Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Saper presentare

Ruth Ann Lake

Saper presentare

La preparazione, lo stile e la struttura della presentazione. La gestione dell'uditorio. L'utilizzo dei materiali di supporto

Come calibrare correttamente il proprio stile di presentazione all’uditorio che si ha di fronte? Come preparare la sala che ospiterà la presentazione? Come accogliere il pubblico? Una nuova edizione (completamente rivista) di una guida per manager, professionisti, imprenditori, politici, venditori, insegnanti, consulenti che ha sin qui venduto oltre 17.000 copie!

Edizione a stampa

19,00

Pagine: 148

ISBN: 9788856835762

Edizione: 2a ristampa 2022, 1a edizione, nuova edizione 2011

Codice editore: 109.17

Disponibilità: Discreta

Pagine: 148

ISBN: 9788856843262

Edizione:1a edizione, nuova edizione 2011

Codice editore: 109.17

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

- Come calibrare il proprio stile all'uditorio che si ha di fronte?
- Come preparare la sala che ospiterà la presentazione?
- Come accogliere il pubblico?
- Come "gestire" le domande?
- Quale uso fare di slide e lavagne?
È esperienza sempre più diffusa, nell'attuale mondo del lavoro, trovarsi a dover tenere una presentazione, parlare in una riunione, gestire gruppi di lavoro, esporre i risultati di un progetto o lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi di fronte a soci, azionisti o clienti.

Saper presentare rappresenta uno strumento di grande utilità per manager, liberi professionisti, imprenditori, politici, venditori, insegnanti, consulenti, che desiderino comprendere come:
- preparare una presentazione;
- scegliere e utilizzare i materiali audiovisivi di supporto;
- gestire con successo l'uditorio;
- colpire l'attenzione e lasciare un segno nella memoria di chi ascolta.
Pur partendo dai problemi più elementari e mantenendo uno stile colloquiale e ricco di humour, il libro sviluppa un'attenta e originale analisi delle dinamiche tra relatore e pubblico, ed è ricco di suggerimenti pratici e di "segreti" per una presentazione di forte impatto e di grande efficacia.
Insieme ad aneddoti, illustrazioni e "trucchi del mestiere", contribuisce ad agevolare il compito di chi si trova a dover parlare per la prima volta in pubblico, ma anche di chi, più esperto, è in cerca di consigli per migliorare le tecniche sviluppate autonomamente, magari in maniera un po'.

Ruth Ann Lake formatrice e consulente aziendale è da anni impegnata in importanti progetti con imprese multinazionali e istituzioni pubbliche, in Italia e all'estero.

Perché fare la presentazione?
(I veri motivi della presentazione; Gli obiettivi di base)
Chi mi ascolterà? Ovvero: come coinvolgere l'uditorio?
(Cambiare fuoco; Le esigenze dell'udito; L'uditorio misterioso; Come accogliere l'uditorio; IL pacing; Il dispacing)
La preparazione della presentazione
(Dimensione tecnica e logistica; Preparazione degli appunti; Organizzazione degli audiovisivi; fare pratica prima della presentazione ("dress rehearsal"); La visualizzazione guidata)
Lo stile della presentazione
(I tre elementi della comunicazione umana; E l'uditorio che conta; L'utilizzo della voce; Entusiasmo; Lo stile è coerente con l'obiettivo?; Siete voi un grande "audiovisivo")
Come strutturare i contenuti
(Apertura; Come proseguire; La chiusura)
Gli audiovisivi
(Perché utilizzare gli audiovisivi?; Rimanere protagonisti della propria presentazione; Quanta informazione? I contenuti degli audiovisivi; L'utilizzo e la scelta dei colori nelle immagini; Utilizzare colori appropriati; L'utilizzo di fotografia; L'utilizzo di cartine, disegni, modelli e campioni; Le dimostrazioni; Utilizzare il portatile per proiezioni di slide, senza diventare computer-dipendenti!; Annerire lo scherma per attrarre l'attenzione dell'uditorio; Non camminare davanti alla luce del proiettore; Personalizzare le slide; Cambiare la sequenza delle immagini nelle slide; Un piccolo trucco per nascondere all'uditorio il vostro cambiamento o l'occultamento delle slide; Come ricordare la sequenza delle slide; Back-up e preparazione; Utilizzare un indicatore, se utile, per focalizzare l'attenzione su un aspetto della slide; L'utilizzo di Internet nella presentazione You Tube o videoclip: L'utilizzo di Internet nella presentazione: siti web; Videoconferenze nella presentazione; L'utilizzo di Skype; Lavagna a fogli mobili (flip chart); Lavagna tradizionale con gesso; L'utilizzo della lavagna bianca; Creare immagini o concetti insieme all'uditorio con la lavagna; L'utilizzo di musica: registrazioni, radio, CD e file audio nelle presentazioni; Il microfono; Gestire bene la tecnologia)
La gestione delle domande
(La paura delle domande; La domanda retorica; Quando il relatore utilizza la domanda chiusa o aperta; L'utilizzo della domanda chiusa per "misurare" il gruppo; La domanda aperta; Rispondere alle domande dell'uditorio; Le domande cattive; Quando non si è sicuri della risposta; Una domanda come risposta; La domanda "a specchio"; Come inserire le domande nelle proprie presentazioni? Evitare "l'abbandono dell'aula"; La "gestione" dei partecipanti; Strutturare il momento delle domande; Quando non ci sono domande; Una diversa idea della "domanda"...; Chi domanda, comanda)
La gestione dell'ansia
(Tutti subiscono l'ansia; Lo stress non è solo negativo; Che cosa determina il punto massimo di stress; Lavorare sulla percezione di controllo; Gestione dello stress prima, durante e dopo la presentazione; "Scaricare" lo stress durante la presentazione; il respiro; Alcuni suggerimenti pratici)
La chiusura della presentazione... E poi?
(L'importanza della chiusura; Alcune tecniche per chiudere; Dopo che la vostra presentazione è finita; Il feedback dell'uditorio; Come misurare l'efficacia della presentazione)
Appendice - Liste di controllo
Bibliografia.

Potrebbero interessarti anche