La formazione del personale pubblico. Modelli innovativi per amministrazioni di eccellenza
Contributi
Walter Anello, Luca Camurri, Pierluigi Mastrogiuseppe
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 496,      1a edizione  2011   (Codice editore 100.771)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 49,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856839883

In breve
Il libro offre un quadro della formazione nella realtà della P.A., inserendo la programmazione della formazione nel contesto della gestione & sviluppo delle risorse umane e nella specifica realtà normativa della P.A. Ipotesi e proiezioni metodologiche sono integrate da esempi concreti di applicazione.
Presentazione del volume

La formazione del personale è al centro di tutte le sfide volte a riorganizzare, migliorare e sviluppare il capitale umano nel mondo delle organizzazioni. Lo scopo di questo libro è di considerare la formazione nella sua dinamica e nei suoi processi, calata nella realtà della Pubblica Amministrazione (PA), inserendo la programmazione della formazione nel contesto della gestione & sviluppo delle risorse umane e nella specifica realtà normativa della PA.
L'impostazione attuale della formazione nella PA è posta a confronto con ciò che avviene all'estero e con ciò che si concretizza nel mondo del lavoro privato, orientato al business.
I nuovi quadri normativi e le recenti disposizioni in materia rendono il terreno della formazione una sorta di crocevia di spinte innovative che, in quanto tali, possono incontrare notevoli difficoltà nella loro applicazione. Ecco, dunque, emergere la necessità di inserire la "leva" della formazione nel quadro più ampio del sistema di gestione e sviluppo delle risorse umane, collegando la gestione meritocratica del personale all'analisi della realtà organizzativa (posizioni, ruoli, competenze e famiglie professionali) e ai percorsi di sviluppo, verticali ed orizzontali. In tale prospettiva è proposto un modello formativo basato sulle recenti riflessioni sviluppate intorno all'andragogia, la scienza e la pratica della formazione degli adulti.
Ipotesi e proiezioni metodologiche sono quindi integrate da esempi concreti di applicazione nel sistema della PA e da spunti in cui si evidenzia il collegamento tra formazione e sistema delle competenze, nel quadro di una coerenza strategica tra sottosistemi gestionali, politiche del personale e indirizzi innovativi. Dall'insieme di tali contributi emerge la necessità di reimpostare la formazione nella PA in stretto collegamento con l'ottica meritocratica e con un approccio "moderno" alla gestione dei servizi per il cittadino e per la comunità nazionale.

Andrea Castiello d'Antonio , psicologo del lavoro e delle organizzazioni, psicologo clinico e psicoterapeuta, psicologo giuridico e CTU, è consulente di management e professore straordinario di psicologia presso l'Università Europea di Roma.

Indice


Presentazione
Parte I. La formazione negli anni del federalismo
Walter Anello, La realtà italiana e l'esempio internazionale
(Formazione per le riforme; I nuovi contenuti della formazione per la PA)
Walter Anello, La necessità di un approccio multidimensionale
(Le difficoltà del "saper essere"; Gli ambiti professionali della dirigenza e la formazione trasversale; La "condivisione dei saperi pubblici"; La formazione come dinamica)
Walter Anello, La necessità di cambiare politiche
(Recenti proposte, mai concretizzate; La difficile realtà odierna; A proposito della "riforma Brunetta"; Bibliografia)
Parte II. Il sistema di gestione e sviluppo delle risorse umane
Pierluigi Mastrogiuseppe, Il quadro normativo e contrattuale di riferimento
(Il sistema di classificazione professionale: categorie e profili professionali; Meccanismi di progressione e sviluppo professionale; Sistema di valutazione; Le clausole contrattuali in materia di formazione del personale)
Pierluigi Mastrogiuseppe, La gestione delle risorse umane nel nuovo contesto normativo
(Relazioni sindacali meno invasive; Premiare e sanzionare; La gestione del personale nel nuovo scenario; Come spingere il cambiamento negli enti)
Luca Camurri, Il sistema delle competenze e la sua applicazione
(Premessa e obiettivi; Dalla normativa al nuovo modello di gestione; L'evoluzione dei sistemi di gestione nel sistema privato...; ... e in quello pubblico; Le principali caratteristiche del sistema di gestione delle competenze; Il concetto di "sviluppo professionale" e di competenza nel pubblico impiego; Il sistema di classificazione e i profili professionali; Le competenze e nuove procedure selettive; L'Assessment Center per la selezione; Competenze e sviluppo della retribuzione; L'occasione persa delle progressioni verticali: dallo sviluppo professionale alle "progressioni di carriera"; Il sistema di gestione delle competenze: opportunità o necessità?; Bibliografia)
Parte III. La formazione delle risorse umane
Andrea Castiello d'Antonio, La formazione nel sistema di gestione e sviluppo delle risorse umane
(L'analisi delle posizioni di lavori e dei profili professionali; La valutazione delle risorse umane e l'analisi delle dinamiche organizzative; Lo sviluppo delle risorse umane e il "posto" della formazione; Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, L'apprendimento e il cambiamento nell'adulto in formazione
(L'area concettuale della tematica; Le questioni di base: cosa significa apprendere e cambiare; L'essere umano come soggetto di apprendimento; Cambiamento individuale e cambiamento organizzativo; Lifelong learning e auto-formazione; L'organizzazione che apprende; Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, Rendere "utile" la formazione: i vantaggi per gli individui e l'Organizzazione
(Il rapporto tra Organizzazione, risorse umane e formazione; La formazione tra razionalità organizzativa e benessere personale; Talune condizioni di efficacia della formazione; La motivazione alla formazione e allo sviluppo personal-professionale; I limiti della formazione nel contesto delle culture organizzative; Bibliografia)
Parte IV. Il modello di gestione della formazione
Andrea Castiello d'Antonio, Introduzione. L'andragogia come modello di formazione
(I principi di base; Il ruolo del formatore; Il processo formativo; Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, Le fonti e le tecniche di analisi dei fabbisogni di formazione
(Perché l'analisi dei fabbisogni; Fabbisogni individuali, di gruppo e dell'organizzazione; I fabbisogni formativi derivati dalle fonti indirette; Le fonti dirette delle necessità di formazione; Le tecniche di analisi dei bisogni collegate alle fonti dirette. Interviste, situazioni di gruppo e questionari; Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, La pianificazione annuale e pluriennale della formazione e la formazione finalizzata
(Mappatura e sintesi delle necessità di formazione rilevate; Check di congruità con l'Organizzazione e le sue politiche; Il collegamento tra obiettivi formativi e obiettivi organizzativi; Analisi dei soggetti e/o delle popolazioni coinvolte; Tradurre le necessità formative in ipotesi di piani; Analizzare e suddividere le tematiche per complessità e altri criteri; Finalizzare le tematiche; Tempificazione e strutturazione dei piani di formazione; Programmazione della formazione delle amministrazioni pubbliche; Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, L'identificazione dei progetti operativi e delle risorse necessarie
(Operazionalizzare la pianificazione annuale; Progetti operativi e attualità formative; L'identificazione delle impostazioni formative; Le principali metodologie formative; Mappatura degli attori della formazione, interni ed esterni; Stima e controllo dei costi della formazione; Orientamento, contatti e prima scelta delle risorse esterne; Esplicitazione delle modalità di intervento. Analisi e seconda scelta; Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, La definizione delle attese sui risultati della formazione
(Chiarimento e gestione delle attese organizzative; Declinazione delle attese organizzative e identificazione delle modalità di valutazione; Comunicazione interna sui piani di formazione; Assicurarsi il commitment del vertice e dei dirigenti; Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, Le modalità operative dell'erogazione della formazione
(La scelta definitiva delle risorse esterne e interne; La progettazione operativa delle specifiche attività formative; Il check sui progetti e sull'insieme; L'organizzazione dei supporti logistici e didattici; La gestione delle convocazioni e degli spazi/tempi della formazione; L'avvio delle attività formative; Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, La gestione e il monitoraggio in itinere della formazione
(Il processo di formazione; La gestione dei collegamenti con gli attori del processo; La ricezione di feedback, analisi e valutazioni; Il ruolo del tutor; L'analisi dei risultati di reazione a breve termine: Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, Il sistema di valutazione dei risultati e il miglioramento evolutivo
(Aspetti e problematiche della valutazione dell'efficacia formativa; Il focus sui cambiamenti e sugli apprendimenti; Le metodologie di valutazione; Gli effetti generali sull'Organizzazione; Il coinvolgimento dei partecipanti nella ridefinizione delle iniziative formative; Alcune condizioni di efficacia dell'azione formativa; Bibliografia)
Andrea Castiello d'Antonio, La comunicazione interna e il coinvolgimento delle strutture sulla formazione
(La comunicazione interna; Il coinvolgimento delle strutture organizzative; Bibliografia)
Parte V. Ipotesi di applicazione del modello di formazione
Luca Camurri, Il sistema formativo in ottica di sviluppo delle competenze
(Premessa e obiettivi; L'importanza di un modello di gestione e sviluppo; La diversificazione degli interventi formativi: costo, spesa o investimento?; Fra anomalie applicative e corretto utilizzo di una leva strategica; Tipologie di formazione per lo sviluppo delle competenze; La formazione nella gestione; La formazione per l'ampliamento delle competenze: i cambiamenti di profilo professionale, la mobilità interna; Rapporti fra formazione, potenziale e sviluppo di carriera; La formazione per i cambiamenti organizzativi)
Luca Camurri, Esempi e contenuti formativi per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane
(Premessa e obiettivi; Quale formazione: l'analisi dei fabbisogni e gli strumenti per la sua gestione; Fra informazione, comunicazione e sviluppo: la formazione per i neo-assunti; Percorso formativo di reinserimento per le dipendenti al rientro dalla maternità (Progetto "For.Ma."); Esempi di percorsi formativi per accompagnare il cambiamento organizzativo)
Luca Camurri, La coerenza strategica: fra scenari, contesti, politiche aziendali e piani di formazione
(Premessa e obiettivi; Nuove competenze, nuova formazione: quale scenario, quale contesto; Le esigenze specifiche: la formazione egli obiettivi dell'ente; Dal piano strategico alla valutazione dei ritorni della formazione; Il documento d'indirizzo programmatico sulla metodologia di gestione e di sviluppo delle risorse umane; Per una politica della formazione; Il contesto interno: quali dipendenti, quali competenze, quale formazione)
Pierluigi Mastrogiuseppe, Il monitoraggio delle attività formative
(Gli oggetti del monitoraggio della formazione; Il monitoraggio dei risultati; Il monitoraggio dei costi; Bibliografia)
Pierluigi Mastrogiuseppe, L'utilizzo dei sistemi informativi a supporto delle attività di formazione
(Decisioni e decisori nel sistema di gestione della formazione; Il supporto alla programmazione; Il supporto alla gestione; Il supporto al monitoraggio; L'introduzione di un sistema informativo come opportunità di cambiamento organizzativo; Bibliografia)
Luca Camurri, Il ruolo centrale dei responsabili risorse umane, dei responsabili della formazione e dei dirigenti
(Quali ruoli e quali responsabilità per il management; Caratteristiche dell'ente, caratteristiche dell'organizzazione; La direzione del personale: evoluzione del ruolo fra cambiamento e resistenze; Responsabili delle risorse umane e della formazione; Quali approcci e quali competenze per un nuovo "mestiere" nella funzione del personale; Due passaggi critici per un vero cambiamento di ruolo; Competenze vecchie, competenze nuove; Quale collocazione e quale organizzazione per la direzione del personale; Il ruolo del responsabile della formazione; L'integrazione fra la formazione e lo sviluppo risorse umane; Verso una nuova gestione manageriale: competenze e ruolo della dirigenza per una formazione efficace)
Pierluigi Mastrogiuseppe, Aggiornamento e formazione per i responsabili delle risorse umane
(Amministrazione, gestione e sviluppo; Le configurazioni di gestione del personale nella PA; La direzione risorse umane come "direzione multiruolo"; Un modello formativo responsabili delle risorse umane nella pubblica amministrazione; Bibliografia)
Autori.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access

  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Segnalazioni

    Pubblicità