Dietro le rispettabili apparenze. I disturbi depressivi nella prospettiva relazionale
Contributi
Piergiorgio Semboloni
Collana
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 208,   2a ristampa 2010,    1a edizione  2003   (Codice editore 1250.52)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846445292

Presentazione del volume

Oltrepassare la facciata dei conflitti dietro cui si nascondono molti depressi ed esplorare l'universo di relazioni che si crea, assai meno idilliaco di quanto suggeriscano le apparenze, è quanto gli autori di questo testo propongono di fare nella cura dei depressi.

Il depresso accede alla propria condizione di "paziente emblematico" della psichiatria a partire da un eccesso di richieste e di squalifiche che lo rendono estremamente sensibile al giudizio altrui.

Defraudato nelle sue aspettative, sia nella famiglia di origine che nella coppia, la sua mancanza di speranza si traduce in senso di colpevolezza, ma anche di ostilità nascosta. Spinto dalla necessità di offrire un'immagine di rispettabilità, tende a presentarsi come malato "organico" piuttosto che come soggetto di giochi relazionali dominati da carenze e privazioni. E se l'inesorabile dinamica di svalutazione lo condurrà all'atto suicida, invierà messaggi coerenti con la sua bassissima autostima insieme ad altri che trasmettono al suo entourage ostilità e colpa.

Il distimico produce i propri sintomi in contesti dominati dalle triangolazioni manipolatorie, nelle quali impara a muoversi tra coalizioni transgenerazionali e perdite relazionali rilevanti. Attuando una "manipolazione" dei propri sintomi, si costringe a continui giochi simmetrici che lo immergono nella cronicità e che contemporaneamente ne diminuiscono la credibilità negli ambienti psichiatrici.

Da queste considerazioni si sviluppa questo testo, che si propone di aiutare i terapeuti familiari e, in generale, gli operatori del settore della salute mentale a conoscere le caratteristiche relazionali della depressione e della distimia, illustrando concetti e strumenti per arricchire le risorse terapeutiche.

Juan Luis Linares è professore ordinario di Psichiatria dell'Universidad Autonoma di Barcellona e direttore dell'Unidad de Psicoterapia e della Escuela de Terapia Familiar del Hospital de la Santa Cruz y San Pablo. Autore di Identidad y narrativa è coautore di La intervenciòn sistèmica en los servicios sociales ante la familia multiproblematica , entrambi editi da Paidòs.

Carmen Campo è psicologa dell'Unidad de Psicoterapia e vicedirettore della Escuela de Terapia Familiar del Hospital de la Santa Cruz y San Pablo.

Indice


Pier Giorgio Semboloni, Prefazione all'edizione italiana
Introduzione
(Una storia di relazioni emblematiche; I depressi e la psichiatria; A proposito della classificazione dei disturbi depressivi; I disturbi depressivi nei modelli psicoterapeutici; Una visione relazionale; Un approccio sistemico)
Depressione maggiore
(Un paziente in coppia; La famiglia di origine; Una nutrizione emotiva ipotecata; Organizzazione e mitologia familiare; Identità e narrazione del depresso; Giochi relazionali coniugali; Sviluppo della complementarietà rigida; Altri giochi relazionali)
Un caso di depressione maggiore: Margherita
(Prima seduta; Seconda seduta; Terza seduta; Alcune considerazioni finali)
La distimia
(La distimia come disturbo nevrotico; Le perdite relazionali; Dalla famiglia di origine alla coppia; La simmetria instabile; Il gioco relazionale distimico)
Un caso di distimia: Eulalia
(Prima seduta; Seconda seduta; Terza seduta)
L'intervento terapeutico nella depressione maggiore
(L'accomodamento; Fase di valutazione; Stimolare provocando; Lavoro di coppia; Il lavoro individuale; La famiglia di origine nella terapia; e ricadute; Riepilogo)
L'approccio terapeutico nella depressione maggiore. Esempi (Candelaria; Remedios)
L'intervento terapeutico nella distimia
(La partecipazione del coniuge; Gli inizi; Primo bilancio; Una proposta complessa; terapia di coppia; Altre considerazioni; Un esempio: Eusebio e Montse)
Riepilogo conclusivo
Bibliografia.


  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità