)
Assotemporary e il temporary shop spiegato dai media
(Anche il temporary shop ha la sua associazione; Il temporary shop spiegato dai media)
Biografia.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità