Peer education. Adolescenti protagonisti nella prevenzione
Autori e curatori
Contributi
Valerio Antonietti, Chiara Bozzola, Carlotta Caiazza, Maria Canale, Elisa Conti, Elena Dalle Carbonare, Nadia Del Favero, Ariberto Faretra, Franco Floris, Laura Gallotti, Emilio Ghittoni, Gianmaria Ottolini, Barbara Pesce, Sara Rosson, Luca Signorelli, Gabriella Temi, Claudio Tortone, Mauro Vassura
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 240,   1a ristampa 2006,    1a edizione  2003   (Codice editore 8.20)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,00
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846446145

Utili Link
Famiglia Oggi Le esperienze della provincia di Verbania… Vedi...
Presentazione del volume

La peer education mette in atto un dialogo che viaggia su due traiettorie differenti ma fortemente legate, unite dagli stessi contenuti e obiettivi. Nella peer education, la comunicazione e l'informazione si verificano in una dimensione orizzontale, quella di noi peer e dei ragazzi a cui ci rivolgiamo: giovani vicini per età, cultura, interessi ed esperienze, assaliti dagli stessi dubbi, da mille paure adolescenziali e desiderosi di trovare una risposta o anche un aiuto. Si muovono poi in una seconda dimensione: quella verticale, che si realizza grazie a persone esperte e preparate tecnicamente come medici e psicologi, che ci trasmettono informazioni scientifiche e, soprattutto, ci insegnano come gestire i gruppi e comunicare in maniera efficace. Proprio questa duplice dimensione è la chiave del successo della peer education, anello di congiunzione di due mondi spesso lontani: quello dei giovani e quello degli adulti, che non sempre sono in grado di interagire, di dialogare e di comunicare.

( Claudia Ratti , peer educator)

La peer education mi è parsa subito la risposta giusta agli interrogativi sugli strumenti più opportuni da utilizzare in percorsi educativi complessi. La sua applicazione mi ha dato, fra le altre cose, la possibilità di fare una nuova esperienza professionale, consistente nella condivisione della trasmissione di contenuti con i peer educator che hanno una posizione molto più vicina, rispetto a quella dei docenti, ai destinatari dell'intervento educativo.

( Manuela Bianchi , insegnante)

Mauro Croce , psicologo, psicoterapeuta e criminologo. Responsabile del settore Educazione Sanitaria dell'ASL14 di Omegna (VB), insegna Psicologia sociale e Intervento di Comunità alla Scuola universitaria SUPSI di Lugano. Impegnato nei servizi per le tossicodipendenze, si è particolarmente interessato alle dipendenze non da sostanze ed ai comportamenti di ricerca del rischio. Per i nostri tipi ha curato, con Riccardo Zerbetto, Il gioco & l'azzardo (2001).

Andrea Gnemmi , psicologo libero professionista, si occupa di ricerche motivazionali per l'istituto Research International. Per conto dell'organizzazione di volontariato Contorno Viola, cura la formazione di insegnanti e di peer educator e segue il coordinamento degli interventi di prevenzione nelle scuole secondarie.

Indice


Parte I. Il contesto e lo sviluppo dell'esperienza

Mauro Croce, Il background dell'Aids, tra sfida e prevenzione
Emilio Ghittoni, Dall'informazione tradizionale alla peer education
Parte II. La dimensione orizzontale
Andre Gnemmi, Il contesto degli adolescenti: tra passioni e omologazione
Elena Dalle Carbonare, Usare il preservativo... come lavarsi i denti
Sara Rosson, Tanto per cambiare
Laura Gallotti, Un incontro... che porta lontano
Carlotta Caiazza, Elisa Conti, Piero e i giochi di ruolo
Quattro chiacchiere tra Chiara, Silvia, Luca e Michele
Parte III. La dimensione verticale
Valerio Antonietti, Il contesto degli adulti: tra azione e delega
Gabriella Temi, Oltre la routine, una nuova complicità
Chiara Bozzola, Progettare e crescere insieme
Maria Canale , Dalla prima... all'ultima sigaretta
Mauro Vassura, Il ruolo dell'operatore
Parte IV. Il contributo delle teorie psico-sociali e delle tecniche d'indagine
Valerio Antonietti, Ariberto Faretra, Andrea Gnemmi, Gianmaria Ottolini, Alla ricerca di una teoria della peer education
Ariberto Faretra, Dagli studi di mercato al marketing sociale
Parte V. La proposta operativa
Nadia Del Favero, Linee guida per l'attivazione e il mantenimento degli interventi
Valerio Antonietti, Andrea Gnemmi, Gli sviluppi della per edication nella scuola secondaria
Barbara Pesce, Luca Signorelli, www.alicesvegliati.it: un sito Internet per adolescenti
Claudio Tartone, Verso una valutazione dei programmi di peer education
Franco Floris, Postfazione. La prevenzione come accompagnamento alla partecipazione e alla ricerca culturale
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Segnalazioni

    Pubblicità