Costruire resilienza insieme. Un modello formativo per promuovere il cambiamento in un gruppo di lavoro
Contributi
Consuelo Casula
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 122,      1a edizione  2019   (Codice editore 1130.344)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 17.00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Questo libro mostra come la sinergia tra approcci differenti e la costruzione di una particolare metodologia possano dare origine a un modello formativo in grado di promuovere il cambiamento in un gruppo di lavoro. La descrizione degli strumenti usati consente al lettore di riprodurre lo stesso percorso verso la resilienza, le cui linee guida sono state tratte dalle macro aree della teoria sistemica, dall’approccio narrativo e dal concetto di resilienza.
Presentazione del volume

Questo libro tratta di come costruire un gruppo di lavoro capace di trasformare i vincoli e le risorse in occasioni di evoluzione personale e professionale, di come superare lo stress derivante dall'indefinitezza del ruolo professionale e si interroga se la responsabilità possa indurre la paura di sbagliare. Mostra anche come la sinergia tra approcci differenti e la costruzione di una particolare metodologia possano dare origine a un modello formativo in grado di promuovere il cambiamento in un gruppo di lavoro. Il testo fornisce a educatori e assistenti sociali a rischio di burnout elementi per riflettere su una realtà lavorativa di una comunità residenziale per minori. Esplora alcune caratteristiche fondamentali del ruolo dell'educatore e formula domande che possano stimolare riflessioni in ambito psicosociale ed educativo.
La descrizione degli strumenti usati con le relative schede operative permette ai professionisti della relazione di aiuto e agli operatori psicosociali di riprodurre nei vari contesti, a livello individuale e collettivo, lo stesso percorso verso la resilienza illustrato dalle autrici.
Questo libro propone a quanti operano nel mondo dell'educazione e ai formatori un modello di lavoro d'aula orientato a stimolare la resilienza che aiuta a ri-trovare le proprie speranze e a ri-conoscere le proprie difficoltà. Si rivolge a coloro che desiderano promuovere un cambiamento nelle relazioni nei vari contesti di riferimento e, infine, a coloro che vanno alla ricerca di risposte a domande che chi subisce un trauma formula a se stesso e a chi lo accompagna nel processo resiliente.

Gabriella Ferraro Bologna, psicologa, consulente, formatrice. Ha operato in strutture socio-sanitarie pubbliche e in aziende private nell'ambito della gestione delle risorse umane. È autrice di: Resilienza: il pozzo dei desideri (La biblioteca di Vivarium, 2009); Storie possibili (Erickson, 2015); Ermenegilda per sempre (Erickson, 2016).

Maria Grazia Gualtieri, assistente sociale specialista, formatrice, counselor. È stata responsabile dell'accoglienza, ospitalità e formazione presso la Casa delle Donne Maltrattate di Milano. Con studenti delle scuole medie tratta tematiche riguardanti la violenza di genere. Cura la formazione degli operatori dei centri antiviolenza e di coloro che si occupano della relazione d'aiuto.

Indice
Consuelo C. Casula, Prefazione
Introduzione
Dall'incontro alla generatività
(L'educazione e la responsabilità dell'atto educativo; Dall'esperienza alla resilienza: il lavoro sul campo)
Metodologia
(I presupposti formativi; Le linee guida; Le tecniche applicate per stimolare il cambiamento; Gli strumenti utilizzati; L'originalità della metodologia)
Il percorso esperienziale
(Primo incontro: la consapevolezza; Secondo incontro: la forza; Terzo incontro: la vulnerabilità; Quarto incontro: il gruppo; Quinto incontro: la trasformazione; Sesto incontro: il progetto di vita)
Riflessioni finali
("Vietato sbagliare?". Vincolo o possibilità?; Dall'omologazione all'identità; Dall'essere riconosciuta al riconoscersi; La generatività; La trasformazione. Cosa vogliamo costruire?; Che cosa c'è di speciale in questo percorso?; La metafora della costruzione, o meglio della co-costruzione; Conclusioni)
Bibliografia.



  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità