Il divano è meglio di Freud. I fattori aspecifici in psicoterapia e nelle professioni d'aiuto
Autori e curatori
Contributi
Vittorio Volterra
Collana
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 148,      1a edizione  2016   (Codice editore 1250.270)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Le psicoterapie sono metodologie terapeutiche che si rifanno a modelli del funzionamento mentale; la diversità dei modelli proposti impone una diversità di metodo terapeutico, a cui concorrono fattori di cura specifici. Questo libro afferma che i fattori comuni e/o aspecifici sono estremamente importanti per il risultato e, a volte, anche più importanti dei fattori specifici del modello stesso.
Utili Link
Il Mattino (Benevento) Quel "divano" secondo Buffardi (di Donato Faiella)… Vedi...
Presentazione del volume

Le psicoterapie sono metodologie terapeutiche che si rifanno a modelli del funzionamento del mentale; la diversità dei modelli proposti impone anche una diversità di metodo terapeutico, a cui concorrono fattori di cura specifici, in quanto legati a quel modello.
Ma ogni psicoterapia riconosce anche alcuni fattori aspecifici che agiscono nel processo di cura, aspecifici perché non legati ad alcun modello e comuni perché presenti in ogni o nella maggior parte delle metodologie operative.
Questo libro, nel mentre raccoglie dalla letteratura e dall'esperienza personale di terapeuta e formatore dell'autore le descrizioni del maggior numero di questi fattori, afferma anche che i fattori comuni e/o aspecifici sono estremamente importanti per il risultato e, a volte, anche più importanti dei fattori specifici del modello stesso. In estrema sintesi:
• i fattori comuni e/o aspecifici delle psicoterapie sono eticamente più validi dei fattori specifici (legati al modello);
• i fattori comuni e/o aspecifici delle psicoterapie hanno un loro intrinseco contenuto terapeutico;
• i fattori comuni e/o aspecifici delle psicoterapie sono attivi anche nella maggior parte delle professioni d'aiuto;
• i fattori comuni e/o aspecifici delle psicoterapie, proprio in quanto intrinsecamente terapeutici, necessitano di una formazione mirata e particolareggiata.

Gianfranco Buffardi, psichiatra e psicoterapeuta, è direttore dell'Unità Operativa di Salute Mentale 13 dell'ASL Caserta. Presidente dell'Istituto di Scienze Umane ed Esistenziali (ISUE) dall'anno della sua fondazione (1988), è professore a contratto presso diverse università italiane, e docente e coorganizzatore del Master in Consulenza Filosofica ed Antropologia Clinica Esistenziale dell'APRA di Roma. È autore e curatore di numerosi lavori, anche internazionali, e di volumi tra cui: Manuale di counseling esistenziale, con F. Brancaleone (Seam, Roma, 1999); Helping. Le professioni d'aiuto: dall'antropologia esistenziale alla consulenza filosofica, con F. Brancaleone e G. Traversa (Melagrana, Caserta, 2008); Bioetica quotidiana in psichiatria. Dalle dichiarazioni universali alle storie singolari (FrancoAngeli, Milano, 2009).
e-mail: gbuffardi@isue.it - sito internet: www.isue.it

Indice
Vittorio Volterra, Prefazione
Nota preintroduttiva
Ringraziamenti
Introduzione
Mettiamo a fuoco l'argomento
(Un po' di epistemologia, tanto per gradire)
L'aiuto
(Un sospetto di storia; Le professioni d'aiuto)
Il polimorfismo psicoterapeutico
I fattori aspecifici
Fattori aspecifici legati al consultante
(La consapevolizzazione di aver bisogno di aiuto; La scelta; La narrazione; Disponibilità all'empatia)
Fattori legati al terapeuta (consulente)
(Competenza clinica; Autenticità, accettazione, empatia (Rogers); Ricerca di sintonia; Atteggiamento complementare/simmetrico)
Fattori aspecifici del setting
(Qualità del setting (Frank); Implementazione del campo affermativo; Implementazione del senso di riconoscibilità e di "appartenenza")
Fattori aspecifici del rapporto terapeutico
(La focalizzazione; Cognitivizzazione; La costruzione di una scala di valori; La sofferenza vissuta; L'ampliamento delle mappe interne; Il cambiamento della visione del mondo)
Possibili fattori tecnici aspecifici comuni alle principali psicoterapie
(La comunicazione; Gli ambiti e la logodinamica; Il perdurare dell'azione di cura; La prescrizione)
Aiuto, formazione ed etica
(Fattori aspecifici e professioni d'aiuto; Fattori aspecifici e formazione; Fattori aspecifici ed etica)
Bibliografia.
  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità