La valutazione delle Pmi

Autori e curatori
Contributi
Andrea Fondatori, Massimo Innocenti, Alessandro Musaio
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 212,   1a ristampa 2014,    2a edizione, nuova edizione  2010   (Codice editore 364.135)

La valutazione delle Pmi
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846476302

In breve

Il volume intende occuparsi della stima del «capitale economico» nelle PMI, realtà variamente definibili in termini dimensionali, ma accomunabili dalla caratteristica di non essere sotto i riflettori dei mercati finanziari. Avendo come obiettivo il capitale economico inteso come valore transattivo tra parti consapevoli e paritarie, il processo di valutazione viene affrontato con esplicito richiamo ai principi di valutazione generalmente accettati e sviluppando uno studio delle grandezze fondamentali, patrimonio e reddito.

Presentazione del volume

La valutazione d'azienda può essere affrontata in occasioni straordinarie per stimare il valore di scambio del capitale o durante il normale funzionamento come verifica del valore creato. Le diverse finalità e fattispecie sono accomunate dalla volontà di esprimere un "giudizio integrato di valutazione" in grado di dare inquadramento ed interpretazione al valore assegnato. Per questo, al momento della valutazione occorre fare appello a competenze provenienti da ambiti come il bilancio, la finanza, la pianificazione e il controllo di gestione.
Con un approccio multidisciplinare, il presente lavoro intende oc-cuparsi della stima del "capitale economico" nelle PMI, realtà varia-mente definibili in termini dimensionali, ma accomunabili dalla caratteristica di non essere sotto i riflettori dei mercati finanziari, visto che non emettono strumenti di capitale o di debito di interesse pubblico. Chi valuta deve tenere conto della qualità dell'informazione non public accountable, con riferimento sia ai bilanci sia al reporting interno, all'atto della scelta del metodo e durante la sua applicazione.
Avendo come obiettivo il capitale economico inteso come valore transattivo tra parti consapevoli e paritarie, il processo di valutazione viene affrontato in riferimento ai principi di valutazione generalmente accettati e sviluppando uno studio delle grandezze fondamentali, patrimonio e reddito. L'analisi patrimoniale richiede una revisione, rettifica e integrazione dei valori contabili; l'analisi reddituale è tesa ad identificare il valore eventuale dell'avviamento e a verificare la congruità del valore integrato dei beni immateriali. Uno sguardo conclusivo viene dedicato all'interpretazione del valore, tramite l'analisi di sensibilità con i tassi di attualizzazione e di crescita e l'applicazione di metodi di controllo.

Giovanni Liberatore è professore ordinario di Economia Aziendale presso la facoltà di Economia dell’Università di Firenze per la quale è titolare dei corsi di Valutazione d’azienda e Economia Aziendale II (Contabilità e bilancio); docente di Programmazione e controllo presso il Dottorato in Programmazione e controllo dell’Università di Firenze; Adjunct Professor di Principles of Financial Acconting presso New York University (Abroad Program); docente di Programmazione e Controllo presso la Luiss Business School.

Indice



Giovanni Liberatore, Prefazione
Il paradigma valutativo
(Il processo di valutazione; Le configurazioni del valore; Prezzo e valore economico; I principi di valutazione; I metodi di valutazione)
Il quadro di riferimento
(I pro forma del bilancio; Alessandro Musaio, La classificazione prospettica; Il tasso di attuazione; Le formule del valore)
Il metodo principale: l'analisi patrimoniale
(L'impiego dei metodi a base patrimoniale; Le fasi dell'analisi patrimoniale; Le rettifiche a valori correnti; Gli oneri fiscali potenziali; L'integrazione dei beni immateriali; La valutazione dei beni immateriali)
Il metodo principale: l'analisi reddituale
(L'avviamento generico; La stima dell'avviamento come extra reddito; La previsione dei flussi di extra reddito; Massimo Innocenti, Premio di maggioranza e sconto di minoranza)
I metodi di controllo
(Andrea Fondatori, Il metodo finanziario; Il metodo dei multipli; Il metodo EVA)
Bibliografia.



newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità