Le cause organizzative del mobbing. Se il malato fosse l'organizzazione?
Contributi
Maria Grazia Cassitto, Elisabetta Ceppi Ratti, Giovanni Costa, Renato Gilioli, Anna Grandori, Barbara Imperatori, Chiara Paolino
Collana
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari. Testi per professional
Dati
pp. 176,      1a edizione  2010   (Codice editore 1339.17)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856823905
Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Se si vogliono identificare quei fattori di rischio il cui controllo può consentire un’idonea prevenzione, bisogna individuare gli elementi organizzativi che, in un dato contesto, giocano un ruolo prioritario nel creare le condizioni che favoriscono il mobbing. Un testo per medici e psicologi del lavoro, ma anche per datori di lavoro, manager, imprenditori, direttori del personale e sindacalisti.
Utili Link
Via Sarfatti 25 Mobbing, qaundo la malata è l'organizzazione… Vedi...
Italia Oggi Sette Il rischio mobbing (di Anna Irrera)… Vedi...
Presentazione del volume

Il mobbing è fenomeno così importante da aver destato un forte interesse nell'opinione pubblica, nei media e nel mondo scientifico; nonostante esso sia stato analizzato e chiarito nei suoi contorni, la ricerca delle sue cause non ha ad oggi rivelato un quadro organico e approfondito.
Questo libro è focalizzato sulla prevenzione del mobbing e propone un modello di approccio validato da una ricerca triennale dell'Università Bocconi e della Clinica del Lavoro L. Devoto dell'Università di Milano. L'assunto di base è che il malato possa essere proprio l'organizzazione. Se si vogliono identificare i fattori di rischio per un'idonea prevenzione del mobbing, bisogna individuare gli elementi organizzativi che, in un dato contesto, giocano un ruolo prioritario nel creare le condizioni che lo favoriscono. Destinato a medici, psicologi del lavoro, manager, imprenditori, direttori del personale, sindacalisti e a tutti coloro che si occupano di valutazione e prevenzione dei rischi (datori di lavoro, RSPP, RLS), il volume chiarisce e illustra, in modo semplice ma rigoroso:
- i "confini" tra stress e mobbing;
- gli elementi del contesto organizzativo che consentono di individuare le condizioni favorenti lo sviluppo del mobbing;
- la relazione tra i fattori di rischio identificati, le loro possibili combinazioni e lo sviluppo del fenomeno;
- le linee guida e le proposte concrete per diagnosticare la rischiosità dei diversi contesti organizzativi e per attuare interventi preventivi.
Completa l'opera un'approfondita bibliografia.

Paola Caiozzo, ha 18 anni di esperienza professionale come consulente nell'ambito dello sviluppo organizzativo e delle risorse umane. Dal 1993 è docente della SDA Bocconi e professore a contratto nell'Università Bocconi. Ha diverse pubblicazioni tra cui Il mobbing: realtà vicina o lontana (2002), Il mobbing: oltre il sipario (2002), Gli sfumati confini del mobbing (2004).
Roberto Vaccani, con esperienza quarantennale di consulenza ed intervento su strutture e processi organizzativi, dal 1975 è docente della SDA Bocconi di Milano. Per l'Università Bocconi, dal 1993 è responsabile del piano di formazione permanente dei docenti È autore di numerose pubblicazioni tra le quali: La sanità incompiuta - Manuale di analisi organizzativa (1991); Professionalità,attitudini e carriera (2001); Stress, mobbing e dintorni (2007)

Indice


Anna Grandori, Renato Gilioli, Prefazioni
Paola Caiozzo, Giovanni Costa, Introduzione
Roberto Vaccani, La "camera" del mobbing nella "casa dello stress
(La definizione del "campo"; Intensità e durata dello stress; Cause ambientali ed organizzative dello stress; Analisi organizzativa e fenomenologia dello stress; Bibliografia)
Paola Caiozzo, Maria Grazia Cassitto, Cos'è il mobbing
(La mappa; Le tipologie di mobbing; Fenomeno tra persistenza o cambiamento?; Bibliografia)
Roberto Vaccani, Ipotesi e modello della ricerca
(Fattori di rischio dipendenti dall'ambiente/mercato (sistemi chiusi - sistemi aperti); Precondizioni macrostrutturali facilitanti; Precondizioni microstrutturali facilitanti; Modello di relazioni sociali prevalenti; Bibliografia)
Barbara Imperatori, Chiara Paolino, Dimensioni organizzative e mobbing: quali relazioni?
(Mobbing: un fenomeno organizzativo?; L'approccio combinativi e le dimensioni organizzative; Strategia di ricerca; I risultati: fattori di rischio e antidoti organizzativi; Conclusioni; Bibliografia)
Paola Caiozzo, Maria Grazia Cassitto, Elisabetta Ceppi Ratti, Giovanni Costa, Roberto Vaccani, Implicazioni e suggerimenti per la prevenzione
(Il contesto educante; "Fragilità organizzativa": fattori di rischio e antidoti; Stress e mobbing: il quadro normativo; Lavorare in salus: gli attori della prevenzione; Riflessioni conclusive; Bibliografia)
Allegato: interviste qualificative.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access

  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità