Formar-si alle professioni educative e formative. Università, lavoro e sviluppo dei talenti
Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 184,      1a edizione  2015   (Codice editore 1361.1.9)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891726377

In breve
Il volume presenta dei contributi che, partendo dalla definizione di pedagogia nei contesti lavorativi, arrivano al senso del “formar-si” alle professioni, fino a scoprire le connessioni tra formazione, mercato del lavoro e sviluppo dei talenti. Un testo utile per educatori e insegnanti, studiosi e laureandi in Scienze della Formazione, Psicologia, Formatori e Selezionatori delle Risorse Umane, ma anche chiunque voglia scoprire il proprio potenziale di conoscenze e migliorarsi nella vita personale e professionale.
Presentazione del volume

Che cosa significa formar-si alla professione? Qual è il ruolo della formazione nel mondo del lavoro? Come interviene il professionista nelle organizzazioni, e con quali strumenti? Attraverso l'analisi dello scenario nazionale e internazionale e la raccolta di testimonianze dirette, il volume si propone di approfondire il rapporto che intercorre tra formazione alla professione e sviluppo del talento in una prospettiva educativa e organizzativa, focalizzando l'attenzione sul contesto universitario, del quale si esaminano criteri di riconoscimento del merito ed alcuni percorsi di valorizzazione del talento nel mondo del lavoro prendendo in considerazione diversi approcci che mettono al centro sia il sé personale che il sé professionale, accompagnando il soggetto allo sviluppo integrale per superare la crisi e ripensar-si in un'ottica di nuova progettualità.
Il volume presenta dei contributi che, partendo dalla definizione di pedagogia nei contesti lavorativi, arrivano al senso del "formar-si" alle professioni, passando per la definizione dei luoghi e delle metodologie di intervento, fino ad arrivare a scoprire le connessioni tra formazione, mercato del lavoro e sviluppo dei talenti.
Questo sistema mette al centro la persona con la propria storia affinché possa sentirsi "attore" e protagonista del proprio destino e scoprire le proprie "competenze talentuose". Il testo, per la sua originalità nel presentare il tema dell'educabilità dei talenti sotto diversi punti di vista, grazie alle narrazioni professionali dei talenti (in anteprima la storia del fondatore del programma Gild, la Google dei Talenti IT) e ai sogni professionali degli studenti, risulterà utile ad educatori e insegnanti così come a studiosi e laureandi in Scienze della Formazione, Psicologia, formatori e selezionatori delle Risorse Umane e a chiunque voglia scoprire il proprio potenziale di conoscenze e migliorarsi nella vita personale e professionale.

Maria Buccolo è dottore di ricerca in Progettazione e valutazione dei processi formativi e docente a contratto di Attività coordinative di Supervisione del Tirocinio presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Roma Tre e all'Università degli Studi di Rovigo. È formatore e consulente all'interno di diverse organizzazioni sia pubbliche che private e membro del gruppo di lavoro SIPED sulle "Professioni educative e formative". Tra le sue pubblicazioni, Teatro e Formazione (con S. Mongili ed E. Tonon, FrancoAngeli, 2012), Manuale per Form-attori (con S. Mongili ed E. Napolitano, Audino, 2013), L'educatore emozionale (FrancoAngeli, 2013).

Indice

Introduzione
Per una pedagogia delle professioni: Formazione universitaria e mercato del lavoro
(Le professioni educative e formative dalle origini a oggi; Educare gli adulti: dimensione esistenziale e professionale; Le professioni educative e formative: dalla formazione universitaria al mercato del lavoro; L'iter normativo per il riconoscimento delle professioni educative e formative in Italia; Le professioni educative e formative in Europa)
Formare all'agire professionale: Le competenze
(La formazione alla professionalità come forma evolutiva del soggetto; Dalla competenza all'agire professionale: "la conoscenza competente"; Competenze ed expertise acquisite attraverso l'esercizio della professione; Prepararsi ad agire con competenza: le regole della navigazione professionale)
I Luoghi dell'agire professionale: Le organizzazioni
(Fondamenti e teorie dell'organizzazione; Le organizzazioni che apprendono; I modelli di organizzazione; I luoghi e i destinatari dell'agire educativo)
Modalità, approcci e strumenti dell'agire professionale: la ricerca azione partecipativa, l'Università e le micro-imprese per l'innovazione
(L'evoluzione delle politiche europee per lo sviluppo delle micro-imprese; L'organizzazione della micro-impresa nella società della conoscenza; Il ruolo della formazione continua nelle micro-imprese; La ricerca azione partecipativa come strumento di sviluppo per le micro-imprese)
Lo sviluppo dei talenti dall'Università alle organizzazioni: Esperienze di narrazioni professionali
(Le politiche per lo sviluppo dei talenti in Europa e in Italia; Talenti, skills e mondo del lavoro: sviluppare i talenti delle persone; Promuovere la creatività e l'auto imprenditorialità nelle Università per favorire l'inserimento dei giovani nel mercato del lavoro; Il cacciatore di talenti e la coltivazione del sogno professionale; Storie di imprese di talento: dalla crisi alla rinascita)
Conclusioni
Allegato. Lettere al futuro
Bibliografia
Ringraziamenti.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità