Acquaticità per la prima infanzia. Manuale d'uso per operatori, educatori, genitori
Autori e curatori
Contributi
Silvia Ballestra, Carlo Gobbi
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 160,   4a ristampa 2013,    1a edizione  2005   (Codice editore 1305.68)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € ,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846470690
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820462574
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

Utili Link
Donne e Mamma Quante scoperte in acqua! (di Francesca Capelli)… Vedi...
Presentazione del volume

Con il termine "acquaticità" si intende il livello di benessere psicofisico raggiunto da un individuo dopo un percorso di adattamento in acqua: essere a proprio agio nell'acqua, riconoscere e gestire il proprio corpo, adattarsi ai vincoli che le proprietà fisiche impongono. Un corso di acquaticità, quindi, non si pone come obiettivo l'apprendimento del nuoto, ma rappresenta un percorso indispensabile per la formazione acquatica di adulti e, come bene illustra questo libro, bambini.
Per i bambini stare in acqua significa soprattutto giocare, divertirsi, scoprire e sperimentare; per i genitori significa arricchire di nuovi stimoli il rapporto con il proprio figlio e favorire un suo armonioso sviluppo psicofisico.
Tuttavia, tanto i giochi in acqua quanto le sequenze di attività, soprattutto se rivolte a bambini con disabilità, devono rispondere ad un metodo rigoroso: è un preciso modello di lavoro quello che l'autore illustra in questo volume.
Partendo dalle nozioni sullo sviluppo del bambino da zero a sei anni, il testo propone consigli pratici riguardanti la termoregolazione in acqua e l'alimentazione prima e dopo le sedute. Propone poi riflessioni e suggerimenti sul ruolo dell'educatore acquatico e sull'evoluzione del lavoro di adattamento in acqua dei bambini dai tre ai sei anni, che si recano in piscina per la prima volta.
Per il taglio metodologico, la forma scorrevole e il ricco apparato iconografico che descrive le sequenze, il volume si rivolge non solo agli operatori delle attività acquatiche, ma anche agli educatori scolastici e a tutti quei genitori che intendono vivere con i propri figli questa esperienza.

Arrigo Broglio, fisioterapista, istruttore di nuoto e diplomato presso la "Fedération des activités aquatique d'eveil et de loisir" di Parigi, lavora da anni in piscina con i bambini dai quattro mesi ai sei anni. Si occupa inoltre di acquaticità per portatori di handicap e ha maturato una lunga esperienza come docente e relatore a corsi e convegni sul tema delle attività motorie acquatiche e della riabilitazione in acqua.

Indice


Carlo Gobbi, Prefazione
Introduzione
Silvia Ballestra, Una mamma racconta
Lo sviluppo del bambino da zero a sei anni
(Introduzione: il gioco; Lo sviluppo motorio; Lo sviluppo cognitivo; Lo sviluppo psicosociale)
Aspetti fisiologici delle attività acquatiche e consigli per l'alimentazione
(Perché iniziare un'attività fisica nella prima infanzia; Adattamento fisiologico all'immersione; Termoregolazione del bambino in acqua; Principali controindicazioni; Alimentazione ed esercizio fisico; Alimentazione prima e dopo l'attività in acqua)
In acqua con mamma e papà. L'adattamento in acqua del bambino da quattro mesi a tre anni
(I principi dell'attività; L'accoglienza, l'informazione e la preparazione dell'ambiente; L?incontro con l'acqua; Le prime separazioni del genitore; L?utilizzo del materiale ludico e di sostegno durante l'evoluzione del processo di adattamento; L?immersione; Il percorso verso l'autonomia; L'integrazione del bambino disabile nel corso di acquaticità)
Il piacere della scoperta. L'adattamento in acqua del bambino da tre a sei anni
(Obiettivi e principi dell'ambientamento; Il gioco spontaneo come strumento pedagogico; L'educatore acquatico; La vasca d'ambientamento; Il primo incontro; L'evoluzione del lavoro in vasca d'ambientamento; Considerazioni sui tempi di svolgimento di una seduta; Alla scoperta della vasca grande; Alcuni consigli per la sicurezza durante le sedute; Orsi d'acqua, una storia da "giocare")
Letture consigliate.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi
  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Segnalazioni

    Pubblicità