Strategia e management della comunicazione d'impresa. Relazioni e sense-making per gestire e competere
Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi advanced per professional
Dati
pp. 320,      1a edizione  2015   (Codice editore 366.114)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891725172

In breve
Il libro affronta il concetto di comunicazione d’impresa secondo un approccio multidisciplinare: la comunicazione per la reputazione, la comunicazione interna e nei casi di crisi, la comunicazione internazionale, di marketing, nel retail, la gestione delle relazioni, la valorizzazione delle differenze, il teatro d’azienda, l’ascolto degli stakeholder e il piano di comunicazione. Uno strumento per la formazione specialistica sulla comunicazione, per gli studenti delle lauree magistrali e di master e per l’aggiornamento di professionisti e manager del settore.
Presentazione del volume

Il primo cieco tocca una zanna dell'elefante e pensa si tratti di una lancia.
Il secondo tasta un fianco ed è convinto si tratti di una parete.
Il terzo afferra una gamba e crede si tratti di un albero.
Il quarto palpa la proboscide e ritiene sia un serpente.
Il quinto esamina l'orecchio e conclude si tratti di un ventaglio.
Il sesto prende la coda e dichiara che si tratta di una fune. (...)
(Storia indiana rielaborata da John Godfrey Saxe)

Come nel caso dei sei ciechi, noi tutti diamo alle nostre esperienze diversi significati. Per una comprensione più aderente alla realtà, le imprese sono chiamate a gestire processi di sense-making con tutti gli stakeholder con i quali sono in relazione. Il volume propone principi e strumenti per il management e l'uso strategico della comunicazione d'impresa finalizzata ad attivare contesti relazionali e processi di sense-making con i molteplici stakeholder dell'impresa. L'autrice affronta temi attuali per la competizione di mercato e la gestione del contesto organizzativo come il concetto multidisciplinare di comunicazione d'impresa, la reputazione, la comunicazione internazionale, quella nei contesti digitali, coi collaboratori, in caso di crisi, nel retail e per i brand. Inoltre tratta metodi di gestione come l'ascolto degli stakeholder e la pianificazione. Infine affronta temi emergenti quali il silenzio, la voce e il whistleblowing, la valorizzazione delle differenze e lo storytelling. Per ciascuno di essi propone contenuti aggiornati agli sviluppi più recenti nel panorama internazionale e nazionale arricchiti da casi aziendali e da ricerche sul campo. Il libro si rivolge a studenti di lauree magistrali e di master, studiosi, ricercatori, manager e professionisti della comunicazione d'impresa.

Alessandra Mazzei
è professore associato di Economia e Gestione delle imprese presso l'Università IULM di Milano dove insegna Comunicazione d'impresa e Relazioni Pubbliche. È stata visiting researcher al Baruch College/City University of New York e alla Aarhus University in Danimarca. Tra le sue monografie: La comunicazione interna nelle fasi di sviluppo, crisi e ripresa dell'azienda, FrancoAngeli, Milano, 2009; (con S. Ravazzani) Dialogare con gli stakeholder, FrancoAngeli, 2014. Ha inoltre pubblicato articoli su numerose riviste internazionali e nazionali.
alessandra.mazzei@iulm.it

Indice

Alessandra Mazzei, Presentazione
Identità e comprensione della comunicazione business-related: un approccio multidisciplinare
(Le discipline della comunicazione business-related; Il marketing; L'organizational communication; Le relazioni pubbliche; La corporate communication; Confronto: convergenze e specificità)
La reputazione aziendale: funzioni strategiche e leve di comunicazione
(La reputazione; La comunicazione primaria: i comportamenti; La comunicazione secondaria: i segni; La comunicazione terziaria: le reti di relazioni; Conclusioni)
Fattori culturali, organizzativi e di processo per le strategie di comunicazione internazionale
(L'internazionalizzazione della comunicazione; Comunicazione intyerculturale e internazionale; Le strategie di comunicazione internazionale; Verso una comunicazione internazionale efficace; Conclusioni)
Digital corporate communication: aziende social e pratiche digitali dei consumatori connessi
(La corporate communication in scenari 2.0; L'articolazione dell'interfaccia digital; Show me your social character: opportunità e criticità della presenza delle aziende sui social media; Conclusioni)
Comunicare per la conoscenza e l'alleanza nelle relazioni organizzative
(La comunicazione interna leader-oriented; I comportamenti strategici dei collaboratori; Il modello di comunicazione interna delle risorse immateriali; I processi per l'enablment dei collaboratori; Conclusioni)
La comunicazione difficile: voce, silenzio, dissenso e whistleblowing
(Voce, silenzio e dissenso; Fattori organizzativi e individuali alla base della voce; Il whistleblowing: definizione e processo; I sistemi di whistleblowing; Conclusioni)
La comunicazione di crisi: preparare il contesto interno, preservare le relazioni, rilanciare il futuro
(Elementi fondativi: definizione e management; Le strategie retoriche e i fattori per la loro scelta; Le nuove frontiere della comunicazione in caso di crisi; La comunicazione interna di crisi; Conclusioni)
Dare valore alle diversità nelle organizzazioni: approcci teorici ed esperienze in Italia
(Gli approcci alla diversità nelle aziende; Approcci alle diversità e pratiche prevalenti in Italia; Conclusioni)
Storytelling e teatro d'impresa: racconto e azione collettiva per il cambiamento organizzativo
(Lo storytelling; Ruoli e storie nel palcoscenico aziendale; Storia ed evoluzione del teatro d'impresa; Partecipazione VERSUS controllo dei contenuti; Lo storytelling in forma teatrale; Esperienze di storytelling e di teatro d'azienda; Conclusioni)
Corporate branding communication: strategie per le grandi e le medie imprese
(Come nasce e che cos'è il corporate brand; La costellazione del corporate brand; Le strategie di comunicazione del corporate brand; Il corporate branding nelle piccole e medie imprese; Conclusioni)
La comunicazione nel retail: esperienze, persone e valori
(Il corporate branding nel retail; In-store branding: comunicazione ed esperienza; Interpersonal branding: personale di contatto e clienti; External branding: la comunicazione esplicita; Conclusioni)
L'ascolto degli stakeholder
(Le finalità dell'ascolto organizzato; Gli strumenti di base per l'ascolto organizzato; Valutare l'esposizione dell'azienda; Valutare l'audience raggiunta; Valutare gli effetti sugli interlocutori; Valutare gli effetti nel lungo periodo)
Pianificare la comunicazione: un processo organizzativo e relazionale
(La fase di Exploring: il mandato; La fase di Setting: il progetto; La fase di Acting: le risultanze; La fase di Valuing: il valore; Conclusioni)
Bibliografia.
Le nostre spedizioni verranno sospese dal 19 Dicembre al 6 Gennaio (inclusi).

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità