Le intelligenze manageriali

Autori e curatori
Contributi
Giuseppe Cristoferi, Marco Morbidelli, Michelangelo Patron, Giuseppe Truglia
Livello
Saggi, scenari, interventi. Testi per professional
Dati
pp. 160,   1a ristampa 2011,    1a edizione  2010   (Codice editore 614.9)

Le intelligenze manageriali
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,50
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856830682
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856828535
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il libro ragiona dei nuovi contributi che le neuroscienze e le teorie della mente offrono alla comprensione del management e dei comportamenti organizzativi, e mostra anche i possibili risvolti applicativi, in particolare negli strumenti diagnostici delle intelligenze manageriali e in un nuovo paradigma di formazione e sviluppo manageriale.

Utili Link

Panorama Economy E tu che intelligenza hai? (di Andrea Nicoletti)… Vedi...
Harvard Business Review Il nuovo paradigma formativo: l'incremento delle intelligenze manageriali (di Giuseppe Truglia)… Vedi...
Il Sole 24 Ore Vince il manager "intangibile" (di Andrea Curiat)… Vedi...
businesspeople.it Orchestrare la complessità… Vedi...

Presentazione del volume

Il management è una disciplina eclettica (si basa su una vasta gamma di altre disciplina) che si presenta con numerosi ambiti applicativi. Per quanto riguarda il "comportamento organizzativo", il management continua, da molti anni, ad ispirarsi in gran parte alla psicologia tradizionale, all'economia classica e ad alcune teorie filosofiche consolidate.
Eppure, in questi ultimi anni la psicologia e l'economia si sono fortemente evolute, sviluppando canoni scientifici molto rigorosi e producendo due discipline di ampia portata e di vasta prospettiva: le neuroscienze (basate sullo studio sistematico del funzionamento del cervello e dei suoi collegamenti con il mondo mentale) e l'economia cognitiva (basata sullo studio, finalmente sperimentale e riproducibile in laboratorio, del comportamento economico e dei processi decisionali).
Se il management in generale, e il comportamento organizzativo in particolare, continuano a non tenere conto degli straordinari contributi che forniscono neuroscienze ed economia cognitiva, rischiano di cristallizzarsi in un modello teoretico e in un approccio ritualistico sempre meno in grado di fornire un apparato concettuale e strumentale capace di rendere efficace l'azione manageriale.
Partendo da questo fondamentale presupposto, il libro si pone l'ambizioso obiettivo di innovare radicalmente i postulati e le modalità applicative del comportamento organizzativo.
In partenza sono stati evidenziati i fattori che comunemente si ritiene caratterizzino i comportamenti vincenti di imprenditori e manager. Questi fattori sono stati inseriti in uno dei paradigmi più affascinanti delle neuroscienze: la teoria delle intelligenze multiple, che supera la grossolana e sintetica concezione dell'intelligenza come facoltà unica. La teoria delle intelligenze multiple si presenta attualmente come una delle teorie più importanti e ricca di potenziali sviluppi in termini di spiegazione del funzionamento della mente umana in generale e della mente manageriale in particolare.
Sulla base di questo potente apparato scientifico sono state individuate, isolate e descritte le intelligenze fondamentali alla base del successo nelle attività imprenditoriale e manageriali.
Per dimostrare la validità e l'efficacia descrittiva del paradigma delle intelligenze manageriali, fornendo una conferma empirica, è stata svolta una ricerca sul campo, coinvolgendo imprenditori e manager eccellenti.
Il libro illustra inoltre gli strumenti diagnostici delle intelligenze manageriali e delle conseguenti innovative applicazioni: la centrata individuazione di manager efficaci, la scoperta precoce dei "talenti manageriali" e un nuovo paradigma di formazione e sviluppo manageriale integrato con i criteri e le modalità applicative del brain training (la "ginnastica mentale" che favorisce, incrementa e stabilizza nuove connessioni neurali, alla base dell'incremento di ogni tipo di intelligenza).

Gian Carlo Cocco, Presidente di Gian Carlo Cocco s.r.l., è stato fondatore e Presidente della Ideamanagement s.r.l., nonché Presidente del Consorzio Costa Smeralda e docente della Scuola di Direzione Aziendale dell'Università Bocconi. Iscritto all'Albo degli Psicologi, coordina attualmente progetti di consulenza e di formazione sulla valorizzazione del capitale umano d'impresa e sullo sviluppo dei processi di innovazione. Ha operato direttamente e più spesso coordinato gruppi di lavoro per i vertici di oltre cento imprese italiane e multinazionali in progetti di consulenza e formazione.Collabora con il Centro di Formazione del Management del terziario dalla sua fondazione. È docente, presso l'Università E-Campus, dove tiene un corso sulle intelligenze manageriali presso le Facoltà di Economia e Psicologia. Ha pubblicato numerosi articoli e più di venti libri nell'ambito delle scienze manageriali, tra i quali, per la Franco Angeli, Fare assessment (1999); L'apprendimento come vantaggio competitivo (2005); Life management (2008); Gestire un'associazione (2009).

Indice



Michelangelo Patron, Prefazione
Premessa, guida alla lettura e ringraziamenti
Le origini della ricerca. Definizione dei fattori chiave che vanno a costruire le "doti" vincenti di imprenditori e manager
Presentazione degli studi sulle intelligenze multiple e sulle implicazioni scientifiche e organizzative
(Gli sviluppi sperimentali delle neuroscienze; Sintesi delle teorie sull'intelligenza; L'intelligenza come mezzo per creare modelli della realtà; La teoria delle intelligenze multiple)
Le tipologie di intelligenza essenziali per il successo nelle attività imprenditoriali e manageriali
(L'intelligenza logico-razionale, le sue modalità di espressione e le sue trappole; L'intelligenza matematica, le sue modalità di espressione e le sue trappole; L'intelligenza sociale, le sue modalità di espressione e le sue trappole; L'intelligenza introspettiva, le sue modalità di espressione e le sue trappole; Le intelligenze di supporto alle intelligenze manageriali: intelligenza valorizzativi o creativa e intelligenza etica)
Presentazione dei dati raccolti dalla ricerca sul campo sulle Intelligenze Manageriali
Il confronto tra la metodologia e la strumentazione di Assessment e il modello delle Intelligenze Manageriali
(Breve illustrazione della metodologia di Assessment; L'origine mentale della capacità; Il modello mentale di interazione con l'ambiente di Hermann; Localizzazioni cerebrali ed espressioni comportamentali tipiche)
Le tecniche e gli strumenti per rilevare le Intelligenze Manageriali
(Gli elementi fondamentali da esplorare per individuare le Intelligenze Manageriali; Gli strumenti per la rilevazione dei contenuti delle Intelligenze Manageriali)
Le metodologie e le tecniche per incrementare le Intelligenze Manageriali
Giuseppe Cristoferi, L'efficace individuazione di imprenditori e manager vincenti
Marco Morbidelli, L'efficace individuazione dei futuri manager: la scoperta precoce dei talenti
Giuseppe Truglia, Il nuovo paradigma della formazione manageriale: l'incremento delle Intelligenze Manageriali)
Appendice sugli interventi formativi
Bibliografia.







Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access