Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Fare e pensare l'arteterapia.

Laura Grignoli

Fare e pensare l'arteterapia.

Metodi di conduzione dei laboratori esperienziali

Un libro per psicologi e arteterapeuti, animatori, insegnanti, operatori della salute e della rieducazione, e quanti amano confrontarsi con il linguaggio profondo delle arti. Narrando una vasta gamma di esperienze laboratoriali, l’Autrice offre al lettore la possibilità di entrare nel suo Artelieu, lo accompagna con una modalità quasi maieutica in un percorso di introspezione ed esplorazione del metodo arteterapeutico da lei utilizzato.

Edizione a stampa

24,00

Pagine: 178

ISBN: 9788891707192

Edizione: 5a ristampa 2021, 1a edizione 2014

Codice editore: 1250.236

Disponibilità: Buona

Pagine: 178

ISBN: 9788891716682

Edizione:1a edizione 2014

Codice editore: 1250.236

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 178

ISBN: 9788891716699

Edizione:1a edizione 2014

Codice editore: 1250.236

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Le strategie di conduzione dei laboratori di arteterapia, che in questo nuovo testo dell'autrice di Percorsi trasformativi in arteterapia vengono narrate, si basano come è evidente sull'impiego di strumenti artistici, ma anche sull'ascolto silenzioso, sull'intuizione, servendosi, là dove è possibile, anche dell'interpretazione/decifrazione in modo interattivo dell'esperienza soggettiva in atelier.
Narrando una vasta gamma di esperienze laboratoriali sperimentate e rielaborate negli anni, l'autrice offre al lettore, in un modo vivo, partecipato, la possibilità di entrare nel suo Artelieu, lo accompagna con una modalità quasi maieutica in un percorso di introspezione ed esplorazione del metodo arteterapeutico da lei utilizzato.
L'arteterapia, in quest'ottica, non è un farmaco per i sintomi delle malattie, ma piuttosto la riscoperta di un linguaggio dimenticato. Si rivolge in particolare a quei "malati terminali" delle emozioni che, attraverso il recupero dell'immaginario, possono reimparare a "provare" i moti dell'animo. L'arte serve ad arginare il "collasso del simbolico" di un apparato psichico evidentemente in panne, riavviandone il processo di soggettivazione.
Il libro è rivolto a psicologi e arteterapeuti, ad animatori, a insegnanti, ad operatori della salute e della rieducazione, a quanti amano confrontarsi con il linguaggio profondo delle arti.

Laura Grignoli vive e lavora a Pescara, come psicoterapeuta di formazione clinica ad indirizzo psicodinamico. Iscritta all'Annuaire des Art-Thérapeutes Certifiés della Ligue Professionnelle des Art Thérapeutes francese di cui è la delegata in Italia, è presidente fondatore di Artelieu (www.artelieu.it), in cui svolge l'attività di arteterapeuta e docente. Insegna inoltre arteterapia presso Atanor, Scuola di Specializzazione in Psicoterapia a L'Aquila, collabora con scuole di formazione in arteterapia in Francia e Spagna. Autrice di numerosi articoli e saggi in ambito scientifico, su questo tema ha già pubblicato: Artelieu. Dalle riflessioni sull'arte alla pratica dell'arteterapia (Samizdat, 2004), Percorsi trasformativi in arteterapia. Fondamenti concettuali e metodologici, esperienze cliniche e applicazioni in contesti istituzionali (FrancoAngeli, 2008) e Art-Création Thérapie. Discours autour de ce qu'on appelle Art-Thérapie (Voix éditions, 2010).

Ringraziamenti
Preambolo
Dispositivi di accoglienza e di conoscenza
(Foto di gruppo in un interno...; Approccio di conoscenza: lo stage-scoperta; Laboratori: "punto" di partenza e staffetta pittorica; Metodo di lavoro in Artelieu; Dispositivi dei laboratori)
Dispositivi di esplorazione dei "territori" interiori
(Dispositivi sul tema del viaggio; Dispositivi per Laboratori di arte effimera; Dispositivi su gestualità-segni-immagini; Dispositivi su tracce e gesti; Laboratori "quasi" zen; Dispositivi sul tema delle "Architetture interiori"; Dispositivi sull'immaginazione)
Dispositivi su materia, materiali e "immateriali"
(La caratterizzazione espressivo-sensoriale di materia e materiali; La superficie "pelle" dei materiali; Dispositivi sul materiale e sull'immateriale; Materiali e "pateriali"; Dispositivo sulle memorie ritrovate; Dispositivi sul sogno; Dispositivi Installazioni)
Dispositivi sull'identità
(L'identità allo specchio: frammenti e frantumi; La cornice e lo specchio-tela; Dispositivi sulla identità e maschera; Laboratorio delle tre M: mater, materia, maschera; Dispositivi sui ritmi; Dispositivi sulle installazioni; Dispositivi sul riciclo dei materiali e rinascita dell'oggetto)
Esempi di proposte di laboratori per gruppi di bambini e adulti
(Laboratorio con bambini: le tecniche trasgressive; Atelier adulti: mettere in collegamento la distanza, la materia e l'umano; Laboratorio di arteterapia con le persone "agées")
Per concludere... temporaneamente. Le parole e i silenzi: pieni e vuoti del sentire
Bibliografia.

Potrebbero interessarti anche