Uso, disuso, riuso.

Fabrizio Cumo, Adriana S. Sferra, Elisa Pennacchia

Uso, disuso, riuso.

Criteri e modalità per il riuso dei rifiuti come materiale per l'edilizia

Questo primo report esplora un percorso di ricerca per verificare se, come e in che misura determinati rifiuti, opportunamente selezionati, possano, se adeguatamente trattati, essere oggetto di riuso (e non riciclo e/o recupero) per realizzare altri e differenti prodotti richiesti dal mercato. In particolare il testo prende in esame i materiali di rifiuto e per imballaggi del settore edilizio.

Edizione a stampa

26,00

Pagine: 200

ISBN: 9788891709639

Edizione: 1a edizione 2015

Codice editore: 445.21

Disponibilità: Discreta

Pagine: 200

ISBN: 9788891719966

Edizione:1a edizione 2015

Codice editore: 445.21

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 200

ISBN: 9788891720047

Edizione:1a edizione 2015

Codice editore: 445.21

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Le tematiche della sostenibilità ambientale sono oggi al centro delle varie iniziative che soprattutto l'Unione Europea promuove fra gli Stati membri: fra queste un ruolo significativo svolgono tutte quelle azioni, di prevenzione, che puntano a ridurre una eccessiva ed ingiustificata produzione di rifiuti (siano essi urbani oppure industriali) e di corretto trattamento di questi con il fine, peraltro testimoniato da numerose esperienze soprattutto estere, di trasformarli da "problema" a "risorsa".
Seguendo tale logica questo primo report, prodotto da un gruppo di docenti della Facoltà di Architettura della Sapienza Università di Roma, esplora un percorso di ricerca per verificare se, come ed in che misura determinati rifiuti, opportunamente selezionati, possano, se adeguatamente trattati, essere oggetto di riuso (e non riciclo e/o recupero) per realizzare altri e differenti prodotti richiesti dal mercato.
In questo specifico caso, si è preso in esame il settore edilizio con l'obiettivo di verificare come determinati materiali di rifiuto (vetro, plastica, alluminio, legno, gomma, carta, cartone, ecc.) e quelli utilizzati per gli imballaggi possano essere "riconfezionati" al fine di realizzare componenti edilizi di comprovata qualità prestazionale, rispondenti alle esigenze di sostenibilità ambientale, che offrano tutte le garanzie necessarie per essere utilizzati sia singolarmente sia addizionati fra essi per realizzare organismi edilizi compiuti destinati "anche" per strutture a carattere in prevalenza temporaneo quale risposta ad esigenze, in ordine alla mancanza di adeguati servizi, dettate dalla attuale emergenza sociale.
Le prime risultanze della ricerca vengono qui verificate attraverso una serie di sperimentazioni progettuali che confermano, anche sotto un profilo economico ed in coerenza con la vigente organizzazione del settore edile, come la innovazione di processo e di prodotto sia una delle strade obbligate per collaborare ad uscire dalle attuali criticità economiche ed ambientali.

Fabrizio Cumo Ingegnere, PhD; alla Sapienza Università di Roma è professore associato di Fisica Tecnica Ambientale presso il Dipartimento PDTA e afferente al Centro di ricerca interdipartimentale CITERA; è responsabile scientifico di progetti di ricerca nazionali ed internazionali sulle tematiche, articolate alle diverse scale di intervento, della sostenibilità ambientale e autore di numerose pubblicazioni; direttore del master in Project Management.
Adriana S. Sferra Architetto, PhD; alla Sapienza Università di Roma è ricercatore di Tecnologia dell'Architettura presso il Dipartimento PDTA e afferente al Centro di ricerca interdipartimentale CITERA; svolge attività didattiche e di ricerca privilegiando le tematiche dell'innovazione tecnologica coniugata con la sostenibilità ambientale le cui molteplici esperienze, anche di coordinamento di progetti di ricerca internazionali, si ritrovano in numerose pubblicazioni.
Elisa Pennacchia Architetto, docente di Architettura Sostenibile del master in Project Management presso la Sapienza Università di Roma; svolge attività di ricerca sui temi dell'uso efficiente delle risorse nell'ambito del Dottorato di Ricerca in Energia e Ambiente presso la Sapienza Università di Roma.

Simone Lupi, Presentazione
Parte I. Adriana S. Sferra, La "questione rifiuti"
Premessa
Le connotazioni del fenomeno
(I rifiuti: da problema a risorsa; Le modalità improprie di trattamento e gestione dei rifiuti; Le modalità corrette di trattamento e gestione dei rifiuti)
I rifiuti nel settore edile
(Le caratteristiche, le specificità, l'origine; Quali proposte praticabili per l'utilizzo dei rifiuti)
Parte II. Elisa Pennacchia, Modalità per il riuso
Le origini e le prime esperienze
(Breve excursus storico delle varie modalità di riutilizzo; Potenzialità, vantaggi del riuso e motivazioni della scelta; Costruire con materiali di riuso: il garbage housing; Criticità e potenzialità del riuso; Le esperienze estere, le difficoltà in Italia)
Quali criteri per il riuso in edilizia
(I possibili impieghi: potenzialità e criticità; Gli aspetti tecnici e le modalità organizzative; I materiali, i componenti; Schede progettuali dei componenti tecnici applicabili in Italia; Prime conclusioni)
Parte III. Fabrizio Cumo, Progettare con i rifiuti
Il ruolo della progettazione
(Progettare per obiettivi; Le nuove strumentazioni disponibili: Building Information Modelling (BIM); Il riuso dei materiali nella certificazione ambientale degli edifici; I punteggi nel protocollo ITACA in funzione della quantità e tipo di materiali di riuso e riciclo)
Le esperienze condotte
(Esemplificazioni progettuali; Conclusioni: le prospettive di ricerca in questo settore)
Bibliografia.

Potrebbero interessarti anche