Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Follia, tossicodipendenza e bisogni della persona.

Alessandro Bonetti, Raffaella Bortino

Follia, tossicodipendenza e bisogni della persona.

La doppia diagnosi tra psichiatria e dipendenze

Il volume vuole presentare una visione unitaria e completa del problema della “doppia diagnosi”, delineandone i vari aspetti: i cambiamenti della patologia e la necessità di considerare le persone prima delle loro malattie; il significato degli interventi e di quelli effettuati attraverso l’attività comunitaria; le tecniche di intervento in relazione al tipo di bisogno rilevato e degli oggetti di soddisfacimento ad esso adeguati...

Edizione a stampa

33,00

Pagine: 288

ISBN: 9788891705358

Edizione: 1a edizione 2014

Codice editore: 231.1.53

Disponibilità: Nulla

Pagine: 288

ISBN: 9788891704320

Edizione:1a edizione 2014

Codice editore: 231.1.53

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Questo libro nasce dal desiderio di testimoniare e ricordare l'esperienza trentennale di attività comunitaria del gruppo di lavoro di Raffaella Bortino.
La riflessione su tale periodo ha portato ad un lavoro catamnestico sui personaggi, con doppia diagnosi, che in questi anni sono transitati nelle Comunità: 102 storie di vita presso la Comunità "Fermata d'Autobus".
Dall'analisi di quelle esperienze sono scaturiti molti insegnamenti che, integrati con le riflessioni cliniche di G.C. Zapparoli, hanno dato corpo all'attuale metodologia di lavoro del gruppo.
Il volume vuole presentare una visione unitaria e completa della "doppia diagnosi", delineandone i vari aspetti: i cambiamenti osservati nella patologia e la necessità di considerare le persone prima delle loro malattie; l'importanza di comprendere i loro bisogni e i rispettivi sforzi per rispondervi; il significato degli interventi degli operatori e di quelli effettuati attraverso l'attività comunitaria; le tecniche di intervento in relazione al tipo di bisogni rilevati e degli oggetti di soddisfacimento ad essi adeguati.

Alessandro Bonetti, psichiatra e psicoterapeuta, già direttore dell'Ospedale di riabilitazione psico-sociale "Villa S.Giuliana" di Verona. È direttore dell'ex Ospedale Psichiatrico di Verona e responsabile del SerT dell'ULS. Socio fondatore dell'ISeRDIP (Istituto per lo Studio e la Ricerca sui Disturbi Psichici) fondato da G.C. Zapparoli.
Raffaella Bortino, sociologa, psicoterapeuta ed arte-terapeuta, si occupa da trent'anni dell'assistenza dei tossicodipendenti. A Torino ha fondato le Comunità "Il Porto" e "Fermata d'Autobus". È autrice di numerose pubblicazioni sulla sua esperienza con i tossicomani.



Ringraziamenti
Antonino Guerrini, Presentazione
Introduzione
I segni della follia
(Psichiatria e follia; La dipendenza dalle droghe; Un'ipotesi unitaria per "la doppia diagnosi"; Trent'anni di esperienza a "Fermata d'Autobus")
I bisogni specifici e le modalità di autocura del paziente
(Alcuni criteri generali sui bisogni; Modalità di auto-terapia dei pazienti)
Lavoro comunitario e pazienti con doppia diagnosi
(Premessa)
Considerazioni cliniche sul trattamento dei pazienti con doppia diagnosi
(Premessa)
Bibliografia.

Contributi: Antonino Guerrini

Collana: Clinica delle dipendenze e dei comportamenti di abuso

Argomenti: Clinica delle dipendenze: diagnosi e terapie

Livello: Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari - Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti