Ospedali e salute. Quarto Rapporto Annuale 2006

Autori e curatori
Contributi
Enzo Paolini
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 288,      1a edizione  2007   (Codice editore 35.4)

Ospedali e salute. Quarto Rapporto Annuale 2006
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23.00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846481672

Presentazione del volume

Il Rapporto "Ospedali & Salute" compie quattro anni e ribadisce il suo obiettivo di presidiare culturalmente un ambito molto significativo per il Paese, che coinvolge più di 11 milioni di persone, 621 mila dipendenti e 43,3 miliardi di spesa pubblica. Ma soprattutto che genera un'"esperienza sociale" estesa e contemporaneamente delicata, basata sulle risposte specialistiche ai bisogni di analisi, di cura, di intervento, a tutela e a promozione della salute delle persone.
Il tema viene analizzato sotto un duplice punto di vista: quello dell'offerta dei servizi e quello delle opinioni, delle valutazioni e delle propensioni dei cittadini, anche grazie ad un'apposita indagine congiunturale del rapporto tra famiglie italiane e ospedalità (sulla base di un campione nazionale rappresentativo di più di 4.000 unità).
Il vantaggio di un Rapporto Annuale è quello di mettere sotto osservazione costante l'evoluzione di un settore, con particolare riferimento all'ospedalità privata accreditata, impegnata a consolidare il peso oggettivo, la qualità delle prestazioni e il ruolo percepito dai cittadini. E questo malgrado i limiti posti allo sviluppo della componente privata attraverso i vincoli di budget e del numero massimo di prestazioni consentite.
Anche il Rapporto 2006 registra, nella popolazione italiana, un atteggiamento volto a considerare l'offerta di servizi ospedalieri come un sistema misto pubblico/privato, nell'ambito del quale esercitare le proprie scelte, sulla base di un'adeguata informazione, oggi peraltro avvertita come insoddisfacente.
Una maggiore opportunità di alternative distribuite sul territorio presenta tuttavia un'inevitabile contropartita in termini di costi aggiuntivi, di cui il cittadino risulta consapevole e per i quali si dichiara disponibile ad assumersi, in maniera non marginale, le responsabilità conseguenti.
Inoltre per la prima volta vengono definiti degli Indici sintetici di performance del sistema, con particolare attenzione per il progressivo riequilibrio tra servizi forniti dalla componente pubblica e servizi predisposti dalla componente privata.
Assecondare la crescita di un sistema ospedaliero misto costituisce l'obiettivo di riferimento dell'Aiop, cui l'esercizio annuale del Rapporto intende contribuire.

Ermeneia - Studi & Strategie di Sistema
è una Società specializzata che si occupa di analisi e di consulenza per le Associazioni di categoria e per i soggetti pubblici e privati, ivi compreso quelli del settore dei servizi per la salute, impegnati a ridisegnare la loro presenza nello sviluppo dell'economia e del sociale.

AIOP - Associazione Italiana Ospedalità Privata è un'Associazione di categoria che rappresenta le case di cura private, accreditate e non, presenti in tutte le Regioni italiane e che occupa circa 65 mila addetti, assicurando il 15% delle prestazioni ospedaliere del Servizio Sanitario Nazionale.

Indice



Enzo Paolini, Presentazione
Parte I. Un'offerta ospedaliera di sistema
Una filiera di accesso consistente ai servizi ospedalieri
La crescita della filiera della qualità, specie nel privato accreditato
Un disallineamento di sistema nella filiera pubblico/privato
Una filiera divaricata nella logica della spesa
Un set di indicatori di offerta e di domanda di servizi ospedalieri
Parte II. La congiuntura sulla famiglia italiana e l'ospedalità
Più esperienza, più esercizio di scelta
(Accesso ospedaliero tendenzialmente in crescita nel tempo; Il lieve recupero del pubblico; L'aumento della propensione di scelta)
Le valutazioni del sistema ospedaliero
(Un giudizio positivo in crescita rispetto alle esperienze avute; I problemi eventuali incontrati all'ingresso e all'uscita dall'ospedale; La tendenza riconfermata delle scelte; La difficile percezione delle alternative di ricovero pubblico/privato a parità di costo; Una domanda latente di servizi privati; Un buon apprezzamento dell'ospedalità italiana, specie se privata accreditata)
La crescita di un sistema ospedaliero misto
(La percezione dell'esistenza di un'offerta pubblico-privata, ma a basso grado di informazione; L'esigenza di un sistema di valutazione maggiormente strutturato; Assistenza ospedaliera ed opportunità territoriali diversificate; La consapevolezza del necessario rapporto tra prestazioni e oneri per il cittadino; L'esigenza di una politica pubblico/privato per le malattie invalidanti)
Una tipologia articolata di utenti
Parte III. Gli indicatori statistici
I dati di struttura
(La presenza di istituti pubblici e di istituti privati accreditati; La distribuzione dei posti letto; La dotazione di apparecchiature)
I dati di attività
(Le giornate di degenza e il tasso di utilizzo; Le tipologie dei ricoveri e dei dimessi; I DRG più diffusi; Le attività classificate a seconda delle maggiori categorie diagnostiche; Le attività classificate per disciplina)
Le informazioni sul personale
(L'andamento degli addetti nel tempo; La situazione degli addetti per territorio)
I dati di spesa
(L'andamento dei flussi nel tempo; La spesa sanitaria a confronto)
Allegati
(La metodologia seguita; Indice delle tabelle strutturali; Le tabelle di dettaglio sulla congiuntura famiglie italiane e ospedalità).




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità