Milano 1945-1980 Mappa e volto di una città.

Per una geostoria dell'arte

Autori e curatori
Contributi
Annalisa Bertani, Federica Boragina, Paolo Campiglio, Caterina Iaquinta, Maria Cristina Maccarinelli, Chiara Mari, Roberto Pini, Paola Proverbio, Francesco Tedeschi
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 160,   figg. 71,     1a edizione  2015   (Codice editore 630.9)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Milano 1945-1980 Mappa e volto di una città. Per una geostoria dell'arte
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891726285

In breve

Il volume approfondisce alcuni aspetti della Milano del periodo compreso tra il dopoguerra e la fine degli anni Settanta, anni turbolenti e dinamici in cui l’arte era veramente legata alla vita quotidiana della gente comune. Il testo ripercorre le vie di una inedita geografia artistica della metropoli milanese, soffermandosi sui protagonisti e cercando soprattutto di dare una lettura critica dei problemi e dei fenomeni che hanno trasformato il volto della città moderna.

Presentazione del volume

Il periodo compreso tra il dopoguerra e la fine degli anni Settanta a Milano è contrassegnato da una serie di eventi che hanno trasformato completamente, insieme alle abitudini di vita dei suoi cittadini, il volto della città. La ricostruzione post bellica, il fenomeno dell’immigrazione e il periodo delle bombe, solo per citare gli episodi più eclatanti, hanno segnato fortemente la città, la sua vita civile, il suo tessuto urbano. Tali sconvolgimenti hanno inevitabilmente avuto un corrispettivo anche nella vita culturale di Milano e nell’arte che in quegli anni, a sua volta, conosce altrettanti rivolgimenti a livello stilistico.
Il volume, attraverso una serie di saggi frutto di un lavoro di ricerca di alcuni anni realizzato nell’ambito dell’insegnamento di Storia dell’Arte Contemporanea del Dipartimento di Storia, Archeologia e Storia dell’Arte dell’Università Cattolica di Milano, approfondisce alcuni aspetti della vita culturale e artistica di Milano di quel periodo così turbolento in cui l’arte era strettamente legata alla vita quotidiana. Dagli ambienti artistici dei caffè e delle trattorie di Brera degli anni Cinquanta alle fabbriche della periferia Nord di Milano e le vetrine dei negozi di design del centro nel boom economico degli anni Sessanta, ai centri sociali del Ticinese degli anni Settanta, il volume ripercorre le vie di una inedita geografia artistica della metropoli milanese, soffermandosi sui protagonisti e cercando soprattutto di dare una lettura critica dei problemi e dei fenomeni che hanno trasformato il volto della città moderna.

Scritti di: A. Bertani, F. Boragina, P. Campiglio, E. Di Raddo, C. Iaquinta, M.C. Maccarinelli, C. Mari, R. Pini, P. Proverbio, F. Tedeschi.

Elena Di Raddo è professore di Storia dell’arte contemporanea all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e di Brescia. È curatrice di mostre e collabora alla pagina culturale del quotidiano “La Provincia di Como” e alla rivista d’arte contemporanea “Titolo”. Tra le sue pubblicazioni: Franco Ciliberti. Storia degli ideali (Como 2003); Sogni e ideali. Cicli decorativi italiani nelle Esposizioni Internazionali 1890-1914 (Milano 2004); Anni ’70: l’arte dell’impegno: I nuovi orizzonti culturali, ideologici e sociali nell’arte italiana (Milano 2009); Mario de Maria. Pictor di storie misteriose nella pittura simbolista europea (Milano 2013); Anni Settanta. La rivoluzione nei linguaggi dell’arte (Milano 2015).

Indice

Francesco Tedeschi, Prefazione – Per una lettura della “geografia Artistica” di Milano (1861-2015)
Elena Di Raddo, Introduzione – La perdita del centro
Parte I. Milano città d’arte
Maria Cristina Maccarinelli, Milano tra arte e vita: luoghi e gruppi negli anni Cinquanta e Sessanta
Roberto Pini, Musei celati. Interni privati di collezionisti milanesi
Paolo Campiglio, L’arte contemporanea nell’architettura: una geografia milanese (1946-1968)
Parte II. Il volto della città che cambia
Annalisa Bertani, Un’”idea di fabbrica”: la fotografia d’industria fra carta stampata e pianificazioni territoriali
Paola Proverbio, La “fotografia di design” a Milano. Note per una storia fra gli anni Cinquanta e Sessanta
Federica Boragina, Negozi “estroversi”: non di oggetti, ma di idee
Parte III. L’arte guarda la città
Chiara Mari, Riflessioni e indagini “geografiche” sulla città di Milano attraverso le Triennali degli anni Settanta
Parte IV. La città come scena
Caterina Iaquinta, Dalla “casba” alla città. Una cartografia di Milano negli anni Settanta tra impegno politico e autodeterminazione artistica
Mappa
Bibliografia.







Pubblicità