La sessualità e la teoria energetico-pulsionale

Freud e le conclusioni sbagliate di un percorso geniale

Autori e curatori
Contributi
Renato Sigurtà
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 112,      1a edizione  2005   (Codice editore 1240.254)

La sessualità e la teoria energetico-pulsionale. Freud e le conclusioni sbagliate di un percorso geniale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846470218

Utili Link

Gruppi Recensione (di Roberto Carnevali)… Vedi...

Presentazione del volume

La teoria energetico-pulsionale che Freud elaborò lungo tutta la sua opera, per spiegare le origini e il funzionamento della mente, è rimasta la pietra miliare della psicoanalisi, e soprattutto la parte più nota anche ai non addetti ai lavori. Pulsione, rimozione, libido, energia e altri termini sono entrati nel linguaggio comune. Eppure la teoria energetico-pulsionale è proprio quella parte, della grande opera freudiana, che più è stata criticata, dagli psicoanalisti stessi, che oggi la intendono superata, per lo meno nella originaria formulazione biologistica di Freud.
Il volume intende dimostrare che questa teoria fu elaborata a partire dalle prime ipotesi che Freud, ancora nell'Ottocento, aveva formulato sulla sessualità: queste ipotesi furono progressivamente estese e trasformate in un teoria organica che assunse un implicito valore di verità, o meglio di spiegazione di tutto il funzionamento psichico. L'Autore esamina i progressivi passaggi di pensiero, lungo tutto l'arco delle opere di Freud, evidenziando le progressive "congetture" (secondo la parola "erraten" dello stesso Freud) con cui egli "inventò" la teoria. L'invenzione fu utile, sostiene l'Autore: tutte le teorie in ogni scienza vengono "inventate" per la loro utilità al progresso di quella scienza. Ma tutte le teorie, in tutte le scienze, cambiano, se quella scienza progredisce, e vengono sostituite da altre teorie, più consone a far progredire quella scienza stessa. Così, in psicoanalisi, ci sono oggi teorie migliori di quella di Freud.
Il che nulla toglie alla genialità del pensiero di Freud, che l'Autore sottolinea, nel quadro delle scienze di quell'epoca.

Antonio Imbasciati è professore ordinario di Psicologia clinica e direttore della sezione di Psicologia nella facoltà di Medicina e chirurgia dell'Università di Brescia. Membro ordinario e analista di training della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e dell'International Psychoanalytical Association (IPA), è autore di 233 pubblicazioni di cui 38 volumi. www.alfapi.com/imbasciati.

Indice


Renato Sigurtà, Prefazione
Presentazione
Freud e la sessualità
Il genio e la teoria
Sensorialità di un'emozione
Sostanze nella psiche: l'ipostasi del vissuto
Sostanze tossiche da smaltire
L'orgasmo maschile
L'enigma della sessualità
Alla scoperta dell'eros: il transfer
Le zone erogene e la libido
La pregnanza dei "Tre saggi sulla sessualità"
Le conclusioni "sbagliare" di un percorso geniale: ad maiora!
La Metapsicologia
Dalla pulsione sessuale alla spiegazione dell'inconscio
La strega
Serve ancora lo studio della sessualità?




  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura

    Pubblicazioni in Open Access


    Pubblicità