La casa e il divenire di sé. Immagini e narrazioni terapeutiche
Contributi
Anna Castellucci, Maria Cristina De Francesco
Collana
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 128,      1a edizione  2013   (Codice editore 1250.210)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 17,00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 11,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 11,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Riflessioni cliniche e teoriche per una lettura della casa come spazio rappresentativo del sé individuale e familiare. Un interessante susseguirsi di racconti e storie personali e familiari accompagnano e scandiscono il processo di appartenenza, individuazione e sviluppo delle identità e delle relazioni.
Presentazione del volume

Il volume nasce dalla lettura e dall'ascolto delle metafore sulla casa: l'originalità consiste nell'aver connesso la dimensione spaziale a quella psicoterapeutica e nell'aver rivisitato in quest'ottica sedute ed interventi nella circolarità di visioni proprie di pazienti, infermieri, medici, terapeuti e scrittori. Nato in forma corale all'interno dei Servizi pubblici, vuole dare voce a chi rischia di non averla o a chi fatica a modularla: infatti la casa - visitata, immaginata, disegnata e soprattutto narrata - è stata vista proprio come occasione di incontro empatico e facilitante le relazioni da operatori sistemici, junghiani e psicodinamici, che hanno lavorato su questo tema in terapia.
Il libro offre, grazie a questa esperienza, riflessioni cliniche e teoriche per una variegata lettura della casa come spazio rappresentativo del sé individuale e familiare, luogo ricco di ricordi, vissuti, affetti e relazioni per chi vi abita, spazio simbolico ed esistenziale, ma anche luogo attraverso cui è possibile favorire le trasformazioni dei legami familiari e leggervi cambiamento ed evoluzione clinica.
Un interessante susseguirsi di racconti e storie personali e familiari accompagnano e scandiscono il processo di appartenenza, individuazione e sviluppo delle identità e delle relazioni, attraverso parole, pensieri ed emozioni narrate, disegnate dai pazienti stessi.
Una scelta narrativa che pone al centro la persona con i suoi bisogni e diritti all'ascolto, cura e salute.
Un libro che offre a psicologi, psichiatri, assistenti sociali, medici, operatori sanitari, educatori una prospettiva che vuole andare oltre specifiche tecniche, modelli di intervento e protocolli definiti.

Maurizia Lenzi, psicologa psicoterapeuta sistemica, ha lavorato nei C.S.M. di Ferrara ed Imola. Attualmente opera a S. Lazzaro presso lo studio "il Melograno".
Luisa Pavia, psicologa psicoterapeuta ad orientamento psicodinamico, ha operato nei Servizi per Maternità Infanzia e Famiglia a Imola. Svolge consulenze e formazione.
Elisabetta Valenti, pediatra psicoterapeuta, opera presso il C.S.M. di Imola come psicoterapeuta.

Indice


Anna Castellucci, Prefazione
Premessa. Vissuto e narrazione dello spazio domestico nel lavoro terapeutico in ambito istituzionale
Alcune riflessioni sul concetto di spazio
(Lo spazio domestico come confine tra interno ed esterno; Alcune annotazioni sul concetto di spazio come quantità e sull'interazione individuo/ambiente; Riferimenti sul significato simbolico della casa)
Lo spazio domestico. Le molteplici descrizioni: dalla narrazione alle immagini che lo rappresentano
(La casa nella dimensione narrativa; Lo spazio rappresentato nel disegno)
L'Accesso allo spazio domestico
(Dalla facciata verso gli interni; Accessi ed accessibilità)
Appartenenza e distinzione
(La narrazione nel percorso terapeutico di e' zoc (La Zocca); La casa come monumento; La casa: tra dipendenza ed emancipazione dalla famiglia)
Transizione e appartenenza interiori
(La casa onirica; Nostalgia dei luoghi; Ricordando la mia casa; La mia casa dentro di me)
Interni domestici e processi di distinzione
(La casa "senza... e con..." parete; Le case comunicanti: divieti e permessi negli spazi abitativi; Storie di coabitazioni... fuori e dentro il mito della nuclearità)
La casa vissuta e la casa disegnata: narrazioni da attività simboliche espressive
(Il "mettere su casa" nei giochi dell'infanzia; Quando la casa diventa "foglio su cui colorare..."; Disegno di case: immagini e molteplici visioni)
La casa perduta e la casa ritrovata
(Distacchi; Storie di sfratti; La casa perduta; La mia casa dov'è?; Assenze che presentificano più delle presenze)
Maria Cristina De Francesco, Postfazione
Bibliografia.


  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Segnalazioni

    Pubblicità