Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Autismo e gioco libero autogestito

Emidio Tribulato

Autismo e gioco libero autogestito

Una nuova prospettiva per comprendere e aiutare il bambino autistico

Chi è il bambino con autismo? Da cosa nascono i gravi sintomi dei quali soffre e quale significato hanno? Cosa turba il suo mondo interiore? A queste domande cerca di rispondere il libro che propone, per i bambini che soffrono di questo grave disturbo, una nuova terapia basata su un particolare tipo di gioco.

Edizione a stampa

23,00

Pagine: 176

ISBN: 9788820455460

Edizione: 1a ristampa 2019, 1a edizione 2013

Codice editore: 1305.187

Disponibilità: Discreta

Pagine: 176

ISBN: 9788891700865

Edizione:1a edizione 2013

Codice editore: 1305.187

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 176

ISBN: 9788891701367

Edizione:1a edizione 2013

Codice editore: 1305.187

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Chi è il bambino con autismo? Da cosa nascono i gravi sintomi dei quali soffre e quale significato hanno? Cosa turba il suo mondo interiore? Cosa pensa? Come vede e vive gli altri, il mondo che lo circonda e se stesso? Quali atteggiamenti lo irritano, lo spaventano e lo sconvolgono? Quali sono i comportamenti che lo rassicurano, lo aprono alla fiducia e alla gioia?
A queste e a tante altre domande cerca di rispondere questo libro che propone, per i bambini che soffrono di questo grave disturbo, una nuova terapia basata su un particolare tipo di gioco. Un gioco libero da ogni condizionamento esterno. Un gioco gestito dallo stesso bambino il quale, in questa fondamentale attività, diventa il vero leader, mentre il terapeuta assume il ruolo di amico affettuoso, empaticamente vicino, disponibile, che aiuta, sostiene e collabora, così da mettere il piccolo paziente in una condizione di piena autonomia e libertà.
Il libro, oltre che agli specialisti del settore, si rivolge anche alle famiglie di questi bambini e ai docenti scolastici indicando gli approcci più adeguati e funzionali.

Emidio Tribulato, medico, neuropsichiatra infantile e psicologo, già responsabile dell'équipe di neuropsichiatria infantile dell'Asl 5 di Messina ed ex direttore del centro Aias di Milazzo, attualmente dirige il Centro Sudi Logos di Messina ed è consulente del Consultorio Familiare Ucipem della stessa città. L'autore è da vari decenni impegnato nei servizi di prevenzione e cura delle situazioni di disagio che colpiscono i minori, le coppie e le famiglie. Tra le sue pubblicazioni più note ricordiamo: Voglia di crescere, L'educazione negata, Uomini e donne al bivio, Leggo anch'io, Mondo affettivo e mondo economico, Il bambino e il suo ambiente.



Prefazione
I segnali della sofferenza
(La vita emotiva; Comunicazione, linguaggio e interazione sociale; Il rapporto con gli oggetti; I giochi; Il contatto con la realtà; I disturbi delle funzioni cognitive; Le stereotipie e le resistenze al cambiamento; Le difficoltà ad accettare le frustrazioni; I disturbi della sessualità)
Le cause della sofferenza
(Le cause ambientali; Stress e frustrazione; Il trauma; I rapporti madre-figlio; I rapporti padre-figlio; I rapporti con le altre figure impegnate nella cura; La conflittualità ambientale; I ricoveri e le malattie fisiche; Il precoce allontanamento dal nido familiare)
Le prime esperienze di "Gioco Libero Autogestito"
(La bambina dei coriandoli; L'assassino delle bambole; Una maestra bugiarda?; Una bambina "indiavolata"; La levetta del grammofono; Una casetta per giocare; Il mondo di Giovanni)
La tecnica del "Gioco Libero Autogestito"
(I vari tipi di giochi; Importanza del "Gioco Libero Autogestito"; Le difficoltà nell'attuare il "Gioco Libero Autogestito"; Come operare in un setting di "Gioco Libero Autogestito"; Tre casi clinici; Famiglia e disturbo autistico; Scuola e disturbo autistico)
Conclusioni
Ringraziamenti
Bibliografia.

Potrebbero interessarti anche