Il cronogramma

Luca Vallario

Il cronogramma

Uno strumento per la psicoterapia

Nell’ambito della terapia familiare il cronogramma è uno strumento per cogliere le radici dell’individuo nell’appartenenza familiare e nel tempo. Il volume ne offre un’interessante chiave di lettura e fornisce strumenti e risvolti operativi a chi lo utilizza.

Edizione a stampa

32,50

Pagine: 240

ISBN: 9788856815733

Edizione: 1a edizione 2010

Codice editore: 1245.34

Disponibilità: Limitata

L'identità rappresenta una costruzione relazionale e temporale, dove si sperimenta la capacità di mantenersi in equilibrio tra l'essere se stessi e il senso di appartenenza. Ogni individuo struttura i suoi sistemi di significato su un canovaccio identitario in cui sono impresse le radici della famiglia, dei propri avi: un lungo e caleidoscopico cordone ombelicale psicologico, genetico, culturale, storico, che attraversa il tempo.
La psicoterapia è un viaggio sintetico e analitico nel tempo. Cerca di introdurre sequenze narrative dove la storia ha cristallizzato il tempo producendo disagio e malessere. Rappresenta un'incursione nel vago, resa ancor più complicata dalla necessità di comprendere e definire in termini oggettivi la complessità di storie che, solo apparentemente, non portano nessi, connessioni, legami.
A partire dal movimento della terapia familiare sono stati sperimentati diversi strumenti di lettura per narrare e cogliere l'appartenenza familiare dell'individuo nel tempo.
Il cronogramma si propone all'interno di questa tradizione, utilizzando il tempo come strumento epistemologico, come chiave di lettura delle storie familiari e terapeutiche, come mappa per riflettere e per agire.
In questa prospettiva, si propone di aiutare a penetrare negli eventi delle storie trigenerazionali, a cogliere i significati simbolici che si strutturano nel tempo attraverso delle convenzioni transgenerazionali, a fornire strumenti e risvolti operativi a chi lo utilizza.
Partendo da una strutturazione descrittiva, il cronogramma è uno strumento, sintattico, semantico e pragmatico, da utilizzare prevalentemente in tre contesti:
- nell'ambito clinico, dove consente una lettura diagnostica delle storie, incide sull'azione terapeutica e potenzia il lavoro di supervisione;
- nell'ambito formativo, dove aiuta a ricostruire i processi personali e familiari utili nel processo di costruzione dell'identità dell'apprendista terapeuta;
- nell'ambito della ricerca, dove si propone come strumento per la raccolta e l'organizzazione di dati sulle famiglie e sui processi terapeutici.

Luca Vallario, psicologo, psicoterapeuta ad orientamento sistemico-relazionale, didatta caratterizzante della Scuola Romana di Psicoterapia Familiare, presidente del Centro Psyche onlus di Latina, svolge attività clinica in ambito privato. Si occupa di ricerca e lavora come CTU presso il Tribunale di Latina. Per i nostri tipi ha pubblicato Naufraghi nella rete. Adolescenti e abusi mediatici (Angeli, 2008).



Carmine Saccu, Prefazione
Maurizio Martorelli, Emanuele Cozzi, Introduzione
Note dell'autore
Parte I. Tempo e identità
Tempo
(Dal Chaos a Crono; Tempo assoluto e tempo relativo)
Tempo e individuo
(L'identità; Identità e sviluppo; Lo sviluppo individuale in sei classificazioni)
Tempo e famiglia
(Individuo e famiglia; L'analisi del familiare: dalla sincronia alla diacronia; Fase, transizione, microtransizione, evento critico; Ciclo di vita familiare: dieci classificazioni)
Tempo trigenerazionale
(Trigenerazionale; Miti, paradigmi familiari, legami di lealtà, copioni familiari, storie, riti familiari)
Parte II. Tempo tra diagnosi e terapia
Il tempo come chiave di lettura
(La memoria e il gioco del tempo)
La "verità" tra storia e narrazione
(Psicologia e paradigma sistemico; Linearità e circolarità; Osservazione e osservatore; Eventi: tra processi e contenuti)
Tempo e patologia
(Tempo e patologia; Sintomo come elemento individuale; Sintomo come elemento familiare; sintomo come elemento trigenerazionale)
Tempo e terapia
(Dalla storia ufficiale alla storia terapeutica; Tempo e terapia)
Parte III. Il cronogramma
Gli strumenti di lettura del tempo
(La Carta cronologica della famiglia di Boston; La Cronologia dei fatti della vita di famiglia; Il genogramma; Il genosociogramma; Il Family Life Space; Lo storiogramma; La fotografia; Le sculture del tempo familiare; La mappa di Minuchin; L'inchiesta transgenerazionale; Il duogramma; L'intervista clinica generazionale di Cigoli)
Il cronogramma
(Una proposta nuova: il conogramma; Come si costruisce; Le diverse letture; Inserimento di un cronogramma; I cinque elementi del cronogramma; Schede cronogramma; Legenda; Le parti della cronografia)
L'applicazione del cronogramma
(Criteri di presentazione dei casi; La vertigine fra due donne: un caso di terapia individuale; Encopresi e tradimento: un caso di terapia di coppia; L'ortoressia per lo svincolo: un caso di terapia familiare)
Allegati
(Il software; Particolare della cronografia aId di Bianchi; Particolare della cronografia ?II di Bianchi; Particolare della cronografia aI di Verdi; Particolare della cronografia ?II di Verdi; Particolare della cronografia aId di Neri; Particolare della cronografia aI di Neri)
Bibliografia
Filmografia.

Contributi: Emanuele Cozzi, Maurizio Martorelli, Carmine Saccu

Collana: Psicologia sociale e clinica familiare

Argomenti: Psicopatologie e tecniche per l'intervento clinico

Livello: Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti

Potrebbero interessarti anche