Team leadership e comunicazione operativa. Principi e pratiche per il miglioramento continuo individuale e di team
Autori e curatori
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 250,   1a ristampa 2018,    1a edizione  2016   (Codice editore 100.856)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 34,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Un testo di riferimento fondamentale, ricco di suggerimenti e tecniche indispensabili per riuscire a condurre team ad alta performance.
Presentazione del volume



La leadership e il Project Management toccano a fondo la capacità di condurre e ispirare persone, team e organizzazioni verso uno scopo. E dal momento che il vero collante di ogni gruppo è lo scopo (che distingue un assembramento casuale di persone da un vero gruppo), è allora fondamentale l'attività comunicativa del leader che deve promuovere quello scopo e ottenere così il raggiungimento dell'effetto desiderato, coordinando persone e messaggi.
Chi dirige persone o gruppi con vera passione sente prima o poi il bisogno di migliorare le proprie modalità di comunicazione e quindi la propria leadership. Per farlo, uno dei modi più efficaci è ispirare la propria comunicazione e la propria leadership non a "regolette preconfezionate" che valgono in sostanza nulla, ma piuttosto a dei "principi guida". La difficoltà decisionale è spesso dovuta alla perdita di principi ispirativi, ancoraggi solidi che possano guidare le scelte. Chi ha principi saldi difficilmente non sa cosa vuole.
Alcune tracce degli oltre 20 principi guida che suggerisce questo manuale:

1. Primo Principio: qualsiasi team - per quanto dotato di supporti materiali e tecnologie - è composto da persone, da esseri umani, con i pregi e difetti che questo comporta.

2. Secondo Principio: chi dirige un team è anch'egli una persona, e porta nel team tutto il proprio repertorio personale positivo e negativo, capacità e valori, energie o limiti, la propria storia. Conoscere se stessi e lavorare su di sé diventano un obbligo positivo e forte.

3. Terzo Principio: in un team vero, le persone interagiscono e comunicano tra di loro per potersi organizzare. Quindi, la qualità della loro comunicazione farà la differenza.
Lo possono fare con metodo ma non affidandosi alla sorte, e lo devono fare per raggiungere scopi che i singoli, da soli, non potrebbero mai conseguire.
Un testo di riferimento fondamentale, ricco di suggerimenti e tecniche indispensabili per riuscire a condurre team ad alte performance e realizzare Project Management d'eccellenza.

Daniele Trevisani, formatore e consulente senior, insignito del Premio Fulbright (Governo USA) per gli studi sull'incomunicabilità e comunicazione si occupa di comunicazione, miglioramento e fattore umano per imprese, atleti, individui. I suoi ultimi contributi editi da FrancoAngeli si indirizzano alla ricerca delle energie personali (Personal Energy, 2013 e Self Power, 2014) e alle competenze derivanti dalle intelligenze multiple e dall'intelligenza emotiva (Il coraggio delle emozioni, 2015).
www.danieletrevisani.com

Indice
Team leadership, comunicazione operativa ed energie
(Ancorare la leadership a principi solidi; I gruppi come sistemi di energie, climi emotivi ed "egregore"; Leadership come forma di allineamento di obiettivi e libertà di azione; La comunicazione di un buon leader; La leadership e il lavoro su di sé; Allenarsi a sfidare il destino, potenziarsi, crescere ed evolvere. La crescita personale come atto di volontà estremo; Mitosfere: il lato mitico della leadership; Da gruppi semplici a forze speciali. Che cosa produce il salto di qualità; Tecniche di comunicazione per la gestione dei team; Team ad alte prestazioni: sviluppare reazioni istantanee e RAI (Reazioni Automatiche Immediate); Leadership ed emozioni; Dall'incomunicabilità verso l'efficacia; La coscienza della realtà e la presa d'atto della realtà da parte di un gruppo: Shared Situational Awareness (SSA); Leadership conversazionale: analisi della conversazione e delle comunicazioni nei team; Il ruolo centrale delle competenze psicologiche ed emotive nella conduzione dei team ad alte performance)
La via dell'eccellenza operativa
(Le cinque zone operative e la localizzazione dei segnali deboli; Peak performance, flow-state: la ricerca dello stato di flusso; Questionario di focalizzazione; Questionario 1. Obiettivi e temi fondamentali di eccellenza operativa; Questionario 2. Obiettivi e temi fondamentali di eccellenza operativa. La fase del monitoraggio; Questionario 3. Obiettivi e temi fondamentali di eccellenza operativa. Comunicazioni interne)
Dis-inquinare la comunicazione nei team: la comunicazione efficace, il riconoscimento delle incomunicabilità
(Le distanze comunicative tra persone; Le implicazioni pratiche; Leadership e climi emotivi generano risultati, la loro assenza ti fa ammalare. L'urgenza di un approccio conversazionale ed emozionale)
La leadership degli stati conversazionali
(Processi specifici della leadership conversazionale; Tratti duri e tratti morbidi della leadership conversazionale; Atti linguistici, mosse conversazionali, linee d'azione comunicativa e leadership; I Sistemi Motivazionali Interpersonali (SIM); Comunicazioni amministrative e comunicazioni emozionali nei gruppi; Qualità comunicazionale nei gruppi; Leader in azione: la capacità del leader di dirigere le conversazioni (argomenti e modalità); Teorie dei giochi e leadership conversazionale; Teorie dei ruoli e comunicazione del leader; Il cambio di footing nella leadership conversazionale; Dialogo cooperativo (cooperative interaction))
Ecologia della comunicazione e climi dei gruppi
(La chiarezza dei ruoli come principio fondamentale di qualità nei gruppi; Le spirali negative e involuzioni dei climi organizzativi)
L'ecologia della comunicazione nei gruppi e le sue caratteristiche subliminali
(L'ecologia della comunicazione; I tempi psicologici soggettivi dell'individuo e del gruppo)
Le dinamiche delle emozioni: strumenti di base per riconoscerle, comprenderle e interpretarle
(Tipologie e classificazioni delle emozioni; Flussi emozionali nei gruppi; Abilità di base: il riconoscimento del proprio stato emotivo; Abilità di base: il riconoscimento delle emozioni)
Metodi e tecniche per il miglioramento
(Le catene di eventi emotivi e la gestione emozionale: gestire il problema quando è piccolo; Agire sulle emozioni; Metodi drammaturgici per la formazione alla leadership emozionale; Tecniche di rilassamento e ricentraggio emozionale; Training bioenergetico per la leadership e la comunicazione; Tecniche trascendentali e sviluppo della personalità per la leadership)
Tecniche di autoefficacia e affermazione personale
I gruppi come sistemi orientati agli obiettivi
(La sequenza obiettivi-goals-progetti-tasks; Il goal-setting e la qualità comunicativa nella definizione degli obiettivi; Relazioni tra qualità del goal e qualità della comunicazione nel gruppo; Esempi di "definizione dei goals" nella direzione di gruppi; La possibilità di autodeterminazione progressiva dei goals da parte dei membri del team; Tipi di delega e modi di delegare; Esercitazioni di sviluppo connesse al capitolo)
EmLead 72. Test e percorsi di avvicinamento alla leadership emozionale
(Test di leadership emozionale ed energie personali Emotional Leadership 72 (EmLead 72); I test di area; Approfondimenti e interpretazione del test; Profilazione dei risultati. Self-Perceptual Profile (SPP))
Bibliografia.

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità