L'Europa di carta. Guida alla stampa estera
Autori e curatori
Contributi
Antonio Di Bella
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 228,   1a ristampa 2012,    3a edizione, ampliata  2007   (Codice editore 1615.18)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846488237

Utili Link
Il Giornale Ecco le bufale della stampa estera (di Stefano Filippi)… Vedi...
Presentazione del volume

Vale la pena di studiare il giornalismo dei maggiori paesi europei. È questa la premessa del volume di Giancarlo Salemi che fornisce una radiografia del giornalismo, soprattutto quotidiano, di quattro paesi: Germania, Gran Bretagna, Francia e Spagna. La Repubblica, 29 dicembre 2002

Chissà se il prossimo passo verso il superamento dei confini nazionali sarà la nascita di un quotidiano rivolto a tutti i cittadini europei. In fondo, il giorno in cui un giornale per la prima volta aprirà con la stessa notizia, uguale per tutti i suoi variegati lettori, potrebbe non essere così lontano. L'Unità, 9 gennaio 2003

La tradizionale divisione inglese tra quality e popular. Gli spagnoli alle prese con la ricostruzione democratica dopo Franco. Certo sciovinismo intellettuale francese. E la potenza di fuoco dei quotidiani tedeschi, con 25 milioni di copie vendute. È questa l'Europa di carta, ottima bussola per comprendere gli orientamenti della stampa estera. Il Foglio, 14 marzo 2003

Il confronto con i giornali tedeschi, inglesi, francesi e spagnoli è essenziale per uscire dal cortile di casa, per misurarsi senza provincialismi (o nostalgie) con i cambiamenti materiali e culturali, tecnici e politici dell'informazione. La Stampa, 12 marzo 2005

Raccontare la storia dei quotidiani è anche un modo di raccontare la storia di un paese. La lettura di questo libro appare quanto mai utile in un paese in cui della stampa dei media internazionali si parla molto ma si conosce poco. Corriere della Sera, 4 aprile 2005

Giancarlo Salemi, giornalista professionista, ha lavorato nelle redazioni del Tg4, Il Giornale, Liberal, Affari & Finanza e, come corrispondente, per Tribuna de Actualidad. È stato tra i curatori della comunicazione aziendale di Cirlab, Netsystem ed Enel. È autore del libro El Paìs, le ragioni di una svolta (FrancoAngeli, 1999) e coautore del volume Guido Gonella, il giornalista (Edizioni Goliardiche, 2006). Dal 2001 insegna Storia del giornalismo europeo all'Università Lumsa di Roma. Nel 2006 ha vinto il premio giornalistico Addetto stampa dell'anno per l'economia. Attualmente è capo ufficio stampa del Ministero del Commercio Internazionale.

Indice


Antonio Di Bella, Prefazione. Guardare alla stampa europea per capire i nostri paradossi
Storia del giornalismo tedesco
(Bismarck, Hitler, Kohl: i tre volti del giornalismo tedesco; La vecchia signora del giornalismo tedesco: Frankfurter Allgemeine Zeitung; Süddeutsche Zeitung, la coscienza liberale della Baviera; Popolare, quasi trash: ecco a voi Bild Zeitung; Le altre testate tedesche)
Storia del giornalismo inglese
(Tra stampa popolare e di qualità; Le sette vite di Mister Times; Se sono scandali fioriranno, parola di Sun; Daily Maily, il magazine quotidiano; Le altre testate inglesi)
Storia del giornalismo francese
(Un giornalismo militante e d'opinione; Monsieur Le Monde, il grillo parlante dei francesi; Le Figaro, conservatore ma non troppo; Radical chic e sessantottino, Libération parla alla gauche francese; Le altre testate francesi)
Storia del giornalismo spagnolo
(Il giornalismo spagnolo prima e dopo il generale Franco; Tutto il mondo è Paìs; El Mundo: un uomo, un giornale; La doppia vita del monarchico ABC; Le altre testate spagnole)
Il salto nel buio del giornalismo europeo
(Il giornalismo tedesco in cerca d'identità; Il giornalismo inglese, dalla guerra dei costi a quella dei tabloid; La crisi nera del giornalismo francese; Il modello Zapatero e il giornalismo spagnolo)
La free press conquista l'Europa
(Neo-quotidiani per neo-lettori; Il caso italiano, quando il free diventa use paper)
Bibliografia
Indice dei nomi.



Segnalazioni

Pubblicità